Editoriali

  • 4 marzo 2010

    Se modificare la genetica porta più danni che vantaggi

    La decisione del via libera della Commissione europea sulla coltivazione in Europa della patata Amflor e tre tipi di mais ogm è stata come buttare una bomba atomica su una città: se ne capiranno gli effetti solo a cose fatte e nel tempo.
  • 25 febbraio 2010

    Guerra all’hamburger tra salute e business

    Hamburger sempre più al centro dell’attenzione e tutte le notizie che li riguardano, sembrano ormai destinate a fare il giro del mondo. E’ successo solo poche  settimana fa con il panino Mc Italy, oggi ben due dibattiti internazionali si occupano delle polpette made in USA.
  • 4 febbraio 2010

    Il potere vincente che viene dalla qualità

    Più volte, facendo il piacevole lavoro di scrivere sul cibo, mi è capitato di dire che l’agricoltura è il settore determinante su cui noi italiani dobbiamo puntare se vogliamo risolvere gran parte dei nostri problemi, siano essi di carattere economico, ambientale o  anche sociale.
  • 28 gennaio 2010

    C’è “Mc Italy” Scommessa Vinta

    Quando sei anni fa andai ad incontrare l’allora amministratore delegato della Mc Donald’s Italia a Milano, Mario Resca, fui preso per visionario alla  proposta che feci di fare un fast food  solo con prodotti DOP, IGP italiani.
  • 17 dicembre 2009

    Il 2009 anno di svolta per l’affermarsi del cibo genuino

    A chiusura d’anno anche uno sguardo a ciò che è successo a livello internazionale; un  quadro sintetico che ci aiuti a capire meglio le problematiche nazionali e locali.
  • 10 dicembre 2009

    La campagna in crisi aiuto dalla Finanziaria

    Fine anno, tempo di consuntivi, di rapporti annuali e di finanziaria, ma anche il tempo per fare considerazioni a riguardo.
  • 3 dicembre 2009

    Grande distribuzione indispensabile

    E’ appena uscito il nuovo libro di Carlo Petrini, “Terra Madre. Come non farci mangiare dal cibo”, che si aggiunge alla lista delle numerose pubblicazioni sul tema del food.
  • 26 novembre 2009

    L’eredità del vertice Fao Problemi senza risposta

    La migliore sintesi del vertice Fao della scorsa settimana nel titolo dell’ Economist “Se le parole fossero cibo, non ci sarebbero più affamati”,  che sottolinea la discrepanza tra l’enorme visibilita' e risonanza e la scarsa incisivita' e rilevanza reale dell’incontro. Dalla montagna di fogli, dichiarazioni e interventi del vertice, emergono in maniera sempre più evidente due aspetti: il primo è che gran parte delle problematiche relative al cibo, alle risorse idriche e  energetiche, al clima e all’ambiente,  ruotano attorno ad un solo elemento: l’agricoltura.
  • 19 novembre 2009

    Il supermercato e la campagna imparino a parlarsi

    Avrei tanto voluto parlare del vertice Fao, di qualche risultato concreto e soprattutto di un ritrovato interesse da parte dei potenti  del mondo  verso l’ agricoltura;  purtroppo non è così,  allora  sento che devo tornare a parlare di quali possono essere le possibili vie di uscita dalla crisi agricola nazionale.
  • 12 novembre 2009

    Sostenere le aziende detassando i prodotti

    Se qualcuno insiste a dire che l’Italia non è in crisi allora devo proprio andare a farmi visitare da un buon oculista.
  • 5 novembre 2009

    Stelle, bicchieri e cattiva educazione

    Con l’uscita de Il Mangiarozzo 2009, la nuova edizione dell’ ”antiguida” di Carlo Cambi, torna attuale la discussione sul valore e sul ruolo delle guide enogastronomiche italiane ed internazionali.
  • 29 ottobre 2009

    Agropirateria Troppe Parole

    Anche il Forum internazionale dell’agricoltura organizzato dalla Coldiretti la scorsa settimana è stato l’ennesima occasione per parlare di un argomento che ormai come un “jolly” si inserisce bene in qualsiasi discorso e contesto: l’agropirateria.
  • 22 ottobre 2009

    Se dalla vendita diretta passano i prodotti migliori

    Se amassi i numeri, i classici indicatori economici forse non avrei pensato a questo editoriale; ma siccome credo molto più ai segnali, che si possono percepire all’orizzonte in tutti i cambiamenti della società, allora ritengo sia importante parlare oggi del fenomeno della vendita diretta dei prodotti agroalimentari.
  • 15 ottobre 2009

    Il futuro dipende da ciò che mettiamo in tavola

    Il futuro del mondo dipende da cosa mangiamo oggi! Può sembrare un’affermazione azzardata, quasi inverosimile, detta solo per creare allarmismo, ma dietro un  semplice atto come quello di nutrirsi c’è un meccanismo complesso che tocca direttamente la nostra vita, l’ambiente, il benessere; cercheremo  di spiegare attraverso questo spazio editoriale.