What the press says

This page contains articles and services that the media – press, radio and web portals – have devoted to the Qualivita Foundation, its initiatives and projects, starting from 2006. The articles can be downloaded in the classic Open Data version of the Portable Document Format and represent a comprehensive account of the work that the Foundation has carried out over the years.

  • 27 July 2018

    Treccani Gusto: il primo dizionario gratuito dei prodotti DOP e IGP

    In rigoroso ordine alfabetico, dall’Abbacchio Romano IGP allo Zampone di Modena IGP, passando per la Mozzarella di Bufala Campana DOP, oggi, tutte le informazioni corrette sul patrimonio agroalimentare e vitivinicolo italiano sono consultabili gratuitamente online nel Dizionario dei prodotti DOP e IGP italiani. Il primo dizionario enciclopedico che rende facilmente accessibili questi dati. Sono 821 i lemmi (526 riferiti a vini e 295 ad alimenti), che raccontano e definiscono tutto il panorama enogastronomico italiano riconosciuto a Indicazione e denominazione Geografica Protetta. Ogni eccellenza ha la sua definizione e una scheda prodotto di approfondimento con un link che rimanda a ulteriori informazioni sul territorio e la produzione. L’opera è nata grazie alla collaborazione tra Treccani Gusto e Fondazione Qualivita. Il Dizionario enciclopedico italiano Treccani, ha avuto sin dalle sue origini una grande attenzione per la lingua italiana, sia per ciò ...
  • 23 July 2018

    I viaggi del gusto in Lombardia: strade del vino e dei sapori

    Partono dal Varesotto le Strade del vino e dei sapori di Lombardia, itinerari dedicati alle tipicità dei territori censiti da Coldiretti per promuovere il turismo e far conoscere le eccellenze locali. In tutto sono oltre 1.500 i chilometri dei percorsi del gusto che costituiscono le 12 Strade che si snodano attraverso 124 comuni tra le Alpi e il Po. Lo rende noto Coldiretti nel report "I viaggi del gusto in Lombardia", presentato in occasione dell'assemblea regionale a Milano, che si è svolta ieri alla presenza del presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dell'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, dell'assessore regionale all'Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, dell'assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni. Ad aprire i lavori il presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini. Il primo "assaggio" è proprio da nord con la Strada dei Sapori ...
  • 28 June 2018

    Treccani Gusto, online con 821 voci il dizionario DOP e IGP

    Un viaggio alla scoperta delle origini dei prodotti DOP e IGP, dall'Aceto Balsamico di Modena IGP al Parmigiano Reggiano DOP, dal Prosciutto di Parma DOP al San Daniele DOP e ancora dal Cannonau di Sardegna DOP al Franciacorta DOP fino ad arrivare allo Zafferano dell'Aquila DOP: 821 voci dalla A alla Z, 526 riferite ai vini e 295 ad alimenti, dal Sud al Nord Italia che definiscono le produzioni ad indicazione Geografica italiane riconosciute. E' online su treccani.it il 'Dizionario dei prodotti DOP e IGP italiani', primo dizionario enciclopedico frutto della collaborazione fra Treccani e Fondazione Qualivita che punta a rendere accessibile a tutti il patrimonio agroalimentare e vinicolo nostrano contro la diffusione di informazioni false e conoscenze sbagliate, per valorizzare le eccellenze e contrastare ogni forma di contraffazione. Il nuovo strumento digitale presentato oggi a Roma è parte integrante del progetto Treccani Gusto, lanciato a gennaio 2018, per tutelare e promuov...
  • 28 June 2018

    Treccani: vedi alla voce DOP e IGP

    È online l'enciclopedia delle eccellenze italiane certificate 821 lemmi tra cibo e vino e serviva una prova inconfutabile che il cibo è ormai entrato a pieno titolo nella cultura italiana, ecco il nuovo Dizionario dei prodotti DOP e IGP appena battezzato dall'Istituto Treccani. L'enciclopedia digitale, di questo si tratta, mette a disposizione a partire da oggi, 821 voci (526 dedicate al vino e 295 al cibo) che declinano tutti i prodotti italiani che, grazie alle loro specificità di eccellenza, hanno ottenuto l'ambita certificazione territoriale. Dalla A di "abbacchio romano" alla Z di "zampone di Modena" il lettore potrà finalmente capire che cosa sta mangiando e, ancora meglio, se quello che mangia è davvero degno di bollino (DOP e IGP). «L'enciclopedia conferma come il cibo sia un tema culturale - spiega Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita che insieme all'Istituto Treccani sta lavorando all'ambizioso progetto Treccani Gusto di cui l'enciclopedia DOP e IGP ...
  • 15 June 2018

    L’Italia apre un altro fronte internazionale: no al Ceta

    Mentre dal G-7 arriva l'indicazione della necessità di una riforma del Wto, l'Organizzazione mondiale del commercio che regola gli scambi attraverso accordi multilaterali, il nuovo governo italiano si spinge oltre chiedendo il blocco degli accordi bilaterali che stanno progressivamente sostituendo il multilateralismo. Il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio ha annunciato oggi l'intenzione del governo di chiedere al Parlamento di non ratificare il trattato commerciale tra Ue e Canada e "gli altri simili al Ceta, del resto è tutto previsto nel contratto di governo". In Parlamento c'è un'ampia maggioranza trasversale contraria al Trattato, così come in Europa, ha sottolineato Centinaio: "Non si tratta solo di una posizione dei sovranisti della Lega ma i dubbi su questo accordo sono comuni a tanti miei colleghi europei". In particolare il ministro ha giustificato la volontà di non ratificare il trattato con il Canada "perché ? ha detto - tutela solo una piccola ...
  • 14 May 2018

    Turismo enogastronomico e guide: come funzionano

    Grazie a un convegno organizzato dalla Delegazione di Rovereto dell’Accademia italiana della cucina e coordinato dalla giornalista e accademica Francesca Negri – le cinque più importanti guide gastronomiche italiane si siano trovate tutte assieme per parlare del valore che il loro lavoro ha per il territorio e per la cucina regionale. Il titolo dell’incontro era “Le guide gastronomiche nazionali e la cucina regionale italiana”: un tema ambizioso, che ha voluto puntare i riflettori sull’importanza delle guide per lo sviluppo culturale e turistico di un territorio, perché la cucina racchiude tutto questo, ovvero la storia, la cultura, le tradizioni e anche il lato leisure di un luogo. Non solo, il turismo enogastronomico è costantemente in crescita: i turisti enogastronomici sono saliti al 30% secondo il “Primo Rapporto sul turismo enogastronomico italiano”, presentato a gennaio di quest’anno e curato dall’Università degli studi di Bergamo e dalla ...
  • 9 May 2018

    Grana Padano DOP, ricerca europea sulla sostenibilità con il PoliMI e Qualivita

    Baldrighi, presidente del Consorzio Grana Padano DOP: "Puntiamo ad un continuo miglioramento ambientale della filiera".  Il futuro dell’alimentazione e il suo rapporto con l’ambiente saranno al centro del Seed & Chips – Global Food International Summit, in programma dal 7 al 10 maggio prossimi al MICO – Milano Congressi nel capoluogo lombardo. Il Consorzio Tutela Grana Padano DOP parteciperà all’evento portando la propria esperienza nella sostenibilità ambientale, maturata in oltre un decennio di studi in grado di valutare l’impatto dell’intera filiera produttiva del formaggio a denominazione d’origine protetta più consumato nel mondo, che nel 2017 ha prodotto 4.942.054 forme, delle quali circa 1,8 milioni vendute all’estero. Il 10 maggio, alle 15,45, la sua attività sarà al centro dell’intervento del prof. Jacopo Famiglietti del Department of Energy del Politecnico di Milano, che parlerà di “Nuove basi per le produzioni di qualità – ...
  • 3 May 2018

    DOP IGP STG: i marchi a Tutela del made in Italy

    I DOSSIER DI FAMIGLIA CRISTIANA Luoghi incantevoli e buona cucina: da sempre questi due concetti riassumono il bello dell'Italia nell'immaginario collettivo. Pomodori maturati al sole di Pachino o di San Marzano sul Sarno, il Parmigiano Reggiano su un piatto di spaghetti, una pizza napoletana con mozzarella di bufala campana, il profumo dei limoni di Amalfi e del melone mantovano. E non si tratta di un cliché: il nostro Paese può realmente vantare il più alto numero di eccellenze alimentari connesse al territorio, tutelate, a livello legislativo, dai marchi Dop, Igp, Stg. Il sistema di certificazione europeo lega indissolubilmente i prodotti ai luoghi di origine: così facendo preserva l'ambiente, salvaguardando ecosistemi e biodiversità, sostiene la coesione sociale e le tradizioni locali, conferisce uno speciale valore al meglio del "made in Italy" nei Paesi esteri e, allo stesso tempo, dà maggiori garanzie ai consumatori, con un elevato livello di tracciabilità e di ...
  • 26 April 2018

    Il panino è d’autore, meglio se con DOP IGP

    ll panino,  cibo di strada per definizione, vive una stagione trionfale che lo porta a elevarsi tra le pietanze stellate. Con purea di capperi e veli di salmone, vegano, a km zero, o con tataki di tonno. Possibilmente firmato da uno chef stellato. Perché sia "giusto", il panino deve essere preparato sempre al momento e con pani rigorosamente artigianali. C'eravamo accorti che il caro vecchio protagonista di merende e morsi veloci stava cambiando connotati, ma forse non eravamo ancora pronti al salto di status accelerato che lo ha portato nell'empireo dei cibi gourmet. È gourmet il panino creativo, ripensato da un cuoco di alto profilo che tra quelle due fette di pane ha sguinzagliato una miriade di ingredienti più o meno preziosi, più o meno azzeccati. Mauro Rosati,  direttore generale della Fondazione Qualivita, che ha finanziato uno studio sul fenomeno della neo ristorazione osserva: "Gusto, qualità, origine. Sono le caratteristiche del nuovo cibo di strada, della ...
  • 20 April 2018

    Non solo Verona, #Vinitaly2018 in tutto il mondo – Osservatorio Qualivita Wine

    Vinitaly non è solo a Verona, ma in tutto il mondo: grazie ai social le distanze si annullano e, in questo caso, grazie ad un semplice hashtag. Le conversazioni attorno a #Vinitaly2018 infatti sono aumentate rispetto all’anno scorso e secondo l’analisi dell’Osservatorio Qualivita Wine sui dati di Waypress Media Monitoring, ben il 18% sono avvenute all’estero. Un dato che va di pari passo con quelli positivi dell’export di vino, arrivato al record storico di 6 miliardi di euro nel 2017, per una crescita del +6,4% su base annua e un trend del +142% dal 2000 (dati Ismea). Ma qual è stato il Paese più appassionato di Vinitaly, e che quindi ne ha parlato sui canali social? L’analisi delle conversazioni on-line con l’hashtag #Vinitaly2018 mostra un boom, promettente, di interesse in Cina, che da sola copre il 7% delle citazioni totali, dato ancor più significativo se si considera che nel 2017 erano quasi inesistenti. Anche negli USA si “cinguetta” tanto sulla ...
  • 3 April 2018

    McDonald’s campione delle DOP al ristorante

    Oltre 8 ristoranti italiani su 10 utilizzano in cucina prodotti DOP e IGP, ma solo 3 ne impiegano più di 10 per confezionare i cibi che servono. Un quantitativo assai limitato se si considera che gli ingredienti utilizzati da uno chef sono alcune centinaia. Il dato è contenuto in uno studio molto interessante della Fondazione Qualivita dedicato proprio al rapporto fra le Indicazioni Geografiche e le attività di ristorazione nel nostro Paese. È aumentata di molto, invece, l'incidenza degli esercizi dediti alla somministrazione di cibo che valorizzano nei menu DOP e IGP. Dichiara di farlo il 39% dei titolari. Questo non significa, però, che le loro carte siano infarcite di alimenti certificati. Ne basta uno perché il ristorante entri nel club delle indicazioni geografiche. Interessante la suddivisione per macrocategorie dei prodotti DOP e IGP di cui si servono gli chef. Ben 9 su 10 sono formaggi e 7 aceti balsamici. Seguono con il 65% i salumi e le preparazioni a base di ...
  • 27 March 2018

    “Il Mio Panino DOP IGP”: la Rassegna Stampa dell’iniziativa

    Fast food, Street food, Food delivery, in altre parole nuova ristorazione, un settore che in 5 anni è cresciuto dell'8% e con 210mila esercizi ha sorpassato di gran lunga la ristorazione tradizionale che ne conta 120mila. Ma il fenomeno si segnala soprattutto perché punta sempre più alla qualità adoperando prodotti certificati DOP e IGP, i consumi dei quali in 10 anni sono cresciuti in valore del 64%. Ed è così che nell'Anno del cibo italiano, il 2018, la Fondazione Qualivita, Aicig e i Consorzi di tutela DOP e IGP italiani hanno lanciato "Il Mio Panino DOP IGP" un'iniziativa che ha messo a confronto i giovani aspiranti chef con il mondo della qualità agroalimentare riscuotendo grande attenzione anche sulla stampa. SCARICA LA RASSEGNA STAMPA DELL'EVENTO
  • 23 March 2018

    Food indicazione geografica protetta, li usano 9 ristoranti su dieci

    Ben nove ristoranti su dieci oggi usano almeno un prodotto DOP IGP nei propri piatti. Ma solo in un ristorante su tre se ne utilizzano più di una decina. A dirlo è un’indagine Qualivita, che mostra come gli chef italiani puntino soprattutto sui formaggi di qualità, gli aceti balsamici, la carne e i buoni salumi. È un modo per dar valore alla cucina. Non si tratta, insomma, di una trovata per farsi pubblicità. Anzi, secondo i ricercatori appena quattro ristoratori su dieci pubblicizzano l’uso dei prodotti IGP nei menù o durante la presentazione del piatto. Se i ristoranti investono sulla qualità, gli italiani investono nei ristoranti. Dal Rapporto Fipe 2017 è emerso che i consumi delle famiglie per mangiare fuori casa sono in crescita (+3,5% dal 2006). Si spendono circa 81 miliardi, sui 227 della spesa alimentare totale, a fronte di un continuo calo di quella domestica (-10,5%). Soprattutto aumenta il numero delle attività di ristorazione veloce. Spuntano di tanto in ...
  • 16 March 2018

    Offensiva DOP contro i dazi USA. Consorzio Tutela Formaggio Asiago: “serve un’azione concertata e strategica”

    Contro la prospettiva sempre più realistica di dazi protezionistici sul mercato Usa che potrebbero penalizzare anche il FoodeWine italiano oltre 300 aziende che producono etichette Dop e Igp, coordinate dalla Fondazione Qualivita, hanno firmato nei giorni scorsi un appello contro ogni protezionismo chiedendo un impegno costante al futuro Governo italiano per rafforzare la difesa delle denominazioni protette nei mercati internazionali «Il sistema delle Dop e Igp italiane - si legge nell'appello - è un motore dell'economia agroalimentare del nostro Paese e, nella prospettiva del prossimo decermio, può rappresentare un significativo potenziale di sviluppo sui mercati internazionali». D'altro canto i numeri parlano chiaro. Nel 2017 l'export alimentare italiano nel suo complesso ha raggiunto la cifra record di 41 miliardi di euro . Una fetta importante di questo giro d'affari è rappresentato proprio dai prodotti Dop e Igp che rappresentano infatti un valore esportato di 8,4 ...
  • 12 March 2018

    Dazi USA, no a ritorsioni: cresce l’adesione all’appello promosso da Qualivita

    Nervi saldi e no a ritorsioni smisurate per i dazi su acciaio e alluminio decisi da Trump. Coldiretti teme «un effetto a valanga» e Confagricoltura auspica di «scongiurare la guerra commerciale», Confederazione Italiana Agricoltori parla di una «una disputa da evitare», Federalimentare afferma «No a protezionismi ma basta con una globalizzazione basata sul dumping» e da Alleanza Cooperative Alimentari si sottolinea che «a fronte di consumi interni stagnanti verrebbero fortemente penalizzate le nostre vendite negli USA, sbocco prioritario per le nostre produzioni di eccellenza». Un coro unanime di voci che si uniscono a quella della Fondazione Qualivita, che giorni fa ha lanciato un appello al nuovo Parlamento contro l'introduzione di dazi e in favore delle denominazioni d'origine, già sottoscritto da oltre 280 firmatari tra associazioni, Consorzi di tutela e aziende: «L'iniziativa è nata spontaneamente da alcuni imprenditori del settore che girano il mondo e sono ...
  • 8 March 2018

    I dazi agitano le imprese: Qualivita lancia l’appello

    Mercato libero, ma con regole certe: questo chiedono gli oltre 280 firmatari tra aziende, associazioni e Consorzi di tutela dell'appello contro l'introduzione di dazi e in favore delle denominazioni. "L'iniziativa nasce in maniera spontanea da parte di un gruppo di imprenditori del settore agroalimentare, che girano il mondo e sono preoccupati per quanto avviene negli USA in altri settori e da quanto ventilato durante la nostra campagna elettorale", spiega Mauro Rosati direttore generale della Fondazione Qualivita che ha promosso l'appello. "Se si va al muro contro muro, il nostro agroalimentare ne risente per primo. Se mettiamo dazi anche noi, potremmo provocare una spirale negativa". "DOP e IGP rappresentano il 20% del valore delle esportazioni agroalimentari, sono il settore che traina, il biglietto da visita", prosegue Rosati, "chi firma vuole sensibilizzare il governo sulla necessità di aprire il mercati anziché chiuderli. Perché poi il rischio è che gli altri facciano ...