OQ-SISTEMA IG

Osservatorio Qualivita Sistema IG

  • 26 maggio 2017

    Bevande spiritose IG, AssoDistil: alla 71esima assemblea il punto sulla situazione italiana

    Venerdì 26 maggio, alle ore 10.30, presso il Palazzo delle Confcooperative in via Torino 146 a Roma, AssoDistil - Associazione Nazionale Industriali Distillatori di Alcoli e Acquaviti - organizza la 71esima assemblea generale per celebrare insieme i risultati dell'Associazione e dell'attività imprenditoriale italiana. AssoDistil, fondata nel 1946, rappresenta attualmente 60 distillerie industriali, che coprono circa il 95% della produzione nazionale di bevande spiritose IG, acquaviti e di alcole etilico da materie prime agricole. I numeri del 2015 emersi dall'ultima assemblea generale presentano l’Italia come un player orientato alla qualità di prodotto e lontana dal forte aumento di produzione, che l’industria della distillazione ha registrato negli ultimi anni a livello mondiale. Nell’Unione europea si è passati da 21 milioni di ettanidri nel 2005 a 73 milioni nel 2015. In tutto il mondo, la produzione nello stesso decennio è passata da 457 milioni di ettanidri a 1 ...
  • 24 maggio 2017

    Contraffazione: vini toscani taroccati, denunciato un altro falsario di vino

    Una vera e propria centrale di vini contraffatti, compresi Chianti Riserva DOP, Vernaccia di San Gimignano DOP e Brunello di Montalcino DOP. L'ennesimo giro di vini toscani taroccati è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Siena durante gli accertamenti sul titolare di una azienda agricola di Montepulciano. Secondo gli investigatori - le indagini sono state coordinate dal pubblico ministero Aldo Natalini - l'uomo aveva organizzato una doppia frode: una usando senza titolo uno storico marchio, registrato da una azienda vinicola di San Gimignano, l'altro attraverso "la contraffazione delle certificazioni di origine qualitativa". Alla fine, sulla base del materiale raccolto, per lui è scattata una denuncia con l'accusa di contraffazione, alterazione o uso di marchi e contraffazione di indicazioni geografiche e denominazioni di origine di prodotti alimentari. Le indagini dei finanzieri sono partite durante una semplice visita fiscale, durante la quale sono saltate fuori diverse ...
  • 24 maggio 2017

    Il Chianti DOP torna dall’Asia “Il futuro del vino è qui”

    Il Consorzio del Vino Chianti DOP fa ritorno in Toscana dopo aver concluso il tour che lo ha visto protagonista per due settimane nel continente asiatico. Oltre 40 aziende hanno partecipato al primo Prowine di Hong Kong, con uno stand di 192 metri quadri a disposizione, è stata poi la volta di Singapore e infine, una primissima esperienza a Seoul. “Abbiamo riscontrato un grande interesse – ha spiegato Marco Alessandro Bani, direttore del Consorzio – e abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con un pubblico più maturo e consapevole rispetto al passato per quanto riguarda il nostro prodotto. Ad Hong Kong, in particolare, l'organizzazione è stata ottimale e nel complesso le nostre aziende hanno incontro oltre 150 buyers arrivati da tutti i territori limitrofi. E' indubbio che torneremo in Asia già nel 2018 in quanto il mercato lo impone dati i numeri che il consumo interno di questo paese sta registrando. Ogni seminario che abbiamo organizzato ha riscosso enorme ...
  • 24 maggio 2017

    Distretto Agrumi di Sicilia, la grande sfida dei produttori

    Un mercato difficile quello degli agrumi, specie per quel riguarda la burocrazia e la logistica. L'apertura del mercato cinese rappresenta un'importante opportunità ed è una grande sfida commerciale che i produttori siciliani vogliono affrontare, come spiega a ItaliaOggi Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia. Un distretto che racchiude anche  tutti i Consorzi di tutela delle produzioni di qualità - Arancia di Ribera DOP, Limone di Siracusa DOP, Limone Interdonato DOP, Arancia rossa di Sicilia IGP - e dalle associazioni che hanno chiesto il riconoscimento (Mandarino tardivo di Ciaculli e Limone dell'Etna) Domanda. Qual è il significato di questa apertura? Risposta. Può essere una grande opportunità se saremo in grado di sfruttarla. Si tratta di un mercato vastissimo ed esportare i nostri agrumi in un grande paese come la Cina non è affatto semplice, ci vuole una approfondito studio. Non ci si puo illudere che così, d'emblée, , si spalanchino ...
  • 24 maggio 2017

    Consorzio Olio Toscano IGP: il 26 maggio assemblea generale dei soci

    L’assemblea generale annuale ordinaria del Consorzio di tutela dell’Olio Toscano IGP  si svolgerà venerdì  26 maggio 2017, a Firenze,  presso lo stadio Artemio Franchi, in  viale Manfredo Fanti. Prima di arrivare alla convocazione generale, il consiglio di amministrazione del Consorzio dell’Olio Toscano IGP, ha convocato diverse adunanze parziali per le  categoria degli olivicoltori,  molitori e imbottigliatori,  nelle quali sono stati  eletti i delegati che parteciperanno all’assemblea generale ordinaria. Il Consorzio per la tutela dell’olio extravergine di oliva Toscano IGP nasce nel 1997 per iniziativa di alcuni olivicoltori toscani. In oltre 15 anni di attività, il Consorzio è cresciuto fino a superare gli 11.000 associati, un traguardo che è merito della qualità del lavoro svolto, capace di tutelare e promuovere l'olio extravergine di oliva Toscano in Italia e all’estero. L’olio extravergine di oliva Toscano - patrimonio unico del territorio e ...
  • 24 maggio 2017

    Aicig: assemblea annuale e convegno sull’evoluzione della normativa

    Giovedì 25 maggio ore 10.00 a Roma, presso la sede di Confcooperative, la Fondazione Qualivita parteciperà al convegno "I Consorzi di tutela e l’evoluzione della normativa: disciplinari e statuti" nell'ambito dei lavori dell’assemblea annuale 2017 di AICIG -  Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche -  alla presenza dei 65 Consorzi soci e del Vice-Ministro Mipaaf Andrea Olivero. Temi generali dell’incontro, coordinato dal dirigente Mipaaf, Luigi Polizzi, saranno i principali ambiti di sviluppo del settore delle Indicazioni Geografiche. Sulla tematica "Gli statuti dei Consorzi di tutela a seguito della Legge 526/99: analisi e proposte" interverranno Cesare Nicola Baldrighi, Presidente Afidop e Presidente del Consorzio Grana Padano DOP e Giuseppe Liberatore, Presidente Aicig e Direttore Olio Chianti Classico DOP. Leo Bertozzi, Segretario Aicig e Massimo Vittori, Direttore Origin, faranno il punto su "I 'Gruppi di produttori' negli altri ...
  • 24 maggio 2017

    Pecorino Toscano DOP: presentati i risultati del progetto scuole e il DOP Kit Junior

    Sono stati presentati giovedì 18 maggio a Grosseto i risultati finali del progetto “A scuola con la DOP” promosso da Legambiente, in collaborazione con il Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP, per sensibilizzare gli studenti sull’importanza della sana alimentazione attraverso una maggiore consapevolezza alimentare e un approfondimento sul marchio DOP. Le classi coinvolte sono state 22, per un totale di 350 studenti facenti parte delle scuole primarie di Grosseto, Marina di Grosseto, Istia d’Ombrone, Albinia, Follonica, Monterotondo Marittimo e Isola del Giglio. Gli studenti, oltre ad aver svolto le attività in classe, hanno anche fatto visita ai caseifici della provincia di Grosseto: al Caseificio Follonica di Francesco Spadi, al Caseificio Sociale di Manciano, al Caseificio Alival di Castel del Piano e al Caseificio Maremma di Spadi Fortunato. “Abbiamo partecipato con convinzione al progetto promosso da Legambiente nelle scuole primarie – ha affermato Andrea ...
  • 23 maggio 2017

    Arancia Rossa di Sicilia IGP, aperte le iscrizioni per la stagione 2017/18

    Il Consorzio di Tutela dell’Arancia Rossa di Sicilia IGP, riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dal mese di giugno 2015 e le cui attività principali sono la promozione, valorizzazione, tutela del prodotto e di informazione al consumatore, iscrizioni campagna agrumicola 2017/2018. L’adesione al Consorzio di Tutela consente di poter fregiare (commercializzare) le Arance Rosse (Tarocco, Moro e Sanguinello), con la Indicazione Geografica Protetta "Arancia Rossa di Sicilia IGP", oggi molto richiesta sia dalla grande distribuzione sia dai consumatori, dato anche il recente andamento positivo, del 41%, occupato nella crescita complessiva del largo consumo dai segmenti benessere e naturale. Ottenere l’IGP, non è una semplice e sterile certificazione, ma dà la certezza di immettere sul mercato un prodotto di qualità e di avere alle spalle una struttura organizzata votata a favorire l’incremento dei consumi di arancia rossa IGP e punto di ...
  • 23 maggio 2017

    Ortofrutta, Mela Val di Non: gravi ripercussioni dalle gelate di aprile

    Il confronto tra sindacati e Provincia sulla crisi dell'ortofrutta provocata dalle gelate di aprile mette in moto un tavolo tecnico per affrontare l'emergenza occupazionale. I danni delle gelate, infatti, sono molto consistenti soprattutto sui meleti della Val di Non e Val di Sole e poi, a macchia di leopardo, su meleti, vigneti e piccoli frutti in varie zone dei Trentino. Le organizzazioni sindacali e gli stessi consorzi frutticoli, Melinda in testa, hanno lanciato l'allarme sul rischio che centinaia di lavoratori stagionali possano non essere riconfermati nella nuova stagione produttiva che comincia a settembre. Ma intanto 300 lavoratrici dei centri di lavorazione di Melinda sono già disoccupate con due mesi di anticipo sul previsto. Il Consorzio infatti ha dovuto ridurre il lavoro in queste settimane anche per prolungare le vendite di questa stagione fino a novembre e attenuare l'impatto del calo produttivo della nuova raccolta. Le stime definitive arriveranno tra qualche ...
  • 22 maggio 2017

    Corsa continua ai nuovi vigneti: presentate domande per 164mila ettari

    Continua la corsa ai vigneti. Dopo il boom già registrato nel 2016 in Italia le nuove domande di autorizzazione all'impianto (le licenze che bisogna detenere insieme alla titolarità del vigneto per produrre vino) nel 2017  hanno fatto registrare un nuovo record. A fronte di una disponibilità di 6.458 ettari l'anno (un budget pari all'1% del vigneto Italia) sono state presentate richieste di nuove autorizzazioni per 164mila ettari: 25 volte di più. Significativi anche i dati regionali. Secondo le cifre rese note dall'Unione italiana vini le prime regioni per numero di richieste sono ancora una volta quelle del Nord Est. Sulla scorta dei due fenomeni enologici di questi anni, Prosecco DOP e Pinot Grigio DOP, Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno presentato domande per piantare rispettivamente 9omila e 29mila nuovi ettari di vigneto (a fronte di una disponibilità di 866 ettari il Veneto e 249 il Friuli). E considerato che in Veneto ci sono 86mila ettari di superfici vitate e in ...
  • 22 maggio 2017

    Il Consorzio Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOP rinnova il CdA

    Innocente Nardi è stato confermato presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOP. Sarà affiancato in questo mandato dai vicepresidenti Valerio Fuson, direttore tecnico di Villa Sandi, e Giuseppe Collatuzzo, rappresentante della Cantina Sociale di Conegliano e Vittorio Veneto. «In questi sei anni il lavoro di squadra del consiglio di amministrazione e dei soci del Consorzio ha permesso di raggiungere obiettivi importanti per la denominazione, creando valore per il territorio e per la comunità del Conegliano Valdobbiadene. La stessa candidatura Unesco - afferma Nardi rappresenta un passo importante nella valorizzazione e tutela del territorio. Ma non solo: abbiamo perfezionato il nostro protocollo viticolo che si conferma uno strumento molto avanzato sulla strada della sostenibilità ambientale». «La riconferma di Innocente Nardi è garanzia di scommessa vincente per i viticoltori delle colline di Conegliano e Valdobbiadene - dichiara il presid...
  • 19 maggio 2017

    Consorzi del Prosecco DOP, al via vigneti hi-tech per salvaguardare il territorio

    Il futuro delle viti in collina? In mano a bracci meccanici dotati di sensori ottici. Ma anche a strumenti in grado di nebulizzare fitofarmarci senza disperderli. Non c'è altra via per rendere la miniera d'oro dei filari del Prosecco sempre più sostenibile e meno schiava di pesticidi e diserbanti. Almeno secondo i Consorzi di Tutela Prosecco DOC, Asolo Montello Prosecco DOP e Conegliano Valdobbiadene DOP, nonché Condifesa Treviso, l'associazione che si occupa di proteggere le attività agricole del territorio. Eppure c'è chi vede nella meccanizzazione spinta un pericolo. L'affondo viene dal consigliere regionale del Pd Andrea Zanoni, dopo l'ok della Terza Commissione alla delibera di Palazzo Balbi che stanzia 16,2 milioni di euro (fondi in gran parte comunitari) per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti. «Così il territorio diventa una monocultura ad altissimo impatto, vista la pioggia di contributi per far fuori i vecchi vigneti e favorire la meccanizzazione - ...
  • 19 maggio 2017

    DOP IGP: gioco di squadra tra i marchi Ue campani

    Gioco di squadra per le DOP campane: Mozzarella di Bufala Campana DOP, Melannurca Campana IGP e San Marzano dell'Agro Sarnese-Nocerino DOP, ma il brand chiave è la Pasta di Gragnano IGP. Gioco di squadra tra prodotti diversi in particolare sui mercati esteri e sinergie reali tra brand territoriali e brand aziendali. Sono questi i due principali obiettivi per i prodotti alimentari campani DOP e IGP così come emerso nei giorni scorsi all'incontro "La Pasta di Gragnano IGP incontra i prodotti DOP e IGP della Campania" che si è tenuto nell'ambito della manifestazione "Ligami di pasta" alla Città della Scienza a Napoli. A livello nazionale la Campania con 25 marchi DOP e IGP (ai quali vanno aggiunte 29 etichette di vini a denominazione d'origine) tra le regioni è preceduta solo da Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Toscana e Sicilia e viene prima del Piemonte che ne ha 23. Di grande rilievo anche il numero di operatori: tra produttori agricoli, allevatori e trasformatori ...
  • 18 maggio 2017

    Pistacchio Verde di Bronte DOP, il maltempo mette a rischio il 60% della produzione

    Violento temporale ha falcidiato gli alberi di alcune contrade, in alcune zone distrutto il 60% della produzione di Pistacchio Verde di Bronte DOP che si preannunciava abbondante. Il Pistacchio Verde di Bronte DOP si raccoglie ogni 2 anni e quest'anno a settembre si prospettava una delle più ricche produzioni. Il clima fino ad oggi era stato di grande aiuto per le preziose piante, che già mostravano frutti in quantità. 1 produttori già pregustavano una raccolta straordinaria, ma, purtroppo, non sarà così. Ieri in pochi minuti quasi il 60% della produzione in diverse contrade è andata perduta a causa di una violenta grandinata. Più o meno come già accaduto 2 anni fa sulle campagne si è abbattuto un violento temporale con grossi chicchi di grandine che hanno falciato i teneri pistacchi sulle piante. Per i produttori un danno incalcolabile. In un attimo sono andati in fumo 2 anni di lavoro. Chi è andato in campagna ha trovato un tappeto di pistacchi e grandine per terra e ...
  • 18 maggio 2017

    Maremma Toscana DOP, il Consorzio promuove vino e territorio

    Compie tre anni il Consorzio Tutela Vini Maremma Toscana che, nel 2014 dopo il conferimento della DOP, si è posto l'obiettivo di promuovere la qualità dei vini della zona e garantire il rispetto delle norme di produzione previste dal disciplinare, dedicandosi alla tutela e alla vigilanza della Maremma Toscana DOP e all'assistenza ai soci sulle normative che regolano il settore. Un bel percorso quello intrapreso dal Consorzio finalizzato a rafforzare in Italia e all'estero la conoscenza da un lato di questa DOP, dall'altro del territorio da cui proviene, ovvero la Maremma, un'arca geografica posta a sud della Toscana caratterizzata da condizioni pedoclimatiche molto diversificate che incidono notevolmente sulle caratteristiche dei vini proposti. Di finalità, progetti, azioni strategiche ed iniziative ne parla Edoardo Donato, che del Consorzio è il presidente: «Il Consorzio è oggi una realtà in continua evoluzione che raggruppa 258 aziende associate, di cui 186 viticol...
  • 18 maggio 2017

    Fari accesi sulla Taggiasca

    L’Italia delle posizioni contrapposte. Una nota stampa del Comitato promotore dell’oliva Taggiasca spiega con chiarezza il perché non sia convincente la recente proposta di una Dop “Oliva Liguria di Ponente”. Sono considerate infatti "ipotesi fantasiose e inutili" quelle relative alla "mappatura genetica dei singoli alberi d’ulivo”. Inoltre, lo storico Comitato cui aderiscono in modo convinto Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Unione Industriali, Camere di Commercio della Liguria e Consorzio di Tutela dell’olio DOP Riviera Ligure, nasce proprio a difesa della varietà Taggiasca e segna la strada da seguire Si apprezza il cambiamento di rotta compiuto dal Comitato “Salvataggiasca”, il quale è passato da una fase di mera contrarietà ad una fase propositiva; è un passaggio che sancisce l’ammissione e la presa di coscienza anche da parte dei componenti del Comitato del rischio grave e concreto che corrono le nostre produzioni e della conseguente necessità di ...