• 28 marzo 2017

    OSS LEGISLATIVO – N3.2017 Marzo

    SCENARIO POLITICO/NORMATIVO: sul fronte normativo, diverse sono le #leggi nazionali/europee e gli #accordi internazionali che incidono sulle Indicazioni Geografiche: è nato il 14 marzo il Consorzio Delle Venezie DOC Pinot Grigio, la varietà più coltivata in Friuli Venezia Giulia (6 mila ettari) e la seconda in Veneto. Abbiamo così un terzo vino frizzante (tipologia spumante) nel Nordest, dopo il re Prosecco e l'autoctona friulana Ribolla gialla. Col decreto del 20 marzo n. 1715 il Ministero delle politiche agricole ha operato la suddivisione delle risorse a sostegno del programma nazionale del settore vitivinicolo. Per la campagna 2017/2018 sono a disposizione 336.997.000 euro così ripartiti: 101.997.000 euro per la promozione sui mercati esteri, 140 milioni di euro per la riconversione dei vigneti, 10 milioni di euro per la vendemmia verde, 20 milioni di euro per l'assicurazione sul raccolto, 45 milioni di euro per investimenti vari e 20 milioni di euro per la distillazi...
  • 7 marzo 2017

    OSS LEGISLATIVO – N2.2017 Febbraio

    SCENARIO POLITICO/NORMATIVO: Una notizia da segnalare dai #Tribunali europei: la Commissione Europea è alle prese con la vicenda sul Teran, la denominazione protetta di vino registrata dalla Slovenia ma richiesta anche dai produttori croati. Dopo due anni di colloqui senza risultato tra Zagabria e Lubiana, l'Esecutivo UE ha presentato un atto delegato che nei prossimi mesi potrebbe riconoscere come legittimo l'utilizzo in deroga della denominazione del vitigno Teran esclusivamente al vino croato "Hrvatska Istra". La Slovenia continua a opporsi alla decisione. Questo rischia di complicare anche l'iter per la DOP transfrontaliera Terrano, avviato con l'Italia alla fine del 2015. Secondo fonti del Mipaaf, il progetto è in buono stato di avanzamento, con i vignaioli del Carso italiano e sloveno che hanno definito le regole sui requisiti della DOP. La Commissione Europea aveva accolto con favore il progetto vedendo in una DOP Italia-Croazia-Slovenia un modo di risolvere la contesa ...
  • 8 febbraio 2017

    OSS LEGISLATIVO – N1.2017 Gennaio

    SCENARIO POLITICO/NORMATIVO: una notizia da segnalare dai #Tribunali italiani, sulla spesa dei fondi UE per la promozione del vino italiano all'estero: non cala la tensione dopo i 13 ricorsi al Tar sulla prima graduatoria nazionale e i tentativi del Mipaaf di superare l'empasse, i 102 milioni restano bloccati. A settembre, in seguito alle prime contestazioni delle cantine escluse, il Mipaaf aveva rivisto la graduatoria degli assegnatari e a fine 2016 aveva lanciato un nuovo bando nel quale recuperare gli esclusi. Oggetto dei ricorsi di ottobre era stata la definizione di un “nuovo beneficiario” al quale garantire una priorità nell'accesso ai fondi, priorità che non sarebbe stata rispettata però nella prima graduatoria predisposta. Da qui i ricorsi e la revisione della graduatoria in attesa del pronunciamento di merito del Tar atteso per il prossimo 21 marzo. Sul fronte normativo, diverse sono le #leggi nazionali e europee e gli #accordi internazionali che incidono sulle ...
  • 10 gennaio 2017

    OSS LEGISLATIVO – N4.2016 Dicembre

    SCENARIO POLITICO/NORMATIVO: Nel mese di dicembre sono stati diversi gli input legislativi per il settore delle IG italiane. Una notizie da segnalare proviene dal #Tribunale tedesco di Karlsruhe a cui si è appellato il Consorzio di tutela Aceto Balsamico di Modena IGP. La Corte d'appello tedesca, con sentenza di secondo grado, ha riformato la sentenza emanata lo scorso anno dal tribunale di Mannheim che aveva dato ragione al Consorzio in un giudizio civile che l'opponeva alla società tedesca Balema. Questa è poi ricorsa in appello bloccando l'esecutività del provvedimento emesso dal tribunale. La Corte in sostanza ha ritenuto che l'aggettivo "balsamico" non sia di uso esclusivo dei produttori aderenti al Consorzio, ma la sentenza non è definitiva e si dovrà attendere ancora qualche mese prima di conoscere l'epilogo della questione. Il Consorzio ha infatti depositato l'atto di ricorso presso la Suprema corte tedesca chiedendo la riforma totale della sentenza e l'eventuale ...
  • 12 dicembre 2016

    OSS LEGISLATIVO – N3.2016 Novembre

    SCENARIO POLITICO/NORMATIVO: In novembre un’unica notizia da segnalare dai #Tribunali italiani: il Tar del Lazio è stato interpellato da alcune aziende vitivinicole escluse dalla graduatoria del Mipaaf dopo l’emanazione del bando che conferiva dei finanziamenti provenienti direttamente dall’Europa. Il Ministero alla Conferenza Stato Regioni ha proposto uno schema di decreto ministeriale col quale si ipotizza la definizione di un nuovo bando che dovrebbe rimettere in circolo le risorse della graduatoria nazionale 2016-17 e che sono rimaste inutilizzate. Sul fronte normativo, molte sono le #leggi nazionali/europee e gli #accordi internazionali che incidono sulle Indicazioni Geografiche. Il 28 novembre è diventato legge il Testo Unico della vite e del vino, che semplifica in 91 articoli le attuali 4mila pagine di provvedimenti e che promette di dimezzare gli adempimenti burocratici per le aziende. Un solo ente controllore certificherà i vini DOP IGP, mentre le imprese ...
  • 9 novembre 2016

    OSS LEGISLATIVO – N2.2016 Ottobre

    SCENARIO POLITICO/NORMATIVO: Nel mese di ottobre, le prime notizie da segnalare provengono dai #Tribunali italiani: il Consorzio di tutela Nobile di Montepulciano DOP si è opposto, vincendo, a un'azienda vitivinicola della zona del Chianti che aveva usato l'aggettivo «Nobile» nella denominazione aziendale. Il collegio giudicante fiorentino del Tribunale civile delle imprese ha sancito che l'uso di tali termini configura una contraffazione dei marchi «Vino Nobile di Montepulciano», «Vino Nobile» e «Nobile», in quanto non risulta essere conforme ai principi della correttezza professionale. È stata invece esclusa la concorrenza sleale, sulla base di etichette assai diverse. Altro importante risultato quello emerso con l’ordinanza della sezione specializzata in materia d’impresa del Tribunale di Bologna contro quei prodotti che evocano o imitano la denominazione Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP: questo ha ritenuto infatti che non vi siano i presupposti per ...
  • 28 ottobre 2016

    OSS LEGISLATIVO – N1.2016 Agosto-Settembre

    SCENARIO POLITICO/NORMATIVO: Nei mesi di Agosto e Settembre, sono stati diversi gli input legislativi per il settore delle IG italiane. Due le notizie da segnalare provenienti dai #Tribunali italiani. Dalla sezione specializzata del Tribunale di Bologna arrivano novità positive per la tutela dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP e dell’Aceto Balsamico di Modena IGP. Il provvedimento che ha portato l’operatore coinvolto al pagamento di una sanzione e all’obbligo di distogliere dal mercato i prodotti giudicati evocativi sembra confermare la possibilità di una tutela ampia contro l’uso del termine “balsamico” quando abbinato a prodotti comparabili. Le controversie in materia di denominazione d’origine protetta (DOP) di un prodotto agricolo sono di competenza della sezione specializzata in materia d’impresa e non del giudice di pace, in quanto le denominazioni di origine rientrano tra i diritti di proprietà industriale. Questo in sintesi l’importante ...