Argomento: Barolo DOP

  • 7 Giugno 2018

    Barolo, “un vino che si trasforma nel bicchiere”

    Parla Antonio Galloni, il critico americano che ha rivoluzionato il linguaggio enogastronomico "Ci sono tre categorie di produttori emergenti: le aziende top, quelle familiari e i giovani". Quando ero ragazzo, mio padre mi diceva che c'erano due grandi vini nel mondo: il Barolo e lo Champagne. Raccontava che il Barolo era il vino per i re e le regine e io sognavo di assaggiarlo. Il Barolo sa trasformarsi nel bicchiere, cosa che non sa fare nessun altro vino. I grandi rossi di Borgogna, Bordeaux e Napa Valley sono davvero grandi, ma si svelano molto più facilmente.«Il Barolo è ...
  • 6 Aprile 2018

    Matteo Ascheri eletto presidente del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero

    Matteo Ascheri è il nuovo presidente del Consorzio di tutela del Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero. È stato eletto dall’Assemblea dei produttori, dopo le dimissioni a gennaio 2018 di Orlando Pecchino. Imprenditore vitivinicolo di Bra, classe 1962, guiderà un Consorzio –di cui è stato vicepresidente dal 1992 al 1994– con oltre 500 aziende vitivinicole associate che rappresentano 10mila ettari di vigneti in Langa e Roero e 65 milioni di bottiglie. Laureato in Economia e Commercio, Ascheri in passato ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali e oggi siede nel cda del Consorzio ...
  • 13 Dicembre 2017

    Barolo DOP, si discute sull’allargamento della zona di produzione

    Il Barolo DOP ha messo le ali. Il 2017 si chiuderà con una crescita nelle vendite del 7 per cento, prolungando una scia di segni positivi che si ripete ormai da sei anni. Le giacenze - o meglio, le riserve - sono al minimo e il vino sfuso ha raggiunto la soglia degli 8,5 euro al litro, mentre le uve dell’ultima vendemmia sono state vendute a 5 euro al chilo. A livello internazionale, il brand è uscito dalla nicchia degli intenditori e il nebbiolo (di cui il Barolo e composto) è sempre più riconosciuto come uno dei più grandi vitigni al mondo. Sulla base di questi numeri, il Consor...
  • 21 Agosto 2017

    La Mozzarella di Bufala Campana DOP tra i “souvenir” dell’estate piu’ amati dai turisti

    “Più di un italiano su tre (36%) in vacanza acquista prodotti alimentari tipici per avere un ricordo del territorio da donare a sé o agli altri”. È quanto emerge da un’indagine Coldiretti/Ixé. E la Mozzarella di Bufala Campana DOP è uno dei "ricordi" più ricercati dai turisti. “La tendenza verso spese utili – si legge in una nota – spinge all’acquisto di prodotti tipici come vino, formaggio, olio di oliva, salumi o conserve piuttosto che gadget, portachiavi, magliette”. “L’acquisto di prodotti tipici come ricordo delle vacanze è una tendenza in rapido sviluppo – ...
  • 7 Aprile 2017

    Grandi Langhe DOP: successo in crescita della terza edizione

    Oltre mille presenze in tre giorni, tra operatori e giornalisti del settore da tutto il mondo, per degustare i vini che hanno partecipato alla terza edizione di Grandi Langhe DOP,  la manifestazione a cadenza biennale organizzata dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, in collaborazione con Consorzio Roero e Albeisa, aperta esclusivamente ad operatori professionali e giornalisti internazionali e nazionali. I numerosi comuni di origine hanno ospitato tre giorni di degustazioni in location uniche, dando la possibilità ai partecipanti di conoscere da vicino i volti ...
  • 9 Gennaio 2017

    In commercio 18 mln di nuove bottiglie di Barolo DOP e Barbaresco DOP

    Potremmo definirla «Nebbiolomania». I dati di fine anno in arrivo dal mercato dei vini prodotti col vitigno che ha trovato il suo habitat naturale sulle colline di Langhe e Roero sono più che lusinghieri. +6% le bottiglie sigillate nel 2016 di Barolo DOP, più 5% quelle imbottigliate di Barbaresco DOP e addirittura più 10% quelle del Langhe DOP, la denominazione «di ricaduta» che sta riscuotendo grande successo in tutto il mondo. Dal l° gennaio hanno fatto il loro debutto anche le nuove annate, sebbene sugli scaffali delle enoteche e nei ristoranti non si troveranno ancora per qualche ...
  • 16 Giugno 2016

    Consorzio di tutela Langhe Vini, approvazione modifiche Statuto – GURI n. 139

    ITALIA - Approvazione delle modifiche allo statuto del Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani. Fonte: GURI n. 139 del 16/06/2016
  • 8 Gennaio 2016

    Fine Wine, i trend del 2016 (e l’Italia che cresce)

    TREND GLOBALI. Si torna a crescere, con l’Italia che continuerà a guadagnare quote di mercato, così come farà la California. Inizieranno a stagnare, se non a virare in negativo, le quotazioni dei Borgogna, mentre per Bordeaux, dopo la vendemmia 2015 giudicata “superba”, siamo sul filo del rasoio, e potrebbero arrivare delusioni come grandi soddisfazioni. Per lo Champagne sarà da tenere d’occhio il fenomeno delle grand cuvée millesimate: ecco i main trend per il mercato dei fine wine nel 2016, almeno secondo “The Drink Business”, rivista Uk che lavora a stretto contatto con ...
  • 27 Novembre 2015

    I prezzi dei vini salvati dalle DOC

    Solo l'etichetta Doc "salva" le quotazioni dei vini italiani. Da una elaborazione del sito Winenews.it su dati Ismea (gennaio-ottobre 2015) emerge che solo i vini a denominazione d'origine hanno mostrato un trend di crescita dei propri prezzi. Rispetto a gennaio- ottobre 2014 i listini delle etichette Doc e Docg sono cresciuti del 9% per i vini bianchi e dell'8% per i rossi: nello stesso periodo i prezzi dei vini senza sono calati in media del 15%. Tra le singole Do il primato in valore assoluto va al Brunello di Montalcino DOP (882 euro a quintale:+ 14,9%sul 2014).Il Brunello è seguito ...
  • 28 Aprile 2015

    Correzione alcuni disciplinari vini DOP inviati a commissione UE – GURI n. 97

    ITALIA - Correzione di alcuni disciplinari di produzione di vini DOP inviati alla Commissione UE ai sensi dell'articolo 118-vicies, paragrafi 2 e 3, del Regolamento (CE) n. 1234/2007 Fonte: GURI n. 97 del 28.04.2015
  • 23 Luglio 2014

    Verso il Wine expo cinese

    Italia Oggi Alcuni grandi nomi dell'enologia italiana e mondiale voleranno a Pechino per partecipare dal 29 al 31 luglio al Wine Expo, uno degli eventi clou per il mercato vinicolo cinese, che si svolge nella provincia di Yanqing, area dove il governo cinese ha già investito oltre 2 miliardi di euro per renderla zona vinicola d'eccellenza con 49 cantine già operanti. Consorzi italiani come Prosecco DOP, Barolo DOP e Roero DOP saranno presenti nello spazio che Fiera di Roma (partecipata della Regione Lazio) ha allestito nell'ambito del progetto di internazionalizzazione avviato di recente. Al Beijing Yanqing International Wine Exposition 2014 (www.bjwinexpo.com), accanto ad altri nomi importanti
  • 26 Giugno 2014

    Aria di Festa 2014

    È ai blocchi di partenza la trentesima edizione di "Aria di Festa", la celebre kermesse ideata e realizzata dal Consorzio del Prosciutto di San Daniele DOP in programma da domani a lunedì. Nella quattro giorni di festa del "re" San Daniele tutti avranno un buon motivo per andare e restare nella cittadina collinare.
  • 22 Aprile 2014

    Il buon vino punta forte sul «nuovo» Brasile

    Il Gionale del Piemonte Con quasi 25mila ettolitri e un volume d' affari di oltre 11 milioni di euro, l'Italia si conferma anche ne1 2013 al terzo posto come Paese esportatore di vino in Brasile, dopo Cile (39%) e Argentina (20%). I consumatori continuano a crescere insieme allo stile di vita e agli stipendi dei giovani brasiliani. Molti i vini amati in particolare i Barolo DOP e Barbera DOP, raccontava a Vinitaly Crebil Ferman, direttore della Global wine. Molte DOP saranno presenti a Expovinis Brasile 2014 - la più grande fiera del vino del Sudamerica - in programma da oggi a giovedì a San Paolo.
  • 15 Marzo 2014

    Torna “Voluptates”: il piacere nel bicchiere

    La XI Edizione di Voluptates - Magnifici Vini in degustazione si svolgerà dal 14 al 16 marzo, di nuovo ospitata nelle sale del Museo Civico San Domenico di Imola, in via Sacchi 4. Oltre 150 le etichette tra cui scegliere con la certezza di non sbagliare nemmeno un sorso:
  • 19 Luglio 2013

    Barolo Dop, Sagrantino Dop o Amarone Dop, come fare affari coi nostri vini

    Libero Scrive David Ricardo, il massimo teorico dell'economia classica, nella Londra del primo `800 che aveva «inventato» il Bordeaux, il Porto e perfino il Marsala: «Vi sono alcune merci, il cui valore è determinato soltanto dalla loro scarsità. Alcune statue e pitture rare, vini di qualità speciale, che possono esser fatti soltanto con uve raccolte in un determinato terreno, la cui estensione sia assai limitata, sono tutti di questo tipo. Il loro valore varia col variare delle ricchezze e dei gusti di coloro che sono desiderosi di possederli». Basterebbe questo a spiegare come si possano pagare 224mila euro per possedere uno Cheval Blanc da sei litri. Il prezzo di un appartamento. Follia? Forse. Ostentazione? Può darsi.