day : 04/12/2017

  • 4 December 2017

    Eletto il nuovo consiglio del Sannio Consorzio Tutela Vini DOP

    A guidare il Sannio Consorzio Tutela Vini DOP per il triennio 2017/2020 sarà ancora una volta il produttore Libero Rillo, indicato alla guida del Consorzio, per il terzo mandato consecutivo, nel corso della prima riunione del nuovo Consiglio di Amministrazione, svoltasi martedì 28 novembre 2017. Si tratta di un Consiglio che registra tante riconferme, con le elezioni che hanno sancito l'avvicendamento di solo cinque componenti dello stesso. Variano, invece, i volti dei due vicepresidenti che affiancheranno Rillo in questo nuovo mandato, individuati nelle figure di Carmine Coletta e Domizio Pigna, vale a dire le guide delle due più grandi cooperative vitivinicole sannite. Oltre ad indicare il nuovo Consiglio di Amministrazione, l'assemblea dei soci dello scorso 19 novembre ha eletto anche i nuovi componenti del Collegio sindacale: Raffaele Romano, Annibale Mancinelli e Valentina Di Biase. Raffaele Romano è stato indicato come presidente del Collegio, incarico già ...
  • 4 December 2017

    Presto un sistema di classificazione per l’Aceto Balsamico di Modena IGP

    Per aiutare il consumatore a orientarsi nella scelta e a difendersi dalle imitazioni, il Consorzio Aceto Balsamico di Modena IGP sta studiando un sistema di qualificazione del prodotto da mettere in etichetta entro pochi mesi. Lo ha annunciato Mariangela Grosoli, Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP a Efanews. Il problema sorge perché il disciplinare vieta di mettere qualunque indicazione qualificativa e numerica in etichetta, non permettendo a chi acquista di districarsi nella selva di marche e prezzi. Ma anche per bloccare i prodotti italian sounding che popolano gli scaffali esteri. Per l'Aceto Balsamico di Modena IGP, il 2016 si è chiuso con il segno positivo in termini di volume di produzione. Oltre 94,2 milioni di litri per il prodotto certificato equivalenti a 1,30% in più rispetto al 2015, di cui quasi 74 milioni di litri - ovvero +1,91 sul 2015 - indirizzati verso l'imbottigliamento e i restanti in affinamento e invecchiamento. Numerose sono ...
  • 4 December 2017

    Consorzio Gorgonzola DOP, Fontana: “Embargo di Mosca. Valutiamo bene”

    Nato nel 1970, l'attuale  Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola DOP, con propri funzionari, vigila per il pieno rispetto e l’applicazione delle norme vigenti in Italia e all’estero, dove la denominazione di origine “Gorgonzola” è protetta. L’ente designato e autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per il controllo di tali requisiti è il CSQA Certificazioni; unicamente al formaggio idoneo viene rilasciato il certificato di conformità che permette la commercializzazione del prodotto a denominazione di origine protetta “Gorgonzola DOP”. Con Stefano Fontana, direttore del Consorzio Gorgonzola affrontiamo il delicato tema della tutela. Canada, Giappone, America del Sud e Stati Uniti sono mercati importanti, o potenzialmente tali, per il Gorgonzola DOP. Ma ci sono molte problematiche da affrontare “Come Consorzio stiamo seguendo con attenzione tutti gli accordi che l’Unione Europea ha in discussione, come Ceta, ...