Argomento: CONTROLLI

  • 30 ottobre 2018

    Vini a DO e IG, sistema dei controlli – GURI n. 253

    ITALIA - Sistema dei controlli e vigilanza sui vini a DO e IG, ai sensi dell'articolo 64, della legge 12 dicembre 2016, n. 238 recante la disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino. Fonte: GURI n. 253 del 30/10/2018
  • 12 ottobre 2018

    Verdicchio dei Castelli di Jesi DOP: sequestrati 15mila litri di prodotto falso

    Circa 15 mila litri di falso Verdicchio dei Castelli di Jesi DOP sono stati eseguiti in questi giorni nell'ambito di un'indagine di polizia giudiziaria delegata dalla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, avviata lo scorso aprile dall'Ispettorato Centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, successivamente affiancato dalla Guardia di Finanza di Ascoli Piceno. Il sequestro è uno sviluppo di quell'inchiesta, che aveva portato al sequestro di 150mila litri di falso Verdicchio dei Castelli di Jesi DOP. Rilevate anomalie nel prezzo, al di sotto di quello normale di mercato. Denunciato un imprenditore vinicolo per frode in commercio. Le indagini delle Fiamme Gialle sono state indirizzate verso la ricostruzione della filiera documentale del falso. Il sequestro di 3.000 dame di vino da 5 litri l'una è stato eseguito presso due centri di una nota catena ...
  • 9 ottobre 2018

    Controlli, Consorzio Vino Chianti: “Fondamentale garantire provenienza e qualità”

    “La nostra arma contro la concorrenza sleale è la qualità del prodotto e della produzione per questo voglio ringraziare il Comandando dei Carabinieri di Firenze per l'azione di controllo sulla vendemmia”. Così il presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi saluta l'azione dell'Arma nei vigneti per verificare che non vi siano irregolarità nella raccolta, nella produzione (comprese situazioni di lavoro nero) del vino Chianti. “Le nostre imprese – spiega Busi - sono tenute e seguire un protocollo molto rigido per poter esporre sulle proprie bottiglie la Denominazione di Origine Controllata e Garantita di Chianti DOP. Si tratta di azioni e regole che comportano costi non indifferenti, ma che sono necessarie per garantire che la qualità del prodotto che arriva sulle tavole delle famiglie e dei ristoranti sia quello che il consumatore cerca e paga. Purtroppo la contraffazione, come succede per molti marchi Made in Italy, è un nemico pericolosissimo ...
  • 5 ottobre 2018

    RAC: sequestrati 1098 chilogrammi di salumi e numerose etichette evocanti prodotti DOP e IGP

    Il Reparto Tutela Agroalimentare Carabinieri (R.A.C.) di Parma, all’esito di controlli finalizzati a verificare la regolarità di prodotti ad indicazione geografica certificati, presso due aziende in provincia di Parma ha sequestrato, rispettivamente: - 791 confezioni di “Salame di Parma” e “Salame Gentile di Parma” unitamente a 64.952 etichette per il confezionamento, evocanti indebitamente la denominazione protetta “Coppa di Parma”.  - 458 coppe stagionate prive di etichette, per complessivi 900 chilogrammi, poiché in modo fraudolento facevano esplicito riferimento alla “Coppa di Parma I.G.P.”, oltre a 8.500 etichette che richiamavano i prodotti tutelati “Prosciutto di Parma” e “Coppa di Parma” e 25 bobine dei marchi riprodotti. Dalla documentazione acquisita è emerso come dal 2016 siano già stati  commercializzati 4000 chilogrammi di coppa stagionata generica, rivenduta con riferimenti alla “Coppa di Parma I.G.P.”. Il titolare è ...
  • 24 settembre 2018

    Sistema dei controlli e vigilanza per i vini non DOP o IGP- GURI n. 220

    ITALIA - Sistema dei controlli e vigilanza per i vini che non vantano una denominazione di origine protetta o indicazione geografica protetta e sono designati con l'annata e il nome delle varieta' di vite, ai sensi dell'articolo 66, della legge 12 dicembre 2016, n. 238, recante la disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino. Fonte: GURI n. 220 del 21/09/2018
  • 29 agosto 2018

    EUIPO – Protezione e controllo delle IG del settore agroalimentare in Europa

    Questo Report è il risultato di uno studio sulla protezione e sul controllo delle Indicazioni Geografiche agricole e agroalimentari, per il quale la Direzione Generale Agricoltura e Sviluppo rurale della Commissione europea si è avvalsa della collaborazione dell'EUIPO, l'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale. Lo scopo principale della ricerca è quello di fornire una migliore conoscenza dei sistemi di controllo e protezione delle Indicazioni Geografiche nei 28 Stati membri dell'Unione europea attraverso la mappatura di tutte le autorità competenti e delle procedure in vigore, inclusi i provvedimenti contro le violazioni. SCARICA IL REPORT COMPLETO IN LINGUA INGLESE
  • 2 agosto 2018

    Consorzio Vini Valpolicella, con ICQRF già 115 siti denunciati per vini contraffatti

    A meno di un mese dalla sigla del protocollo di cooperazione tra il Consorzio tutela vini Valpolicella e la Repressione Frodi (Icqrf) del Ministero Politiche Agricole sono state inviate già 115 diffide ad altrettanti siti web, sia nei Paesi terzi che in Europa. Lo annuncia il direttore del Consorzio tutela vini Valpolicella, Olga Bussinello, definendolo «un risultato importante ma non sorprendente, vista la proliferazione dei falsi made in Italy illustrata oggi dal ministro Centinaio in sede di Commissione Agricoltura congiunta di Camera e Senato». La task force anticontraffazione è stata avviata agli inizi di luglio dall’ICQRF, in collaborazione con il Consorzio e a difesa delle denominazioni che insistono sul territorio scaligero. In particolare, sono state inviate alle autorità le notifiche per 115 siti, di cui 50 con dominio canadese, 22 statunitense, 25 del Regno Unito e 5 irlandesi. «Inoltre - precisa il Consorzio - sono state riscontrate irregolarità sui ...
  • 24 luglio 2018

    Contraffazione IG: sequestrati prodotti per un valore di 19.900 euro

    I Carabinieri dei Reparti della Tutela Agroalimentare (Re.T.A.) proseguono l'azione di monitoraggio e controllo nella filiera agroalimentare finalizzata alla lotta alla contraffazione e alla tutela dei consumatori. In provincia di Pisa i militari del Re.T.A. di Parma hanno sequestrato 1.853 kg di formaggio pecorino e 6.100 etichette, perché evocavano, senza le previste autorizzazioni dei Consorzi di Tutela, le denominazioni protette Bolgheri DOP e Formaggio di Fossa di Sogliano DOP, comminando al legale rappresentante sanzioni per 9.000 €. I Carabinieri del Re.T.A. di Salerno, invece, nel corso di ulteriori accertamenti presso l'azienda dove già avevano sequestrato 2100 kg di pomodori pelati e denunciato il titolare dell'azienda all'Autorità Giudiziaria, hanno sequestrato ulteriori 330 barattoli del medesimo prodotto, per 825 kg, poiché riportavano in etichetta mendaci indicazioni riguardo l'origine Nocerino-Sarnese dei pomodori, in realtà provenienti ...
  • 23 luglio 2018

    Prosecco DOP, controlli e successi: “Italian Genio” in Giappone

    Continua l'intesa attività di vigilanza del Consorzio di tutela del Prosecco DOC che, con l'arrivo della bella stagione, si è focalizzata sul litorale veneto e friulano. "La nostra attività - spiega il Presidente Stefano Zanette - nell'ultimo periodo si è intensificata principalmente nella fase della somministrazione finale dove abbiamo riscontrato svariate condotte lesive dei consumatori, anche nelle nove province della Denominazione". In occasione dei controlli svolti nelle ultime settimane, che hanno interessato le principali località turistiche dell'alto Adriatico , ben il 60% degli accertamenti effettuati hanno presentato profili di  irregolarità. "Quest'anno - continua Zanette - i nostri agenti vigilatori di concerto con i colleghi del Conegliano Valdobbiadene Prosecco , del Prosciutto di San Daniele e dell'ICQRF nord est, hanno voluto indirizzare i controlli - oltre che sulle più note località balneari - anche su alcune feste popolari che, con il pretesto ...
  • 20 luglio 2018

    Mozzarella di Bufala Campana DOP: i numeri dei controlli effettuati dal Consorzio

    Il comandante dei Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, colonnello Luigi Cortellessa, è stato ieri in visita al Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, insieme agli ufficiali del Reparto di Salerno e a collaboratori del suo Comando. L’incontro è stato l’occasione per un confronto a tutto campo in tema di vigilanza, incentrato sulle iniziative attuate e sulle criticità del comparto. “Nel quadro di protezione del sistema nazionale, il nostro obiettivo è tutelare da ogni tentativo di frode, garantire l’originalità del Made in Italy e delle produzioni di eccellenza come la mozzarella di bufala campana – sottolinea il comandante Cortellessa – La mia visita va in questa direzione. Ho voluto ascoltare direttamente dal Consorzio le problematiche che affrontano su questo versante per individuare le soluzioni più efficienti”. Proprio nell’ottica della prevenzione, in particolare nel periodo estivo, il Consorzio ha lanciato il mese ...
  • 21 giugno 2018

    Mozzarella di Bufala Campana DOP: via all’operazione “E…State senza pensieri”

    Il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP  ha avviato l’operazione “E…State senza pensieri” con l’obiettivo di aumentare i controlli sulla Mozzarella di Bufala Campana DOP nelle principali località turistiche italiane, in sinergia con tutte le forze dell’ordine preposte. L’incremento dell’attività di vigilanza è partito dal Salento, poi ha coinvolto Ischia e Capri, capitali del turismo internazionale, in collaborazione con il Reparto per la Tutela Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri di Salerno. Così si intende tutelare i turisti-consumatori dai rischi di frodi e contraffazioni della bufala campana, che aumentano durante il periodo estivo nei luoghi di maggiore afflusso. I primi risultati sono già arrivati. A Ischia, infatti, sono stati verificati numerosi punti vendita a Ischia Porto, Barano e Forio. Sono stati sequestrati e inviati a distruzione oltre 60 chili di prodotti alimentari. Si tratta di false Mozzarelle di Bufala Campana ...
  • 24 maggio 2018

    INTERVISTA – Opportunità e futuro delle IG europee

    Intervista esclusiva di Consortium al Commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale Phyl Hogan Phil Hogan, Commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, rilascia un’intervista esclusiva a Consortium in occasione dell’edizione 2018 di Origo, il Forum mondiale delle Indicazioni Geografiche, tenutosi a Parma lo scorso 8 maggio. Semplificazione normativa e regole uniformi per i controlli, fondi di promozione e nuovi accordi bilaterali, rafforzamento delle IG online e sviluppo di pratiche sostenibili sono i temi prioritari sul futuro del settore delle DOP, IGP e STG affrontati nell'intervista. Il crescente successo del sistema delle DOP IGP che si registra in molti Paesi europei impone sicuramente una riflessione su come la legislazione possa sostenere in maniera più puntuale e precisa questa crescita. È auspicabile una riforma del regolamento che faciliti l’uniformità delle norme dei tre settori Food, Wine and Spirits delle Indicazioni ...
  • 24 maggio 2018

    Aceto Balsamico di Modena IGP “autentico all’origine”

    Comunicazione, tutela e miglioramento dei controlli per aumentare la qualità del prodotto L'Aceto Balsamico di Modena IGP è una delle 295 Indicazioni Geografiche italiane riconosciute all’interno del sistema comunitario istituito per garantire e tutelare tanto i produttori quanto i consumatori di tutta Europa. La caratteristica principale dell’Aceto Balsamico di Modena IGP, come di tutte le altre DOP e IGP, è la limitazione geografica dell’area di produzione. Infatti, deve avvenire interamente nel territorio di origine, per mano di soggetti aderenti al sistema e operanti all’interno delle regole previste dal disciplinare produttivo e dal sistema di controllo e certificazione. La gestione dell’intero “sistema” è delegata a un Consorzio di tutela, costituito dai produttori e dagli altri componenti della filiera, che insieme decidono e applicano strategie, azioni di promozione e di tutela, affinché possano giungere al consumatore informazioni certe, chiare e ...
  • 25 aprile 2018

    Tutela IG: formaggere DOP nei ristoranti

    Un sistema di quote latte interno, che dimostra sul campo di riuscire a patrimonializzare i produttori di latte (e non i caseifici), consentendo al contempo di mantenere un prezzo della materia prima più elevato rispetto a quello di mercato. Un nuovo piano produttivo, approvato nei giorni scorsi dall'assemblea del Consorzio del formaggio Parmigiano Reggiano e ora al vaglio dei singoli produttori, che permette di regolare più agilmente l'offerta, senza rischiare di impattare sulle quotazioni (per altro cresciute del 14% lo scorso anno). Colpendo pesantemente i super splafonatori, che producono più del 20% dello slot assegnato (25 euro al quintale). Un nuovo sistema di comunicazione, capace di federare uffici stampa che operano nei principali mercati di sbocco e non solo. Un meccanismo di contrasto alle contraffazioni su larga scala, che culmina in una proposta al governo che verrà: introdurre, nei ristoranti del Balpaese, formaggere che garantiscano ai clienti che quello ...
  • 19 aprile 2018

    La Lenticchia di Alatmura IGP sbarca in tutta Italia

    Primi effetti per il rispetto dell'Indicazione Geografica  "Lenticchia di Altamura IGP". I titolari di due aziende agricole di Altamura sono stati denunciati con l'accusa di frode in commercio. Anche se effettivamente coltivano il gustoso e sano legume, non possono utilizzarne il nome poiché questa possibilità spetta ai produttori che rispettano il disciplinare approvato dalla Commissione europea su richiesta del Consorzio di tutela e valorizzazione. I Carabinieri Forestali del Parco nazionale dell'Alta Murgia hanno effettuato dei controlli in materia agroalimentare, proprio sulla corretta tracciabilità ed etichettatura. Le verifiche hanno riguardato varie aziende e realtà produttive. Sotto osservazione sono finite due aziende agricole altamurane che vendevano riportando la dicitura "lenticchia di Altamura". Le confezioni risultano così in contrasto rispetto all'indicazione protetta "Lenticchia di Altamura IGP" che è stata registrata e tutelata dall'Unione europea il ...
  • 20 marzo 2018

    Cibo sicuro nell’ agroalimentare: sequestrati prodotti evocanti marchi di qualità

    Continuano i controlli a largo raggio, del Comando Carabinieri per la tutela Agroalimentare, finalizzati al contrasto delle illegalità nel comparto agroalimentare a tutela del consumatore e degli operatori di settore. La perseverante attività dei militari dei Reparti Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, a seguito del controllo di 30 aziende dislocate sul territorio nazionale, ha portato: • in Piemonte e Val d’Aosta alla contestazione di svariate anomalie amministrative nell’ambito dell’etichettatura e della rintracciabilità; giungendo al sequestro di: • in provincia di Campobasso, 109.000 uova per carenza di elementi utili per risalire alla provenienza del prodotto; • in provincia di Avellino, 3 quintali di latte di bufala privi di rintracciabilità e denunciata 1 persona per irregolare esercizio dell’attività produttiva; • in provincia di Napoli, 95 bottiglie contenenti limoncello poiché mancanti degli elementi essenziali per risalire alla ...