Argomento: CULTURA

  • 7 Gennaio 2014

    Gragnano: la città costruita per fare la pasta

    La RepubblicaUna città pensata per la pasta. Per fare maccheroni. Domenico Camardo e Mario Notomista sono due archeologi e con la sagacia di chi ragiona per sottrazione hanno ricostruito la storia urbanistica di Gragnano, la capitale della pasta, scoprendo con documenti e piante d'archivio alla mano che dietro la vocazione produttiva c'è stata una scelta consapevole. La compì l'architetto Camillo Ranieri nel 1843, quando disegnò la strada principale lungo la quale si allinearono oltre 40 pastifici. Un disegno che tenne conto dell'asse elio-termico
  • 4 Dicembre 2013

    I segreti dell’Aceto Balsamico di Modena IGP racchiusi in un libro

    Un volume per raccontare la storia e i segreti dell'Aceto Balsamico di Modena IGP e allo stesso tempo una raccolta di ricette elaborate e realizzate dagli studenti della Scuola alberghiera di Serramazzoni: questo è "A scuola di balsamico",
  • 15 Novembre 2013

    Farro di Montenapoleone DOP: un volume dedicato al prezioso cereale

    Il Giornale dell'UmbriaIl volume "Monteleone di Spoleto ed il suo farro" è stato presentato nei giorni scorsi, presso il teatro comunale: è opera di Mario Falcinelli, direttore del Dipartimento di Biologia applicata dell'Università di Perugia. Importante la presenza dell'assessore regionale Silvano Romeni e dei sindaci della Valnerina in quanto il farro, tra i vari prodotti tipici, occupa un posto d'onore per il marchio DOP (Denominazione di origine protetta) di cui può fregiarsi, primo farro DOP in Europa. Le iniziative e le ricerche scientifiche promosse dal professor Falcinelli insieme ad alcuni docenti hanno determinato il prestigioso riconoscimento di qualità del cereale che ha giovato, non solo alla rivalutazione del prodotto in termini di aspetti nutrizionali-salutistici, ma anche alla promozione del luogo di produzione
  • 7 Novembre 2013

    Il Consorzio dell’Olio Toscano IGP sostiene la ricerca antitumorale

    Il Dipartimento di Scienze della Vita dell’ Università di Siena riceve il sostegno dal Consorzio dell’Olio Toscano IGP per accelerare la ricerca su una molecola d’olio con dimostrata attività farmacologica.
  • 4 Novembre 2013

    4 NOVEMBRE, GIORNATA DELL’UNITÀ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE

    Roma, 4 novembre 2013. In occasione delle celebrazioni della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, anche il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari – Nuclei Antifrodi Carabinieri partecipa all’iniziativa “Caserme Aperte”, per le sedi di Roma, via Torino n. 44, Parma, strada Garibaldi, 20 e Salerno, via Duomo, 17.
  • 4 Novembre 2013

    Vino promozione a rischio flop

    Il Sole 24 Ore Le nuove regole Ue sulla promozione del vino rischiano di fare un «buco nell'acqua». Dopo cinque anni di azioni di marketing dirette nei paesi extra-Ue (cofinanziate da Bruxelles) l'Italia ha chiesto, e ottenuto, di poter utilizzare i sussidi anche sul mercato europeo. Il via libera è arrivato solo per generiche azioni di sostegno con il divieto di promuovere le etichette aziendali. L'obiettivo dell'allargamento del raggio d'azione degli incentivi (102 milioni all'anno fino al2020 per cofinanziare i progetti) è di accelerare la spesa delle risorse comunitarie. L'Italia infatti ha lasciato inutilizzato il 28% del budget per il vino gestito a livello regionale.
  • 24 Ottobre 2013

    Il tesoro della città a Lussemburgo

    Nasce un po' per caso, un po' come tutte le cose migliori, l'idea di portare Siena e i suoi tesori in Lussemburgo.
  • 17 Ottobre 2013

    CSQA incontra il Corpo Forestale dello Stato – Comando regionale del Veneto

    Nella sede di CSQA Certificazioni di Thiene si è tenuto un incontro con il personale del Corpo Forestale dello Stato, Comando regionale del Veneto – Settore controlli Agroalimentari e Agroambientali per presentare l'attività svolta da CSQA nell’ambito delle attività di certificazione volontaria e regolamentata, anche alla luce di quanto stabilito dalle procedure per l'applicazione del sistema sanzionatorio in materia DOP e IGP.
  • 16 Ottobre 2013

    Ortofrutticolo, richieste norme meno rigide per DOP e IGP

    Terra e Vita Il riconoscimento dei marchi è solo un punto di partenza occorre fare squadra creando sinergie e collaborazioni tra i vari attori della filiera. Proposte per modificare le regole italiane di rilascio di DOP e IGP. Arrivano da Tiberio Rabboni assessore all'agricoltura della Regione Emilia Romagna al convegno organizzato da Macfrut. I prodotti ortofrutticoli e i cereali contano solo per il 5,5% del fatturato nazionale dei prodotti DOP e IGP e due prodotti come la Pesca Nettarine di Romagna IGP e la Pera dell'Emilia Romagna IGP rappresentano ciascuna meno dell'1% della produzione rispetto agli standard privi di riconoscimento la percentuale invece più elevata per la Patata di Bologna DOP che si aggira attorno al 6,5%.
  • 31 Luglio 2013

    Italia, un mercato da riconquistare

    Terra e Vita Picco d'ascolto su naturalità, sostenibilità, territorio. "Ma anche su zero solfiti - ammonisce il gastronauta Davide Paolini -, anche se nessuno sa bene cosa siano". In Italia il consumo di vino è in frenata, ma l'interesse dei consumatori è sempre alto. Lo rivela il 2° Rapporto Filiera Vino - Futuri Possibili del Gruppo 24 Ore, presentato lo scorso mercoledì 26 giugno presso la sede de Il Sole 24 Ore a Milano. "C'è un dato che deve confortare - spiega Marilena Colussi, che ha curato il rapporto in collaborazione con Doca Marketing Advice e il Panel Hq24 -: se è vero che il consumo è diminuito, il numero degli astemi è comunque stabile da anni, sul 6%.
  • 17 Luglio 2013

    Gli esperti della terra, corso post laurea sostenuto da Coop

    A metà strada tra lo scienzato-divulgatore e l'esperto enogastronomico, nasce il “Narratore del Gusto, Comunicatore di Benessere e Selezionatore delle Tipicità italiane”, una professione innovativa che fa del culto della tipicità (applicata nella fattispecie al Distretto di Montefeltro) la sua bandiera.
  • 1 Luglio 2013

    In catene per l’asparago DOP

    Il Giornale di Vicenza Gli asparagi,a Vicenza e a Bassano, sono più di una tradizione. Sono un pezzo di storia. Gastronomica e non. Un documento inedito - individuato in Biblioteca Bertoliana - prova che da 4 secoli la vendita degli asparagi era così diffusa e probabilmente causa di illegalità da dover essere regolamentata. Nel 1600, a Vicenza, i vendisparesi potevano commerciare i loro ortaggi esclusivamente in un luogo: la piazzetta delle Garzarle, pena una multa di 5 lire. E quanti "lgano e impagliano sparesi" dovevano svolgere il loro lavoro separatamente da chi li vendeva, cioè in Piazza delle Erbe. Lo stabiliva il Capitolare dei Cavalieri del Comune, redatto per regolamentare gli scambi e definire gli spazi del mercato nelle piazze cittadine. Non solo: le leggi imponevano agli impagliatori di asparagi -
  • 11 Giugno 2013

    Un olivo crescerà nell’ex cisterna

    Il Tirreno Grosseto Il cisternone di Seggiano mette le radici intelligenti. Al via il cantiere per il cisternone, che costituisce il terzo stralcio del Museo dell'Olio e che sarà pronto per la fine dell'anno. Si sta chiudendo, insomma, il cerchio magico con cui Seggiano si vuol lanciare e proporre come ombelico del mondo per l'olio e gli olivi. Il cisternone è una chicca in questo senso. Ideato dal Comune e dalla fondazione Le Radici di Seggiano e finanziato con il contributo Leader dedicato alla tutela e riqualificazione del patrimonio rurale e con la partecipazione della Provincia di Grosseto, il progetto prevede il recupero di un'antica cisterna e la realizzazione di un ambiente speciale per la crescita di una pianta di olivastra seggianese. I lavori si concluderanno presumibilmente entro settembre; subito dopo verrà installato l'ulivo.
  • 10 Giugno 2013

    Erbe spontanee eduli

    In Peregrinazioni fitoalimurgiche l’autore raccoglie una lunga esperienza di ricerca sulle erbe selvatiche eduli
  • 21 Maggio 2013

    Buono come il salame incorona Alberto Virgili

    Gazzetta di Parma Facendo capolino nell'aula 3 di Ingegneria, nei giorni scorsi, poteva capitare di ritrovarsi nel bel mezzo di una «lezione» di letteratura gastronomica. Protagonista, uno dei prodotti tipici più golosi del nostro territorio: il salame. Ospite d'onore di «Buono come il Salame», il workshop letterario con tributo al Salame di Felino IGP ideato da Comet (master in «Cultura, organizzazione e marketing dell'enogastronomia territoriale» dell'Università), è stato lo scrittore parmigiano Guido Conti, invitato dalla docente di Sociologia dei consumi Maura Franchi. «Abbiamo scelto di fare un workshop di scrittura perché la disciplina dello storytelling è diventata oggetto delle più innovative strategie di marketing - ha spiegato la Franchi -. Non si tratta solo di didattica, ma di vera e propria cultura del territorio». Obiettivo del workshop è stato analizzare
  • 6 Maggio 2013

    Il Ponte dei sapori ha reso omaggio al Parmigiano

    Gazzetta di Parma Probabilmente era destino che la pioggia bagnasse la tappa fontevivese del Ponte dei sapori. Dopo il rinvio per maltempo delle date previste per il 20 e 21 aprile al 4 e 5 maggio, domenica pomeriggio un'acquazzone è arrivato a disturbare lo shopping nelle bancarelle del centro. Ma niente ha potuto fermare la voglia di fare festa in centro: tutti nel teatro Maria Luigia e il programma è continuato per la gioia dei tanti ospiti, soprattutto bambini, che hanno partecipato alla manifestazione. Ma il Ponte dei sapori non è stata solo una sagra ricca di eventi per tutte le età ma, piuttosto, un'occasione speciale per apprezzare le peculiarità e le eccellenze del territorio. In questo contesto, un ruolo da protagonista lo ha avuto il Parmigiano Reggiano DOP. Con curiosità gli ospiti della kermesse hanno potuto seguire le fasi della preparazione