Articoli Stampa

  • 9 novembre 2017

    Promozione IG, accordo tra i consorzi Pecorino Romano DOP, Asiago DOP e Speck Alto Adige IGP

    Il Consorzio del Pecorino Romano DOP si allea con i Consorzi di tutela del formaggio Asiago DOP e lo Speck Alto Adige IGP per rafforzare la sua presenza e allo stesso tempo tutelarsi meglio nei mercati strategici di Stati Uniti e Canada attraverso percorsi di formazione, promozione e comunicazione. Si chiama "Propaseu" ed è il progetto triennale, finanziato dalla Commissione europea con 2,4 milioni di euro, che punta anche a valorizzare il legame del formaggio ovino Dop sardo nel suo territorio d'origine potenziando al contempo la riconoscibilità dei tratti distintivi propri del Pecorino romano nei mercati esteri. E proprio quest'ultimo rappresenta uno degli aspetti che hanno spinto il Consorzio di tutela del Pecorino romano a partecipare al bando unitario dell'Unione europea. "Riteniamo molto importante rafforzare la tutela del prodotto nel Nord America - spiega il presidente del Consorzio del Pecorino romano, Salvatore Palitta - ma questo non vuol dire solo fare promozi...
  • 8 novembre 2017

    Il Consorzio Pasta di Gragnano IGP cambia tutto e passa da promozione a tutela stanziando 800 mila euro

    Un consorzio, ed è notizia che conoscete, già esisteva. Ma non si poteva definire consorzio di tutela perché la norma richiede la rappresentatività richiesta dalla legge: il 66% della produzione (per il riconoscimento Mipaaf ndr). Che il consorzio, meglio, l’associazione di aziende che si era costituita intorno al marchio della spiga di grano da accompagnare obbligatoriamente con il logo dell’IGP, non aveva. Quindi, non poteva parlare a nome delle aziende che producono pasta di Gragnano e che pure si rifacevano a quello che stabilisce l’IGP. Se le parole sono importanti, nel caso del costituendo consorzio sono fondamentali. Lo strumento di promozione (ma non di tutela) della produzione tipica è stato affidato dal 2013, anno in cui è stata riconosciuta l’IGP, al Consorzio Gragnano Città della Pasta che ha un logo araldico turrito e richiami alle spighe di grano che compaiono anche in quello ufficiale dell’IGP. Adesso nuovi soggetti hanno arricchito la compag...
  • 8 novembre 2017

    I vini a denominazione USA a Trump: ora difendi le IG

    Anche il mondo del vino a stelle e strisce spinge per le Indicazioni geografiche protette. I produttori vitivinicoli americani, che hanno aderito nel corso dell'ultimo G7 agricoltura di Bergamo alla dichiarazione sulle Ig denominata #BergamoDeclaration, hanno inviato una lettera al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump (nella foto), in difesa delle stesse indicazioni geografiche, osteggiate dall'industria alimentare Usa. Al summit orobico partecipò, infatti, anche Colehour Bondera, presidente di Aop, l'associazione che riunisce tutte le organizzazioni delle Ig Usa, comprese quelle del vino promotrici della lettera a Trump. La missiva, inviata il due novembre, risponde di fatto a una precedente lettera, spedita sempre a Trump, in ottobre, dagli industriali Usa, attraverso il Consortium Common Food Name. A svelare la presa di posizione dei produttori vitivinicoli americani è stata Fondazione Qualivita. Nella lettera dei produttori USA si legge: «Come rappresentanti delle ...
  • 7 novembre 2017

    I produttori vitivinicoli USA chiedono più difesa delle Indicazioni Geografiche

    I produttori americani che hanno aderito alla #BergamoDeclaration mandano una lettera al Presidente Trump per difendere le Indicazioni Geografiche     Importante presa di posizione da parte delle organizzazioni dei produttori vitivinicoli americani che chiedono a Trump attraverso una lettera di difendere le indicazioni geografiche in risposta alla precedente lettera inviata dall’industria food Usa attraverso Consortium Common Food Name nel mese di ottobre che aveva fatto molto scalpore. “Come rappresentanti delle organizzazioni di produttori vitivinicoli di sette regioni del vino degli Stati Uniti d’America, crediamo che i nomi delle grandi regioni vinicole di tutto il mondo debbano essere protetti contro gli abusi di produttori esterni a tali regioni. Ci opponiamo pertanto alla richiesta che hai ricevuto il 3 ottobre 2017 da vari gruppi di alimenti e bevande per chiedere ai governi di Giappone e Messico di non proteggere le denominazioni geografiche ...
  • 6 novembre 2017

    Parmigiano Reggiano DOP: a Londra per World Cheese Awards 2017

    Quaranta caseifici produttori di Parmigiano Reggiano DOP fanno squadra e partecipano insieme al World Cheese Awards che si terrà a Londra da giovedì 16 a domenica 19 novembre. Alla manifestazione prenderanno parte 3 mila formaggi, provenienti da oltre 30 Paesi. 250 esperti da tutto il mondo - acquirenti internazionali, commercianti, giornalisti e produttori di formaggi - esamineranno i campioni per individuare quelli meritevoli di una medaglia di bronzo, d’argento o d’oro. Ogni tavolo selezionerà inoltre il formaggio Super Gold che arriverà all’ultimo giro della giuria, prima dell’incoronazione del formaggio Campione del Mondo che avrà luogo nel tardo pomeriggio e sarà trasmessa dal vivo in tutto il mondo su WCA TV. I 40 caseifici della Nazionale del Parmigiano Reggiano DOP dovranno difendere il primato raggiunto lo scorso anno a San Sebastian, quando la Nazionale conquistò 38 medaglie, oltre a tre prestigiosi Supergold, portando il Re dei Formaggi al vertice ...
  • 6 novembre 2017

    Prosciutto Toscano DOP: assalto ai mercati, record sugli scaffali della Gdo

    Con  un'inflessione inconfondibile, Cristiano Ludovici, presidente del Consorzio Prosciutto Toscano DOP, afferma:"Ci garbano i nostri consumatori". Sintesi perfetta  della filosofia dei 21 consorziati (più tre affettatori), "che perseguono compatti i miglioramenti del prodotto, con l'obiettivo di alzare sempre la qualità e soddisfare le esigenze dei nostri clienti. Il tutto nel rispetto della tradizione". I dati sembrano dare ragione a Ludovici: con circa 400mila pezzi prodotti e momenti di vendita sempre più significativi, il Toscano è leader nel segmento dei salumi preaffettati e confezionati che si trovano sui banchi dei supermercati. E negli ultimi anni ha mostrato una predisposizione particolare a varcare i confini nazionali, partecipando ad alcune delle fiere internazionali più prestigiose del settore, come Anuga e la Summer Fancy Food di New York. "Produciamo circa 4 milioni di vaschette all'anno — fa i conti Ludovici —, quasi un quarto della produzione viene ...
  • 6 novembre 2017

    Arancia Rossa di Sicilia IGP, proseguono le adesioni

    Sono ancora aperti i termini per l'iscrizione di nuovi soci al Consorzio di tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP. "Il piano dei controlli approvato lo scorso luglio - spiega Giovanni Selvaggi, presidente del Consorzio di tutela - consente l'iscrizione dei produttori fino a 30 giorni prima dell'inizio della fase di raccolta del prodotto. Nella domanda di adesione il produttore è tenuto a indicare contestualmente la data presunta di inizio della raccolta, per consentire all'organismo di controllo Check Fruit di potere effettuare la valutazione ambientale, la pianificazione della verifica ispettiva e l'esecuzione della stessa prima che abbia inizio la raccolta del prodotto". Gli intermediari e confezionatori possono inoltrare le domande di accesso al Consorzio e all'organismo di certificazione in qualsiasi momento dell'anno, ma prima dell'inizio di ogni attività riguardante la gestione del prodotto IGP. Questi soggetti, infatti, potranno iniziare la gestione del prodotto certific...
  • 6 novembre 2017

    Arriva il primo olio extravergine d’oliva certificato Marche IGP: attesa grande annata

    Quello del 2017 sarà il primo Olio delle Marche IGP con certificazione concessa dall’Unione Eurpea. L’aspettativa è per un olio di grande qualità, con un buon contenuto in polifenoli (antiossidanti naturali), dal gusto amaro e piccante, con le sostanze volatili tipiche di ciascuna varietà. Si stanno producendo, in questi giorni, i primi oli che avranno la certificazione Marche IGP, sia mono che plurivarietali. Dopo un percorso ventennale, le Marche hanno ottenuto l’Indicazione geografica protetta dell’Unione europea. La campagna oleicola in corso è l’occasione per fare il punto su un settore caratteristico dell’agricoltura marchigiana che coinvolge 25.458 aziende agricole (di cui 1.474 biologiche) su 44.866 totali, con una produzione media tra i 250 e i 350 mila quintali di olive e 35 e 50 mila quintali di olio: l’1 per cento della produzione nazionale, ma di grande qualità, dove eccellono il Cartoceto DOP e, ora, il Marche IGP; quest’ultima con una diffusione ...
  • 6 novembre 2017

    Caso Amarone della Valpolicella: una sentenza a tutela di denominazione e territorio

    Primo round a favore del Consorzio dei vini della Valpolicella. Dopo due anni di braccio di ferro tra il Consorzio e l’Associazione Famiglie dell’Amarone d’Arte sull’uso del termine “Amarone”, il Tribunale di Venezia ha accolto le richieste del Consorzio della Valpolicella. Secondo la sentenza 2283/2017 del tribunale «una denominazione del vino e il suo territorio, compreso il suo nome, sono patrimonio comune di tutti i produttori, aderenti o meno al consorzio che tutela quella denominazione. Nessun produttore, o nessuna associazione di produttore, dunque, anche in buona fede, può utilizzare quei valori condivisi in maniera diversa». Ciò premesso, sostiene il Consorzio, il tribunale ha ordinato alle Famiglie dell’Amarone d’Arte di «rimuovere dalla denominazione sociale qualsiasi riferimento alla Docg Amarone della Valpolicella, ivi inclusa la parola Amarone; ha accertato la nullità del relativo marchio italiano e ne ha pertanto vietato l’uso; ha inibito ...
  • 6 novembre 2017

    SOS del Prosciutto Veneto Berico-Euganeo DOP

    «Goccia a goccia siamo riusciti a promuovere il nostro gioiello: il Prosciutto Veneto Berico-Euganeo DOP. Ma da soli non possiamo più andare avanti». Lo dice Vittorio Daniolo, presidente per altri tre anni del Consorzio del Prosciutto Veneto Berico-Euganeo, una specialità poco «celebrata»: mancano i mezzi per la promozione nel Veneto, in Italia e nel mondo. «Abbiamo avuto incontri con operatori giapponesi e cinesi, entusiasti del prosciutto. Ma dobbiamo farlo conoscere e i veneti dovrebbero essere grati di poter esibire un prodotto che fa invidia ai grandi concorrenti», dice ancora Daniolo. È arrabbiato perché dall'acquisto della materia prima, rigorosamente da maiali allevati in Veneto, Lombardia o Emilia, alla vendita passano 18 mesi e l'operazione va finanziata; inoltre per l'assenza totale delle istituzioni, tranne la Camera di commercio di Verona che ha sostenuto il Consorzio, fino all'anno scorso, per una presenza a Vinitaly. Il Consorzio, dopo avere investilo ...
  • 3 novembre 2017

    Il Prosciutto di Parma DOP è il primo prodotto IG riconosciuto in Giappone

    Solo da pochi anni anche il Giappone si è dato un sistema per le Indicazioni Geografiche (Legge n°84 del 2014) come concretizzazione diun processo iniziato nel gennaio 2010 in Italia, a Siena, quando la Fondazione Qualivita ospitò una delegazione della divisione per la Proprietà Intellettuale del Ministero dell’Agricoltura, della Foresta e della Pesca del Giappone, MAFF, che aveva scelto la Fondazione per studiare direttamente i meccanismi che regolano le IG europee e valutare, anche dopo la visita di alcune realtà di produzione DOP IGP del territorio, la possibilità di introdurre un sistema di Indicazioni Geografiche unificato, equivalente al sistema europeo che classifica e tutela i prodotti agroalimentari di determinati territori e regioni. Fino a quel momento, in Giappone, esistevano solo varie forme di riconoscimento di origine per i prodotti tipici, ma non un sistema IG unificato di standard internazionale. La collaborazione tra Qualivita e MAFF, sia per l’elabor...
  • 3 novembre 2017

    Grana Padano DOP: battaglia per l’indicazione sui menù

    Su lasagne, cannelloni e preparazioni gastronomiche "su 100 chili di formaggio vaccino grattugiato e utilizzato nelle cucine professionali non più di 56 sono di formaggi a denominazione, il resto proviene da produzioni casearie similari. Mentre nei consumi domestici i formaggi similari già grattugiati vengono acquistati in proporzioni nettamente inferiori, il 12% delle confezioni in busta. Questo vuol dire che le famiglie sono più propense a scegliere la qualità DOP rispetto al prezzo, negli esercizi invece il prezzo guida le forniture". Lo ha detto Stefano Berni, direttore generale del Consorzi di tutela Grana Padano, a margine dell'assemblea dell'Associazione italiana Consorzi Indicazioni Geografiche (Aicig). "Abbiamo chiesto al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali un decreto che impegni la ristorazione - ha annunciato Berni - a indicare quali carni, olio, e formaggi vengono utilizzati nelle preparazioni dei piatti in menu e quanti di questi ingredienti ...
  • 3 novembre 2017

    Valorizzazione delle IG Italiane attraverso l’Atlante Qualivita

    L’azione di valorizzazione delle Indicazioni Geografiche in Italia e nel mondo passa anche per i libri, grazie ad uno strumento di promozione internazionale utile e completo: è uscita infatti l’edizione 2017 dell’Atlante Qualivita, opera interamente dedicata alle Indicazioni Geografiche italiane, firmata Fondazione Qualivita con il patrocinio del Ministero politiche agricole e la collaborazione di Aicig, Federdoc, Accredia e degli stessi Consorzi di tutela, per fornire informazioni tecnico-scientifiche ed economiche su tutti i prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani DOP, IGP, STG e sulle bevande spiritose IG. La volontà di rappresentare uno strumento agile nella difesa non solo nazionale, ma anche internazionale del Made in Italy, risiede nella scelta di realizzare anche una versione inglese e digitale del volume. Presentata al G7 delle Indicazioni Geografiche di Bergamo, anche l’ Atlante Qualivita n. 9 è frutto di un costante lavoro di ricerca che diventerà un ...
  • 3 novembre 2017

    L’Aceto Balsamico di Modena IGP nuovamente protagonista nell’Atlante Qualivita

    L'Aceto Balsamico di Modena IGP ancora protagonista tra le eccellenze agroalimentari Made in Italy: il prezioso alimento è infatti tra i prodotti contenuti nella IX edizione dell’Atlante Qualivita, l’unica opera interamente dedicata alle IG italiane, realizzata da Fondazione Qualivita con il patrocinio del Ministero politiche agricole e la collaborazione di Aicig, Federdoc, Accredia e degli stessi Consorzi di tutela, per fornire informazioni tecnico-scientifiche ed economiche su tutti i prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani DOP, IGP, STG e sulle bevande spiritose IG. L’Atlante, pubblicato in italiano e in inglese, è stato presentato a margine del G7 delle Indicazioni Geografiche di Bergamo e in esso, l’Aceto Balsamico di Modena IGP viene descritto dettagliatamente attraverso notizie su metodo di lavorazione, storia, normative, caratteristiche nutrizionali e organolettiche. Fonte: www.viaemilianet.it
  • 3 novembre 2017

    Atlante Qualivita, pronta la nuova edizione dedicata alle IG italiane

    Presentata a margine del G7 delle Indicazioni Geografiche di Bergamo, la IX edizione dell'Atlante Qualivita, pubblicazione interamente dedicata alle IG italiane, realizzata da Fondazione Qualivita con il patrocinio del ministero Politiche agricole e la collaborazione di Aicig, Federdoc, Accredia e degli stessi Consorzi di tutela, per fornire informazioni tecnico-scientifiche ed economiche su tutti i prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani DOP, IGP, STG e sulle bevande spiritose IG. Il volume 2017, realizzato in lingua inglese e in versione digitale, segue l’evoluzione del sistema DOP e IGP innovandosi in linea con tutti i sistemi della qualità e si arricchisce - si legge in una nota - di una un’analisi internazionale delle Indicazioni Geografiche e di una sezione dedicata a tutti gli aggiornamenti normativi. Fonte: www.agroalimentarenews.com
  • 3 novembre 2017

    Atlante Qualivita a difesa delle DOP e IGP italiane nel mondo

    È stata presentata a margine del G7 delle Indicazioni geografiche di Bergamo, la 9° edizione dell'Atlante Qualivita, l’unica opera interamente dedicata alle IG italiane, valido strumento per la valorizzazione delle Indicazioni Geografiche in Italia e nel mondo. Realizzato da Fondazione Qualivita con il patrocinio del ministero Politiche agricole e la collaborazione di Aicig, Federdoc, Accredia e degli stessi Consorzi di tutela, il testo intende fornire informazioni tecnico-scientifiche ed economiche su tutti i prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani DOP, IGP, STG e sulle bevande Spiritose IG. Frutto di un costante lavoro di ricerca, l’opera vuole essere un elemento di supporto strategico per avere informazioni puntuali e aggiornate in grado di comunicare ai consumatori le caratteristiche distintive delle denominazioni certificate, differenziando le eccellenze italiane dai prodotti generici. Il volume 2017 segue l’evoluzione del sistema DOP e IGP innovandosi ...