Press Review

  • 23 November 2017

    Emilia-Romagna: eccellenze DOP IGP “star” a Shanghai

    Le eccellenze agroalimentari regionali, e in particolare quelle modenesi come Parmigiano Reggiano DOP e Aceto Balsamico di Modena IGP, sono le stelle al centro dell'attenzione nella missione in Cina voluta dalla Regione Emilia Romagna guidata dal governatore Stefano Bonaccini e dall'assessore all'agricoltura Simona Caselli. La cosiddetta "Food Valley" punta infatti alla Cina, un mercato enorme nel quale giocare la carta della qualità mettendo in cam o i 44 Dop e Igp che fanno dell'Emilia-Romagna la regione europea con il maggior numero di prodotti certificati. L'occasione è rappresentata dalla seconda edizione della Settimana della Cucina italiana nel mondo (da ieri a sabato prossimo), che è stata inaugurata a Shanghai dal presidente Bonaccini, nell'ambito di 'Riso', l'importante salone dedicato al food che ha aperto i battenti la scorsa primavera. «È un onore - ha detto Bonaccini - essere qui a tagliare il nastro della Settimana della cucina emiliano-romagnola nel mondo a ...
  • 23 November 2017

    Franciacorta DOP futuro frizzante

    Quest'anno ricorre il cinquantesimo anniversario della Denominazione d'origine controllata (Doc). Si tratta di un riconoscimento cruciale per lo sviluppo delle celebri bollicene e ha rappresentato il punto d'inizio di una storia che ancora oggi i produttori stanno scrivendo. Molti i successi conseguiti negli anni dalle aziende e dal territorio. E i numeri sono in salita: il 2016 si è chiuso con un balzo delle vendite di bollicine Franciacorta del per cento a quasi 18 milioni di bottiglie. L'export è ancora limitato al 10 per cento ma i mercati stranieri, in particolare quelli asiatici, stanno via via scoprendo il piacere delle produzioni di pregio. Per crescere ancora, Franciacorta punta di più su eccellenza e territorio. E quanto emerso da una speciale ricerca realizzata in occasione del cinquantesimo anniversario della Doc. Lo studio, condotto con il sociologo Domenico De Masi, traccia un orizzonte da qui al 2027 ed è il primo del genere per un Consorzio. «Abbiamo investito ...
  • 22 November 2017

    Trento DOP: 8 milioni di bottiglie vendute, 20% di export

    Sfiora i 90 milioni di euro il comparto del Trento DOP e continua a crescere a due cifre con incrementi di valore superiori a quelli in volume. E aumenta anche il numero delle cantine dell’Istituto Trentodoc, segnale inequivocabile che i produttori hanno sempre più chiara la vocazionalità del territorio a produrre metodo classico. Il mercato di riferimento per le “bollicine di montagna” è sempre quello italiano ma, “seminando in promozione” e aumentando il numero di bottiglie, crescerà nel medio-lungo periodo anche l’export. I dati 2016 mostrano un importante segnale positivo, una maggiore crescita del valore sui volumi (14% contro 10%) per 90 milioni di euro di fatturato e più di 8 milioni di bottiglie vendute. Il trend positivo continua? La risposta è positiva: parola di Enrico Zanoni, presidente dell’Istituto Trentodoc. “Gli ultimi dati disponibili dell’Osservatorio, quelli relativi al 2016, hanno confermato la tendenza positiva - spiega Zanoni - ed ...
  • 22 November 2017

    Prosciutti DOP redditività in calo per congiuntura negativa del settore suinicolo

    Prosegue la fase congiunturale negativa per la suinicoltura. Dopo settembre, anche a ottobre il mercato dei suini ha registrato un calo dei prezzi dei capi da macello del -3,6% su base mensile, fermandosi a una media di 1,703 euro/chilo sul mercato di Modena. Positiva ma molto modesta la variazione tendenziale: rispetto a ottobre 2016 i prezzi sono infatti aumentati del +0,5%.Il Crefis dell'università Cattolica di Piacenza mostra un indice peggiorato del -2,7% rispetto a settembre, pur rimanendo in positivo (+1%) rispetto a ottobre 2016. È andata meglio per l'attività di macellazione, la cui redditività a ottobre è aumentata del +2,2% rispetto a settembre, pur restando ampiamente negativa (-11,4%) nel confronto con ottobre 2016. Dal lato dei ricavi la situazione a ottobre è peggiorata per la diminuzione dei prezzi di tutti i tagli freschi. A cominciare dalla quotazione delle cosce pesanti per prosciutti DOP che alla Commissione Unica Nazionale (CUN) è scesa a 5,465 ...
  • 22 November 2017

    Vino, sostenibilità e registri telematici

    «Sostenibilità, fattore d'innalzamento della competitività delle aziende viticole, dei territori e delle comunità ad esse collegate». Sono le parole d'ordine di Riccardo Cotarella, presidente di Assoenologi, che racchiudono il senso del congresso dell'associazione che si è tenuto a Firenze alla Stazione Leopolda. E anche Stefano Vaccari capo del dipartimento dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) è intervento sul punto, teorizzando la «sostenibilità dei controlli». LA RADIOGRAFIA DELL'ITALIA VINICOLA Vaccari ha illustrato anche i primi dati della Cantina Italia forniti dai registri telematici; mostrano che «al 1 agosto, alla partenza della nuova vendemmia, sono iscritti al registro circa 17 mila stabilimenti e 14.320 imprese, che si stima costituiscano il 95% della produzione di vino. A tale data erano stoccati oltre 37,8 milioni di ettolitri di vino, di cui circa il 46,8% a D.o. (63% rosso), ...
  • 21 November 2017

    Settimana della Cucina Italiana: in Giappone eventi e spazio alle IG

    È iniziata ieri in tutto il mondo la seconda edizione della "Settimana della Cucina Italiana" (2o-26 novembre): il sistema Italia si mobilita per promuovere l'intero settore agroalimentare, con una programmazione ancora più ricca dell'anno scorso (in cui si erano registrati 1.395 eventi in 1o8 Paesi) ed estesa al vino. Un impegno al quale sono chiamate tutte le nostre istituzioni all'estero, che stimolano il coinvolgimento del settore privato per cercare di rendere più efficace l'attività promozionale di un comparto tanto importante per l'economia italiana. Il Giappone da questo punto di vista rappresenta sicuramente uno dei Paesi "modello", nel quale il contesto locale è tra i più ricettivi e l'azione di sistema funziona. Una quarantina di iniziative in calendario, compresi seminari sulla dieta mediterranea e sulle Indicazioni Geografiche e interventi da parte dei Consorzi di tutela. «Ci siamo mossi su tre direttrici principali - spiega l'ambasciatore Giorgio Starace - ...
  • 20 November 2017

    Olio Toscano IGP: i giovani devono tornare ad occuparsi degli olivi

    Da poco più di un mese, il Consorzio per la tutela dell'olio extravergine d'oliva Toscano IGP ha festeggiato il compleanno: vent'anni, portati bene. La realtà presieduta da Fabrizio Filippi è giovane — nel senso di innovativa — tanto nelle idee quanto nei progetti. "Vogliamo avvicinare i ragazzi all'olivicoltura — dice Filippi — e non soltanto perché si tratta di una pratica nobile. La produzione dovrebbe crescere più del doppio per soddisfare i consumi attuali: c'è quindi una grande occasione per creare occupazione e anche business". Il ventesimo compleanno è stata anche l'occasione per fare un bilancio dell'attività e dei risultati raggiunti. "Siamo partiti un po' in sordina — ammette il presidente — ma nel tempo abbiamo acquisito autorevolezza. La verità è che abbiamo vinto una scommessa, perché il nostro risulta un modello vincente: quando siamo partiti il consorzio era considerato come il parente povero delle DOP, oggi la IGP è la denominazione ...
  • 20 November 2017

    La Bresaola della Valtellina IGP vola sul mercato giapponese «Uno stimolo per continuare a crescere»

    Il Giappone ha dato il via libera all’importazione di Bresaola della Valtellina IGP prodotta con carne italiana e per le aziende questa novità è fonte di grande soddisfazione. «Alla base di questa valutazione c’è la rilevanza economica e strategica del Giappone, che rappresenta il terzo mercato di esportazione dei prodotti della nostra salumeria - afferma Nicola Levoni, presidente di Assica, l’associazione che riunisce le imprese dei salumi e delle carni aderente a Confindustria - . Si tratta di un primo importante risultato e speriamo che a questa prima fondamentale apertura ne possano presto seguire altre». Da quasi vent’anni i consumatori giapponesi gustano e apprezzano i salumi italiani e da oggi avranno la possibilità di portare sulle loro tavole l’intera gamma dei prodotti del Belpaese, completata dalle eccellenze delle produzioni bovine. «Per questo straordinario risultato dobbiamo ringraziare le nostre istituzioni - continua Nicola Levoni - in partic...
  • 20 November 2017

    Consorzio tutela Aceto Balsamico di Modena guarda al futuro e blinda l’IGP

    Il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena all'attacco nella tutela dell'IPG contro evocazione e contraffazione in Italia, Germania, Francia e Spagna. La difesa passa anche della registrazione del marchio consortile negli Stati Uniti e a breve partirà una campagna di comunicazione, con un budget di un milione, con l’obiettivo di far conoscere il prodotto autentico. «Abbiamo ottenuto una serie di successi incoraggianti – commenta Federico Desimoni, direttore del Consorzio – ma la battaglia è lontana dall'essere conclusa. Oggi siamo anche impegnati in una lotta contro l’uso evocativo del termine 'Balsamico' nei condimenti». Desimoni cita anche una recente sentenza del tribunale di Bologna che, richiamandosi alla giurisprudenza nazionale e comunitaria, ha riconosciuto la presenza di un’evocazione a carico di un produttore emiliano, condannato al ritiro dal mercato del prodotto che richiamava alla mente del consumatore l'Indicazione Geografica Protetta. Sono ...
  • 20 November 2017

    Il Parmigiano Reggiano DOP trionfa agli “Oscar del formaggio” a Londra

    Il Parmigiano Reggiano è il formaggio DOP più premiato al mondo: lo ha decretato la giuria del World Cheese Awards, l’Oscar dei Formaggi che si è tenuto a Londra, nel prestigioso Tobacco Dock e che ha coinvolto oltre tremila formaggi, provenienti da oltre 30 Paesi. Quaranta caseifici produttori di Parmigiano Reggiano DOP hanno fatto squadra e hanno partecipato insieme portando a casa un risultato da record. La Nazionale del Parmigiano Reggiano si è meritata ben 38 medaglie: 3 Supergold (miglior formaggio del tavolo), 11 medaglie d’oro, 16 d’argento, 8 di bronzo. "Abbiamo in Italia una Nazionale che vince ed è quella del Parmigiano Reggiano – ha commentato da Londra Guglielmo Garagnani, vicepresidente vicario del Consorzio Parmigiano Reggiano – partecipare e vincere, come fa il Parmigiano Reggiano, significa dare valore al sistema tutto in un mercato, come quello dei formaggi, che è in crescita. A tutti i caseifici vanno i nostri complimenti e la nostra gratitud...
  • 17 November 2017

    Indicazioni Geografiche: la contesa della mozzarella fra Campania e Puglia

    Si riaccende la guerra fra Puglia e Campania, già scoppiata in estate, dopo il via libera ministeriale all'iter per la richiesta di riconoscimento del marchio DOP per la mozzarella di Gioia del Colle. La risposta del Ministero ad una interrogazione parlamentare, è arrivata nel question time con il sottosegretario Giuseppe Castiglione secondo cui, fermo restando il periodo di presentazione delle opposizioni tuttora in corso, sono ritenuti finora sussistenti i requisiti indicati nella normativa vigente: «Mi riferisco in particolare all'uso del nome oggetto di richiesta di riconoscimento e al legame con la zona geografica, che non risultano tali da indurre in errore il consumatore, in ordine alla natura del prodotto, in linea con il disciplinare di produzione». Il contrario di ciò che affermano i sostenitori della sospensione della procedura per il riconoscimento del marchio DOP alla mozzarella di Gioia del Colle. Ad oggi l'unica mozzarella di bufala è quella campana ...
  • 17 November 2017

    La tutela DOP fino al bancone

    Grandi Formaggi DOP (Asiago DOP, Gorgonzola DOP, Mozzarella di Bufala Campana DOP, Pecorino Sardo DOP e Taleggio DOP) organizzano una serie di incontri formativi rivolti agli operatori del settore alimentare: gli ultimi due, dedicati al rapporto tra alimentazione, benessere e salute, si sono svolti nelle scorse settimane a Bari e a Modena.Dalla storia al legame con il territorio, dalle caratteristiche nutrizionali all'uso in cucina: tutti aspetti, questi, da valorizzare quando si tratta di comunicare un prodotto DOP (Denominazione di origine protetta), anche da parte di tutte quelle figure che propongono ogni giorno ai consumatori questi alimenti, come i negozianti e gli addetti vendita al banco nei supermercati. "I consumatori sono sempre più attenti all'origine dei prodotti, al modo in cui sono ottenuti e con cui possono essere utilizzati, e il loro valore nutrizionale. I formaggi DOP dichiarano chiaramente dove sono ottenuti e il nome ne è il riferimento immediato. Poi ...
  • 16 November 2017

    Il Consorzio Prosciutto di San Daniele DOP protagonista a FICO

    Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele DOP è partner di Fico Eataly World, il parco agroalimentare più grande del mondo, che ha aperto le porte al pubblico ieri a Bologna. Fico (Fabbrica italiana contadina) è un progetto della durata di tre anni che, in un'area di dieci ettari, racchiuderà campi e stalle all'aria aperta, 40 fabbriche, botteghe e mercati, oltre 40 luoghi di ristoro e aree dedicate a meeting e spazi educativi dedicati ai più piccoli. L'obiettivo è quello di avvicinare grandi e piccini al patrimonio agroalimentare italiano e di far scoprire loro il meglio della biodiversità Made in Italy. Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele DOP sarà presente a Fico con il chiosco "Al San Daniele", un'area di circa 50 metri quadrati dove assaporare il fiore all'occhiello dei prodotti DOP friulani, tagliato al coltello o affettato a macchina, sia in occasione del pranzo che della cena. «Forti del bilancio positivo dell'attività in Expo 2015 che ci ha visti protag...
  • 16 November 2017

    In Autogrill prodotti tipici non obbligatori

    Aree di servizio autostradali libere dall'obbligo di vendere prodotti tipici perché prevale la libertà economica dell'esercente: lo precisa il Tar di Napoli con la sentenza n.5249 dell'8 novembre 2017. Una legge della Regione Campania (1/20u) obbligava i distributori autostradali di carburante a destinare almeno 150 metri quadri dei bar alla promozione di prodotti tipici, minacciando la decadenza dalle concessioni. Sul ricorso di un società petrolifera e di Autogrill, l'imposizione è stata contestata facendo valere la liberalizzazione del mercato che si legge nel Dl Bersani. Il Tar ha condiviso questa impostazione, affermando che la riserva di una consistente superficie alla commercializzazione di prodotti tipici deve rimanere una libera scelta dell'esercente, senza essere imposta a tutela di presunti interessi pubblici. Senza coinvolgere la Consulta, il giudice locale può infatti "disapplicare" la norma interna (statale o regionale) che contrasti con quella comunitaria, ...
  • 15 November 2017

    Radicchio Rosso di Treviso IGP Tardivo: Castelfranco vuole l’IGP

    II Consorzio Radicchio Rosso di Treviso IGP  valuta l'estensione del marchio alla patria del variegato, Castelfranco. II Radicchio Rosso di Treviso IGP tardivo potrà essere coltivato anche a Castelfranco: il consorzio di tutela proporrà al suo consiglio il prossimo 21 novembre l'allargamento del marchio IGP anche nella patria dell'altro radicchio, quello variegato detto appunto di Castelfranco, sempre tutelato. “II motivo”, spiega il direttore del consorzio di tutela Denis Susanna, “è che vi sono tanti coltivatori della zona che chiedono di certificare le loro attuali produzioni con questo marchio. Questo perché anche la grande distribuzione richiede sempre di più questo "bollino" che garantisce l'origine geografica e il rispetto di un preciso disciplinare. Insomma, avere produzioni IGP fa la differenza, anche sul mercato”. La possibilità di coltivare tardivo IGP, sempre secondo la proposta del Consorzio, potrebbe essere estesa a tutti i comuni della Castella...
  • 15 November 2017

    Vino, Lessini Durello DOP: tre giorni di promozione per i Trent’anni delle bollicine

    Da venerdì a domenica degustazioni convegni e sulla storia della DOP berico-scaligera.  Il Durello in festa tre giorni per i trent'anni delle bollicine. La produzione attuale di un milione di bottiglie punta a quadruplicare. Una storia singolare quella del Lessini Durello DOP, un vino andato a un passo dall'estinzione, dopo decenni di oblio, ma che in 30 anni ha conosciuto una formidabile rimonta, con una produzione attuale di un milione di bottiglie e la prospettiva di arrivare a quattro. E ora, con Durello&Friends, manifestazione ideata e promossa dal Consorzio di tutela Monti lessini, le bollicine berico-scaligere brindano ai trent'anni della denominazione. E stata presentata ieri in Camera di commercio la quindicesima edizione di Durello&Friends, evento principe dedicato al Durello, ideato dal Consorzio di Tutela del Lessini Durello diretto da Aldo Lorenzoni, con il sostegno di Banco Bpm (rappresentato da Paolo Smizzer, responsabile della segreteria relazioni ...