Huffington post

  • 15 aprile 2015

    Troppo protagonismo nel cibo italiano

    È in arrivo Expo 2015, che rappresenterà una visione globale del mondo dell'alimentazione, coinvolgendo agricoltura, ambiente, enogastronomia. Un insieme di idee e progetti che servirà a determinare quello che mangeremo nei prossimi decenni. Dentro a questa nuova idea del cibo coabitano diversi soggetti e modalità: si va dai piccoli produttori dei paesi in via di sviluppo alla grande industria alimentare globale, passando per lo street food gourmet e per quello dei paesi più poveri delle periferie del mondo. Quello che mangiamo è una fotografia complessa, un mosaico sempre difficile da comporre, dove ogni attore ha un ruolo e nessuno è il protagonista assoluto. Basti pensare come la grande 'potenza' delle industrie alimentari sia sempre messa in discussione da piccoli gruppi antagonisti che la contrastano per le presunte scorrettezze ambientali o per il tema del Junk food. Non c'è un dominatore assoluto nel mercato e della cultura del cibo. Siamo sempre alla ricerca di un ...