Tag: made in italy

  • 20 February 2017

    DOP IGP, Sani: “puntare su unicità e trovare nuove strade anti-contraffazione”

    BRUNELLO, ma non solo: DOP e IGP sono il fiore all'occhiello del nostro Paese. Produzioni conosciute dentro e fuori i nostri confini ma che necessitano di una tutela costante. All'indomani della presentazione del Rapporto annuale Ismea-Qualivita il Presidente della Commissione Agricoltura della Camera Luca Sani commenta: "Dobbiamo puntare sull'unicità del prodotto italiano, il nostro è un potenziale difficilmente replicabile". Frodi e contraffazioni: qualisono i punti deboli dei nostri prodotti? «Molto è state fatto sia ex officio sia con accordi con le principali piattaforme online, per togliere dalla vendita i prodotti che usano impropriamente i nomi italiani. Abbiamo ottenuto risultati in1portanti, ma dobbiamo puntare sulle etichette : occorre rendere l'etichetta più leggibile per rendere il  consumatore  più consapevole dice cosa acquista. Inoltre bisogna migliorare la presenza di piattafore di distribuzione: il Made in Italy ha pochi sbocchi in Asia. Occorre ...
  • 16 February 2017

    Rapporto Ismea-Qualivita: la qualità certificata vale 13,8 mld

    DOP e IGP trainano l'export made in Italy: +9,6%. La qualità certificata vale 13,8 mld. Le IG si confermano sistema strategico per l'agroalimentare italiano. II 51% dei prodotti DOP e IGP è distribuito dalla GDO, le produzioni di qualità certificate made in Italy si confermano sempre più traino per tutto l'agroalimentare. Questa la sintesi finale del XIV Rapporto Ismea-Qualivita. II nostro Paese mantiene la leadership mondiale per numero di DOP-IGP-STG con 814 prodotti (247 food e 523 wine), e ben 13 nuove registrazioni nel corso del 2016, raggiungendo i 13,8 mld di euro di valore alla produzione (dato 2015), per una crescita del +2,6% su base annua e un peso del 10% sul fatturato totale dell'industria agroalimentare nazionale. Le IG continuano a rappresentare un fattore chiave per la crescita del made in Italy nel mondo, con un valore all'export di 7,8 miliardi di euro, pari al 21% delle esportazioni del settore agroalimentare e un trend positivo che sfiora la doppia ...
  • 14 February 2017

    I salumi Italiani DOP saranno a Tokyo dal 13 al 16 febbraio

    Secondo i dati ASSICA (Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi aderente a Confindustria) le esportazioni di salumi italiani nei primi nove mesi del 2016 in Giappone, hanno registrato una crescita a due cifre: +21,4% in quantità con 2.974 tonnellate e +15,7% in valore per un totale di oltre 29 milioni di euro. Il Giappone si conferma, dunque, uno dei principali Paesi di riferimento per le esportazioni italiane. Per quanto riguarda la composizione della domanda giapponese, il 44,04% dei salumi italiani che arrivano in Giappone è rappresentato dal prodotto di punta della salumeria italiana: il Prosciutto Crudo stagionato, seguono Pancette stagionate (28,97%), Salami stagionati (12,90%), Mortadella e würstel (9,38%) e Prosciutto cotto (2,98%). L’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani - Consorzio che si occupa di promuovere i salumi italiani in Italia e nel mondo - sarà a Tokyo dal 13 al 16 febbraio per partecipare a SalumiAmo DOP, il programma di promozione che ...
  • 10 February 2017

    Censis: Made in Italy, “emozione” da 30 mld

    Made in Italy, emozione da 30 mld. Il target sono i millennials, che spendono ma vanno conquistati. L'anima del fare italiano sono le emozioni: ogni turista le mette in valigia assieme a beni e nuovi stili di vita quando lascia la Penisola. E sono le sensazioni positive trasmesse dai brand a racchiudere un potenziale economico crescente: la loro incidenza può incrementare di oltre il 15% il business delle aziende, mentre si stima che entro cinque anni la spesa in prodotti di qualità ed emozionali, principalmente ad opera delle nuove generazioni, dovrebbe fruttare all'economia italiana tra i 29 e i 34 miliardi in più all'anno. A illustrare lo scenario presso la casa d'aste Sotheby's a Milano è il Censis, che ha stilato un nuovo studio sulle sfide del made in Italy per conto della casa vinicola toscana Ornellaia. Secondo Censis, che ha collaborato con Fondazione Altagamma per la stesura dello scenario, del made in Italy conquistano, oltre le emozioni, lo stile di vita ...
  • 26 January 2017

    Presentazione del 29° Rapporto Italia 2017 Eurispes

    Giovedì 26 gennaio, ore 11.00, il direttore generale della la Fondazione Qualivita Mauro Rosati  parteciperà alla presentazione del 29° Rapporto Italia 2017 organizzata da Eurispes presso la Sala Conferenze della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (Viale Castro Pretorio, 105). I risultati del Rapporto saranno illustrati dal Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara.  L’ingresso in Sala è previsto dalle ore 10,45, mentre i lavori di presentazione inizieranno alle 11,00 e si concluderanno alle 12,30. Eurispes opera nel settore della ricerca, formazione e consulenza da oltre 30 anni, un'esperienza che consente di supportare ogni tipo di organizzazione con informazioni di qualità. La competenza sulle strutture e sui meccanismi di funzionamento del Paese ad ogni livello, consente all'Istituto di offrire scenari aggiornati, completi e scientificamente solidi, focalizzati a seconda delle specifiche esigenze nell'ambito economico, politico, demografico e dei ...
  • 23 January 2017

    Mipaaf: nel 2016 oltre 160mila controlli e sequestri per un valore di 36 mln di euro

    Il 2016 si è chiuso con una raffica di controlli e di sequestri nel settore agroalimentare, un'attività rafforzata che ha consentito di eliminare dai mercati (non solo nazionali) i falsi made in Italy. Il Mipaaf ha infatti tracciato il bialancio delle operazioni svolte nello scorso anno dai quattro organismi di controllo e cioè Ispettorato repressione frodi (ICQRF), Nuclei Antifrodi Carabinieri/Comando Carabinieri politiche agricole e alimentari (NAC), Corpo forestale dello Stato e Capitanerie di Porto-Guardia Costiera. Un azione che ha portato a effettuare oltre 160mila controlli, di cui più di 1500 sul web, per un valore complessivo di oltre 36 milioni di euro di sequestri nell'agroalimentare italiano e più di 6mila sanzioni. Con la tutela «ex officio», delle DOP IGP comunitarie - sottolinea una nota del Mipaaf - sono stati esaminati 240 casi che hanno permesso di far togliere dagli scaffali in molti Paesi d'Europa falsi prosciutti, formaggi, oli extra vergini di ...
  • 17 January 2017

    Parmigiano Reggiano DOP: premiati oggi i caseifici vincitori al World Cheese Awards 2016

    Cinque caseifici aderenti a Confcooperative Modena sono rientrati trai 42 caseifici che vengono premiati oggi a Reggio Emilia per aver fatto parte della Nazionale del Parmigiano Reggiano DOP che ha partecipato al World Cheese Awards 2016, svoltosi a San Sebastian in Spagna nel novembre scorso. Oggi nella sala del Tricolore a Reggio il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano DOP consegna attestati di riconoscimento ai caseifici e ai casari che hanno tenuto alto il nome del nostro formaggio in una competizione internazionale molto seguita anche dal mondo della distribuzione e della ristorazione. I caseifici hanno partecipato alla gara formaggi DOP provenienti da tutto il mondo categoria da 18-21 mesi, 22-24 mesi e oltre 30 mesi. Il Parmigiano Reggiano DOP, che si è aggiudicato 38 medaglie e tre "Supergold", è risultato il formaggio più premiato. Tra le sei medaglie modenesi segnaliamo gli argenti del caseificio Dismano di Montese e 4 Madonne di Lesignana di Modena ...
  • 12 January 2017

    Il piano Ice spinge il made in Italy in Usa

    Mozzarella di Bufala Campana DOP e Prosecco DOP davvero made in Italy sugli scaffali di Walmart, una delle più pervasive catene di ipermercati Usa? Quanto è riuscita la scommessa lanciata, quasi 2 anni fa, dall'allora vice (e oggi ministro per lo Sviluppo Economico) Carlo Calenda? I primi dati li snocciola l'Ice, braccio operativo del Mipaaf. Se, complessivamente, nel biennio 2015-2016, per il complessivo Piano Straordinario per il made in Italy il plafond è stato di circa 200 milioni di euro l'anno, ai soli interventi dedicati al Nord America sono andati 103 milioni: il 92% agli Usa e l'8% al Canada. Spiega l'Ice: a fronte di un investimento promozionale di 3,5 milioni di dollari, l'acquisto di prodotti food&beverage italiani è cresciuto, in media, del +18% rispetto al 2015, per un valore complessivo di acquisti di 24,milioni di dollari. Proprio quest'anno, infatti, sono stati siglati accordi con importanti player della grande distribuzione organizzata a stelle e ...
  • 7 December 2016

    AssoDistil, Grappa IG: primo distillato a marchio certificato negli USA

    La Grappa sarà il primo distillato a Indicazione Geografica italiano a sbarcare negli Stati Uniti, grazie ai fondi europei. Lo annuncia AssoDistil, associazione nazionale rappresentativa del settore, che si è aggiudicata un importante finanziamento tra quelli previsti dal Regolamento 1144/2014 per la promozione dei prodotti agricoli, nel periodo 2016-2019. "Grazie a questi fondi Ue a partire dai primi mesi del 2017 - ha annunciato Cesare Mazzetti, presidente del Comitato Nazionale Acquaviti dell'associazione - potremo dare il via ad un articolato piano di eventi promozionali, destinati sia agli operatori commerciali sia alle istituzioni locali, con l'obiettivo di far conoscere la Grappa IG ed il suo gusto unico ai consumatori americani". Gli Stati Uniti oggi rappresentano il mercato mondiale più ambito dagli imprenditori del settore distillatorio. "Attualmente, poco più del 25% dei nostri distillati riesce a prendere la strada dell'export - ha spiegato ancora Cesare ...
  • 6 December 2016

    Contraffazione: l’Italia perde ogni anni 680 mln in prodotti falsi DOP e IGP

    Natale si avvicina, ma i dati sulla contraffazione non sono un bel regalo. Anzi, il peggior "pacco" all'economia. Perché ogni anno, l'Unione europea perde 83 miliardi di euro di vendite e quasi 8oomila posti di lavoro a causa di contraffazione e pirateria. Un danno che per l'Italia si traduce attorno ai 7 miliardi. Ma se si calcolano anche le perdite indirette al business (cioè i mancati introiti in logistica, distribuzione e terziario connesso) la stima arriva anche a 8 miliardi di euro e oltre 1oomila posti di lavoro che non si riescono a creare. La mappatura del fenomeno - a livello europeo e per settori - l'ha fatta l'Agenzia Ue che tutela la proprietà intellettuale (Euipo), che, attraverso il suo Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, ha, negli ultimi due anni, analizzato e quantificato il fenomeno dei falsi e della loro diffusione nei settori farmaceutico, alcolici e dei vini, gioielli e orologi, borse e valigie, giocattoli, ...
  • 2 December 2016

    Export agroalimentare sempre in crescita: 28 miliardi nei primi 9 mesi 2016

    Bene l'export agroalimentare italiano: dopo la forte spinta di agosto (+13,4%) risponde un settembre molto positivo (+5,7%). Food and drink settore guida dell'export nazionale con 28 miliardi di euro nei primi nove mesi dell'anno. I dati - elaborati da Ismea - sono sintesi di un incremento tendenziale del valore delle vendite all'estero dei prodotti agricoli (+5,4%) e di una crescita altrettanto rilevante delle spedizioni dei prodotti dell'agroindustria (+5,7%). Rispetto al corrispondente periodo del 2015, nei primi nove mesi del 2016 l'export agroalimentare è cresciuto in valore del +3,3%, sostenuto soprattutto dai prodotti lavorati (+3,7%). Gli ultimi dati disponibili confermano la quota del 9,1% dell'agroalimentare sul totale export nazionale (in valore). In prospettiva l'intero anno dovrebbe chiudersi, secondo Ismea, con una crescita dimezzata rispetto a quella registrata nel corso del 2015 (+7,5% sul 2014). Un risultato, sottolinea l'Istituto, oltremodo positivo ...
  • 1 December 2016

    Olio, filiera unitaria già divisa

    Organizzazioni dei produttori olivicoli, commercio, industria e trasformazione hanno trovato la quadra: Aipo, Cno, Unapol, Unasco, Unaprol, Federolio, Assitol, Aifo e Assofrantoi si riuniranno sotto il cappello della Fooi, Filiera olivicola-olearia italiana. Resteranno fuori, dunque, le cooperative e le organizzazioni agricole che, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, hanno protestato contro questa decisione (confermando quanto anticipato da ItaliaOggi il 31 agosto 2016). Per le coop, in particolare, restare fuori dall'interprofessione dell'olio d'oliva si traduce in una totale assenza di rappresentanza nel settore e, di conseguenza, nell'impossibilità di accedere ai finanziamenti europei al comparto. Una situazione che ha spinto l'Alleanza delle cooperative agroalimentari a inviare una lettera sul punto al ministro delle politiche agricole, Maurizio Martina. Comunque sia, il primo presidente della nuova organizzazione interprofessionale dell'olio d'oliva e delle olive ...
  • 28 November 2016

    Grana Padano DOP: Mantova migliore città Italiana

    "Fa piacere leggere che nel primato conquistato da Mantova e dal suo territorio come regina italiana della qualità della vita, gli osservatori citino anche il Grana Padano DOP". Lo afferma Stefano Berni, direttore generale del Consorzio Grana Padano, il prodotto DOP più consumato del mondo con 4 milioni e 800 forme, nel commentare la notizia che, secondo uno studio ItaliaOggi-Università La Sapienza di Roma, Mantova è la migliore città italiana per qualità della vita. "Da mantovano - aggiunge Berni - e da attento conoscitore della realtà locale, confermo che per quanto riguarda l'economia, il lavoro, l'ambiente, il tenore di vita e soprattutto la cultura, Mantova sta offrendo segnali importanti e positivi". "In questo panorama Grana Padano DOP, che nella provincia di Mantova produce 1.400.000 forme (prima provincia produttrice con il 29% del totale) - conclude Stefano Berni - fa la sua parte sia per quanto riguarda occupazione e produzione, sia contribuendo a tavola e non ...
  • 21 November 2016

    Pecorino Toscano DOP, il Consorzio orgoglioso dei successi al “World Cheese Awards 2016”

    “Vedere il Pecorino Toscano DOP premiato come uno dei formaggi migliori al mondo è motivo di grande orgoglio per il Consorzio. Al Caseificio ‘Il Fiorino’ di Roccalbegna che ha conquistato tante medaglie e due Super Gold al “World Cheese Awards 2016” vanno i nostri più sinceri complimenti”. Con queste parole Andrea Righini, direttore del Consorzio Tutela Pecorino Toscano DOP commenta il successo ottenuto dall’azienda maremmana a San Sebastian, in Spagna, dove si è svolto “World Cheese Awards 2016” uno degli eventi internazionali dedicati al formaggio più importanti al mondo. Al concorso spagnolo hanno partecipato oltre 3mila formaggi da tutto il mondo. Il riconoscimento più importante, il Super Gold, è stato assegnato a 66 prodotti, due quali realizzati da Il Fiorino. In tutto, i formaggi italiani che hanno ricevuto questa menzione d’onore sono stati 6. Il Caseificio maremmano ha ottenuto anche una medaglia d’argento, una di bronzo e due d’oro, ...
  • 17 November 2016

    Suini, la ripresa arriva dall’export

    La domanda cinese traina le produzioni di Germania, Spagna e Danimarca, principali fornitori di Pechino Suini, la ripresa arriva dall'export. Ismea: bene la bilancia commerciale italiana, ma resta un rosso di 243 milioni per la dipendenza strutturale il settore del suino ha imboccato la via della ripresa, dopo un 2015 particolarmente negativo. Nei primi otto mesi del 2016, l'indice Ismea, rileva infatti un recupero delle esportazioni europee. Trainate soprattutto dalla Cina che ha raddoppiato gli acquisti e nella prima metà dell'anno ha importato came fresca e trasformata per 760mila tonnellate con un incremento del 138% in quantità e del 151% in valore. A beneficiarne in particolare Germania, Spagna e Danimarca i principali fornitori di Pechino, con quote rispettivamente del 20%,18% e 11 per cento. L'Italia è rimasta indietro e solo a fine settembre è arrivato il via libera all'esportazione di carne fresca limitatamente alla macroregione del Nord riconosciuta indenne ...
  • 16 November 2016

    La Finocchiona IGP e il Pecorino Toscano DOP al “Food Expo Vietnam 2016”

    La Finocchiona IGP e il Pecorino Toscano DOP volano in Vietnam per allargare la loro presenza sui mercati orientali. Questi due prodotti rappresenteranno l’eccellenza alimentare toscana e Made in Italy a "Food Expo Vietnam 2016", in programma a Ho Chi Minh City da mercoledì 16 a sabato 19 novembre. In occasione della fiera internazionale, tra le più importanti in Oriente e che vedrà l’Italia come ospite d’onore, il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP e quello del Pecorino Toscano DOP saranno presenti con un proprio stand e parteciperanno a incontri con buyers e altri soggetti interessati, grazie anche all'accordo bilaterale siglato recentemente fra Unione europea e Vietnam. Quella vietnamita è una delle fiere più importanti di tutto il sud-est asiatico che, nelle edizioni precedenti, ha attirato oltre 10mila visitatori provenienti da tutto il mondo. “Il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP - affermano il Presidente e il Direttore, rispettivamente, ...