day : 09/10/2017

  • 9 October 2017

    Il G7 delle Indicazioni Geografiche è il primo step per tutelare il made in Italy

    A ridosso della settimana del G7 dei ministri dell'Agricoltura si svolgerà a Bergamo anche il G7 delle Indicazioni Geografiche, che vedrà riunite l'11 ottobre le più importanti organizzazioni di settore in rappresentanza di oltre un milione d'imprese e operatori delle filiere agricole, vitivinicole e delle bevande spiritose di tutto il mondo. L'iniziativa, fortemente voluta dalle associazioni italiane Aicig, Federdoc, Isit, Afidop, Qualivita, Assodistil e Federdop (che rappresentano interessi per oltre 15 miliardi di produzione alimentare e di oltre 300.000 imprese) intende mettere al centro del dibattito del G7 il tema della tutela e dello sviluppo delle Indicazioni Geografiche. Di fronte alle recenti richieste indirizzate al presidente Trump da parte delle organizzazioni agricole americane che spingono per il non riconoscimento delle IG negli accordi commerciali, l'incontro di Bergamo vuole porre un argine politico con un preciso obiettivo: ridare spinta ai sistemi di ...
  • 9 October 2017

    G7 agricolo a difesa del reddito. Su dazi e IG posizioni lontane

    La presidenza italiana del G7 Agricoltura ha scelto Bergamo per ospitare il vertice dei ministri dell'Agricoltura dei sette Grandi. Due i temi principali dell'agenda politica. Il primo: tutela del reddito dei produttori di fronte alle crisi di mercato ma anche ma anche legate ai fenomeni naturali, come i terremoti, oppure ai cambiamenti climatici. Il secondo tema è strettamente legato al primo perché spesso quei fenomeni naturali hanno tra le conseguenze anche le migrazioni. E così i ministri dei Sette proveranno a trovare un punto di vista comune sul ruolo che può giocare la cooperazione agricola nella gestione di questi flussi. Secondo il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, il confronto si svilupperà «sulle sfide decisive del nostro tempo, prima fra tutte la sostenibilità dei modelli agricoli e alimentari». Modelli che invece di convergere sembrano allontanarsi perché per dirla ancora con Martina comportano «scelte di carattere sociale, ...
  • 9 October 2017

    G7 Indicazioni Geografiche – AICIG, Baldrighi: “Lavoriamo per il riconoscimento nei Paesi extra Ue”

    L’AICIG - Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche - è un’associazione  tra  Consorzi di tutela riconosciuti dal Mipaaf, che hanno individuato nella formula associativa la chiave strategica competitiva per tutelare, valorizzare e promuovere all’unisono le rispettive indicazioni geografiche. Quest’ultime, espressioni del patrimonio agroalimentare del nostro Paese, rivelano le identità storico - culturali dei distretti di riferimento e vanno protette. Il sistema associativo tra Consorzi di tutela, realizzato per la prima volta in Italia, persegue la valorizzazione  delle indicazioni geografiche soprattutto attraverso la promozione di  territori, cultura e turismo. Possono divenire soci dell’Associazione tutti i Consorzi di tutela riconosciuti dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Cesare Baldrighi è stato nominato presidente di AICIG nel maggio 2017. AICIG è fra i partner della G7GI Conference di Bergamo. "I prodotti ...
  • 9 October 2017

    G7 Indicazioni Geografiche – ISIT, Beretta:”Dobbiamo tutelarci da evocazione, imitazione e abuso”

    ISIT (Istituto Salumi Italiani Tutelati) è l’associazione di riferimento dei Consorzi di Tutela dei salumi DOP e IGP, nata  nel 1999, associando 16 consorzi di tutela.  ISIT vanta una grande rappresentatività nel comparto delle produzioni tutelate, vero e proprio portavoce del Made in Italy in termini di qualità, tradizione e legame con il territorio. I salumi italiani DOP e IGP  rappresentano oggi oltre il 15% dei volumi prodotti e oltre 20% del valore alla produzione della salumeria nazionale. Oggi ISIT tutela e promuove 22 prodotti DOP e IGP, capaci di generare circa 2 miliardi di euro di valore al consumo e che rappresentano numericamente il 13% del totale delle produzioni tutelate di salumeria a livello UE (168 totali) e oltre il 50% delle produzioni di salumeria tutelate italiane (41 totali) – (dati giugno 2017). ISIT ha come scopo la tutela, la promozione, la valorizzazione e la cura generale degli interessi relativi al comparto della salumeria italiana ...
  • 9 October 2017

    Attacco USA a Parmigiano DOP e Prosecco DOP

    Fuori dai confini comunitari sempre più a rischio i nomi di importanti Indicazioni Geografiche italiane come Parmigiano DOP, Asiago DOP e ora anche Prosecco DOP. Nei giorni scorsi una nutrita e trasversale rappresentanza di produttori agricoli e aziende alimentari Usa (dalle imprese lattiero-casearie alla North American Meat Institute, dalle associazioni del riso a quelle del vino) ha scritto una durissima lettera al presidente Usa, Donald J. Trump, contro i prodotti a denominazione d'origine europei. «Un'iniziativa che segna un salto di qualità nella contrapposizione USA-UE sui marchi DOP - spiega il direttore generale della Fondazione Qualivita (uno dei principali osservatori sulle DOP e IGP made in Italy), Mauro Rosati - perché i produttori non lamentano il rischio che i prodotti di qualità europei possano essere tutelati negli Stati Uniti (ipotesi molto remota), ma il fatto che possano esserlo in Giappone, Messico e nei paesi del Mercosur . Tutte aree che ...
  • 9 October 2017

    G7 Indicazioni geografiche – Federdop Olio, Salvagno: “Fermiamo le varietà ad alta produzione”

    Federdop Olio - Federazione Nazionale dei Consorzi volontari per la tutela delle denominazioni di origine protetta degli oli extra vergine di oliva -  nasce nel 2003, con l’intento di supportare i Consorzi delle diverse DOP  nel loro percorso di crescita e di affermazione sul mercato. Federdop Olio, insieme ai consorzi, svolge azioni di informazione, valorizzazione, promozione e tutela per difendere la “vera” produzione DOP Italiana e per garantire al consumatore l’integrità del prodotto scelto. Daniele Salvagno, Ceo di una  grande azienda veneta che commercializza 500.000 litri di olio all’anno, è il presidente di FederDop Olio. Il suo è il punto di vista dell’imprenditore che vuole fare dell’olio un’attività economica importante e remunerativa senza rinunciare alla qualità. Assolutamente contrario alle varietà internazionali che vengono usate anche da noi per  gli impianti  super intensivi che prevedono 600 piante per ettaro, come Federdop ...
  • 9 October 2017

    Limone Costa d’Amalfi IGP, modifica disciplinare – GURI n. 236

    ITALIA - Comunicato relativo al decreto 11 settembre 2017, recante la modifica minore del disciplinare di produzione della denominazione Limone Costa d'Amalfi IGP in qualità di indicazione geografica protetta in forza al regolamento (CE) n. 1356 del 4 luglio 2001. Fonte: GURI n. 236 del 09/10/2017
  • 9 October 2017

    Acciughe sotto sale del Mar Ligure IGP, modifica disciplinare – GURI n. 236

    ITALIA - Modifica del disciplinare di produzione della denominazione Acciughe sotto sale del Mar Ligure IGP registrata in qualità di indicazione geografica protetta in forza al regolamento (CE) n. 776 del 4 agosto 2008. Fonte: GURI n. 236 del 09/10/2017