Argomento: antifrode

  • 21 Agosto 2014

    Mipaaf, vino: Nac scoprono ‘wine kit’ contraffatti per 28 mln di euro

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Nucleo Antifrodi Carabinieri di Parma, in collaborazione con i Reparti dell’Arma dei Carabinieri territorialmente competenti, con l’Area Antifrode della Direzione Interregionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e del servizio Antifrode dell’Ufficio delle Dogane
  • 29 Aprile 2014

    Aceto Balsamico IGP, il Consorzio sguinzaglia gli investigatori anti-frode

    Il Resto del Carlino Si prepara al suo battesimo del fuoco il neonato Consorzio di tutela dell'Aceto balsamico di Modena IGP. Perché a giorni tra il 5 e l'8 maggio - si terrà a Parma la prestigiosa kermesse Cibus, e per i nuovi "difensori dell'oro nero spilambertese" sarà di fatto la prima occasione pubblica per chiarire di fronte agli addetti ai lavori - e non solo - i propri obiettivi e strategie anti-contraffazione. Ovvero le ragioni che pochi mesi fa hanno portato alla fusione dei due storici Consorzi Igp in un unico soggetto di tutela
  • 6 Febbraio 2014

    Controlli dei NAC a tutela dei consumatori

    Il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari ha avviato il Piano Nazionale dei Controlli a Tutela dei Consumatori del 2014, effettuando verifiche straordinarie in tutto il territorio nazionale su 87 aziende del comparto agroalimentare, che hanno portato a sequestri di prodotti risultati privi della tracciabilità,
  • 20 Dicembre 2013

    Operazione “Natale Sicuro” sulla filiera agroalimentare

    Operazione “Natale Sicuro” sulla filiera agroalimentare Controlli straordinari dei Nuclei Antifrodi Carabinieri sulla tracciabilità a tutela dei consumatori Sequestrate oltre 7 mila tonnellate di prodotti alimentari irregolari per violazioni sulla tracciabilità e sulla etichettatura.
  • 26 Novembre 2013

    E’ nato “Italcheck” per battere la contraffazione

    La Stampa Il made in Italy è da sempre una garanzia di qualità, con un pericoloso nemico da combattere e sconfiggere: la contraffazione. Per dare una mano ad aziende e consumatori a capire se un prodotto è originale o solo un'imitazione ben riuscita, Marco Masselli, 30 anni, di Pinerolo, imprenditore laureato in Economia e disegno industriale, ha creato Italcheck, un sistema internazionale capace di verificare l'autenticità degli oggetti. «L'idea è nata un paio d'anni fa durante un viaggio di lavoro in Asia - spiega Masselli -. All'estero tutti amano i prodotti italiani, ma spesso è difficile riconoscerne l'autenticità. Prendiamo il più classico dei nostri prodotti alimentari, la pasta.
  • 20 Novembre 2013

    Sul sughero un’impronta digitale anti-falso

    Italia OggiL'anti-contraffazione nel vino ha un nuovo strumento: Idcork Questo sistema, ideato da Brentapack, newco del gruppo Labrenta, si basa su due elementi: il tappo in sughero, con la sua trama irripetibile come quella delle impronte digitali, e un'app, scaricabilegratuitamente dal sito www.ideork.com, che consente d'accedere a tutta una serie d'informazioni utili al consumatore finale, ma anche al produttore, per valutare l'autenticità della bottiglia di vino chiusa con un determinato tappo. Come funziona è presto detto. Brentapack imprime su ciascun tappo in sughero un numero identificativo. Il tappo idcork costerà 2-3 cent d'euro in più rispetto a un tappo in sughero di buona qualità.
  • 23 Settembre 2013

    NAC: il bilancio di “Estate Sicura”, operazione contro agropiraterie e frodi UE

    279 aziende controllate, 47 soggetti denunciati all’A.G., 1 milione di etichette ed oltre 13 tonnellate di prodotti agroalimentari sequestrati, 3 milioni di euro di illeciti finanziamenti ai danni dell’UE e dello Stato accertati.
  • 23 Settembre 2013

    “Tonno di Favignana”, ma era di Malta. I carabinieri sventano una frode

    La Repubblica Venduto come prodotto della mattanza, però l'ultima cattura nell'isola delle Egadi risale al 2007. Il pesce veniva venduto al costo di 10 euro per 100 grammi. Denunciato un imprenditore. Era venduto da una azienda locale come "Tonno di mattanza di Favignana", ma in realtà i nuclei antifrodi dei carabinieri dopo una serie di indagini hanno scoperto che si trattava di una maxi truffa. I militari dell'arma, hanno accertato presso la Direzione Generale della Pesca del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che l'ultima cattura di tonno documentata effettuata dalla tonnara di Favignana risaliva al 2007.
  • 22 Luglio 2013

    Sui controlli antifrode il Collio sposa il Montasio

    Il Gazzettino L'abbinamento non è nuovo, ma fino a oggi si trattava solo di gastronomia e marketing. A dare più forza al binomio Collio Goriziano DOP - Montasio DOP, da quest'anno, c'è anche l'accordo che unifica i controlli antifrode effettuati dai due consorzi. Accordo già operativo, essendo stato recepito per decreto dal ministero delle Politiche agricole. Non si tratta del controllo sulle procedure di lavorazione previsto dalla 0cm vino e già obbligatorio per tutta la produzione Dop e Igp,ma di accertamenti sulle bottiglie già immesse sul mercato, dagli scaffali dei supermercati ai banchi di bar e risotranti, per una verifica ulteriore sul rispetto della normativa e dei disciplinari di produzione.