Tag: internazionalizzazione

  • 24 February 2017

    L’export italiano di ortofrutta a quota 5 miliardi di euro

    Oltre che sul mercato tedesco la produzione ortofrutticola tricolore scommette sui nuovi paesi target dell'Est europeo e dell'Asia. "L'Italia ha esportato nel 2016 ben 4,8 miliardi di euro di ortofrutta, il 5% in più rispetto all'anno precedente e quest'anno dovremmo arrivare vicino ai 5 miliardi". Lo ha sottolineato Marco Salvi, presidente di Fruitimprese dallo stand Italy di Fruit Logistica, la kermesse berlinese dedicata all'ortofrutta in tutte le sue sfaccettature. "La Germania è il primo acquirente dell'ortofrutta italiana con 1 milione e 700 mila tonnellate spedite - ha aggiunto Salvi - in aumento del 4,6% per gli ortaggi e del 5,3% per la frutta nei primi 10 mesi del 2016 rispetto agli stessi mesi del 2015. Stiamo crescendo anche se ci sono Paesi più bravi di noi come la Spagna". Per competere sui mercati internazionali occorre tuttavia puntare ancora di più sull'aggregazione delle imprese e sull'innovazione. "Attraverso i contatti che abbiamo sviluppato in ...
  • 21 February 2017

    Nobile di Montepulciano DOP, patrimonio territoriale da 500 milioni di euro e oltre mille occupati

    L'export traina ancora i mercati, ma cresce del +2% anche la vendita diretta in cantina, di pari passo con la crescita dell'enoturismo. Il patrimonio Nobile di Montepulciano DOP vale oltre 500 milioni di euro e dà lavoro a circa mille persone, senza considerare l'indotto che per il 70% dipende dal vino. Quattro stelle (su un massimo di 5) alla vendemmia 2016 del Vino Nobile di Montepulciano DOP. L'assegnazione è stata annunciata dal presidente del Consorzio di tutela Andrea Natalini e dal sindaco Andrea Rossi, durante l'ultima giornata di Anteprima del Vino Nobile, quella dedicata alla stampa del settore. "Un risultato importante dal punto di vista climatico - ha commentato il presidente Natalini - che conferma la crescita qualitativa che ormai da anni rappresenta le nostre imprese e che ha fatto sì che il Vino Nobile sia sempre più riconoscibile nel mondo". I vini 2016 di Montepulciano esprimono - a giudizio degli esperti della commissione che ha espresso il punteggio ...
  • 16 February 2017

    Commercio, UE e Canada avanti senza gli Usa: via libera al CETA

    Sì dell'Europarlamento al CETA, acronimo che sta per "Comprehensive Economic and Trade Agreement", accordo di libero scambio tra UE e Canada. Abolito il 99% dei dazi, il Pil può crescere di 12 miliardi. Per l'Italia occasione export. Il parlamento europeo ha detto sì. Al più tardi dal primo aprile potrà entrare in vigore al 95%. Restano in sospeso le ratifiche nazionali della parte che riguarda la soluzione delle controversie fra imprese e Stati, di stretta competenza nazionale e uno degli elementi al centro della "rivolta" di settori di opinioni pubbliche, associazioni di consumatori e ambientaliste di mezza Europa, partiti euroscettici ed eurofobici di destra come settori della sinistra europea. Non è stata una passeggiata neppure al Parlamento: 408 sì, 254 no, 33 astenuti. Mentre si votava, 700 manifestanti con cartelli e fischietti avevano "assediato" il "Colosseo" UE di Strasburgo. Neppure qualche mese fa, quando la Vallonia aveva bloccato il via libera dei 28 ...
  • 16 February 2017

    Si chiama Prosciutto di Parma DOP anche in Canada

    La firma dell’accordo di libero scambio UE-Canada, segna un risultato storico per il Prosciutto di Parma DOP che prende possesso del proprio nome in Canada a seguito dell’accordo di libero scambio – CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement) – tra Unione Europea e il Canada approvato dal Parlamento europeo. Il CETA, tra le altre cose, introduce un quadro di riferimento per la disciplina delle Indicazioni Geografiche a cui sono riconosciuti uno status speciale e una maggiore protezione sul mercato canadese. Nello specifico, l’intesa prevede la coesistenza della denominazione “Prosciutto di Parma” e del marchio “Parma” attualmente detenuto dalla società canadese Maple Leaf. "E’ un traguardo tanto atteso – ha dichiarato Vittorio Capanna, presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma – che premia la tenacia dei nostri produttori che finalmente potranno vendere il nostro Prosciutto sul mercato canadese con la corretta denominazione "Prosc...
  • 15 February 2017

    Chianti Classico DOP, un’alleanza mondiale “sull’origine” a tutela del vino

    "When it comes to wine, location matters": ovvero quando si parla di vino, è il luogo che conta". Così recita lo slogan di apertura del sito origins.wine, che illustra i motivi per cui 20 fra le più prestigiose regioni vitivinicole del mondo hanno sottoscritto un accordo per la protezione e promozione dei nomi e dell'origine dei vini (Joint Declaration to Protect Wine Place & Origin). Si tratta di un movimento transnazionale nato nel 2005 per tutelare le denominazioni d'eccellenza e orientare il consumatore di fronte a un'offerta enologica in costante espansione. Una sorta di mappatura mondiale dei territori vocali alla produzione di grandi vini, a cui ha aderito nel 2007 anche il Consorzio Chianti Classico DOP, unico distretto enologico italiano a sposare il progetto. Le novità della Declaration sono state al centro di una tavola rotonda durante la due giorni di Chianti Classico Collection alla Stazione Leopolda di Firenze, per testimoniare il crescente interesse ...
  • 14 February 2017

    CETA domani l’approvazione: riconosciute 145 IG, segnale forte agli USA

    La maggioranza per far passare l'Accordo di libero scambio tra UE e Canada ci sarà e domani il CETA sarà approvato dal Parlamento europeo riunito a Strasburgo. Un segnale forte dell'Europa all'America di Trump: mentre gli USA virano sul protezionismo, il Vecchio Continente continua a credere che apertura e libero scambio (se ben regolati) portino benefici a imprese, lavoratori e cittadini. Affondato il TTIP l'importanza strategica del CETA è lievitata al punto che giovedì, all'indomani del voto, lo stesso primo ministro Justin Trudeau sarà a Strasburgo per festeggiare il successo. Non tutti nel mondo politico e nell'opinione pubblica europea lo considerano un traguardo positivo: i critici sostengono che il Trattato negoziato dalla Commissione favorirà le multinazionali a scapito delle piccole e medie imprese. Dal canto loro i favorevoli rispondono che al contrario delle Pmi, le grandi industrie già riescono ad entrare nei mercati protetti, situazione che verrebbe ...
  • 9 February 2017

    ORIGO, Geographical Indications’ Global Forum

    Ad aprile a Parma Origo, il forum mondiale dedicato delle Indicazioni Geografiche, organizzato dal  Ministero delle politiche agricole Italiano e la Regione Emilia-Romagna, con il patrocinio della Commissione Europea. Grazie a Unione Parmense per gli Industriali ed Ente Fiere di Parma, il primo grande evento fieristico B2B dedicato alle sfide e alle opportunità globali del sistema delle indicazioni geografiche dell’Unione Europea. ORIGO, è il Global Forum che nasce dalla necessità di creare una nuova consapevolezza del valore strategico delle produzioni di qualità sia all’interno del contesto europeo sia nei mercati internazionali. Le nuove sfide globali impongono a tutti i produttori e gli esperti del settore UE di unire le energie e creare nuove modalità di relazioni culturali ed economiche. ORIGO è realizzato in sharing con Cibus Connect, l’importante fiera internazionale dell’alimentazione di Fiere di Parma, dedicata in particolare nel 2017, alla ...
  • 2 February 2017

    Il Prosecco DOP vola in Florida per l’Arte contemporanea

    Boca Raton, in spagnolo "bocca del topo", si riferisce all'insenatura dove un tempo trovavano rifugio i famigerati pirati. Oggi è una ricca cittadina nella Contea di Palm Beach, 47 miglia a nord di Miami dove ha sede l’IBM che ha portato sviluppo e un’intensa attività economica, ma la località è connotata anche da una spiccata propensione al turismo e alla cultura. Non a caso il Museo d’Arte di Boca Raton, nato 1950 come collettiva d’artisti, oggi comprende una Scuola d'arte, Collezioni permanenti d’Arte contemporanea, Fotografia, Scultura e una particolare sezione dedicata alle Opere in Vetro (Studio Glass Movement). Fondazione Berengo da Venezia è quindi sbarcata in Florida con 42 opere realizzate da 32 artisti di 23 diverse nazionalità, fra i quali spiccano Koen Vanmechelen e Marya Kazoun. Cinquecento gli ospiti che si sono assicurati la partecipazione alla cerimonia di apertura previo acquisto di un biglietto da 250$ destinati ad autofinanziare il museo ...
  • 31 January 2017

    Prosecco DOP, Consorzio in missione a Madrid Enofusion, Salone della Gastronomia Stellata

    Cento espositori e pubblico selezionato per Enofusiòn,  evento internazionale riservato al vino, organizzato nel cuore di Madrid come costola di Madridfusiòn, salone della gastronomia stellata, la cui notorietà sta oltrepassando i confini  della Spagna. Nel Palacio Municipal de Congresos de Madrid si è conclusa in questi giorni la manifestazione che ha registrato un afflusso medio di 120 visitatori l’ora, composto per l’85-90% da addetti ai lavori, il restante 10-15% da consumatori finali. Presente per la prima volta anche il Consorzio di tutela Prosecco DOP con una MasterClass sul tema “Prosecco DOP y Tapas” alla scoperta di piacevoli e innovativi abbinamenti tra le bollicine veneto-friulane e le Tapas, specialità spagnola che accompagna tipicamente l’aperitivo. In questo caso si è trattato di stuzzichini davvero ‘chic’ creati e commentati dallo chef stellato Quim Casellas, del Restaurant Hotel Casamar di Girona, prima stella Michelin conquistata nel ...
  • 30 January 2017

    Consorzio Gorgonzola DOP: varato il piano di valorizzazione 2017

    L’attività promozionale 2017 vedrà il Consorzio di tutela impegnato nella realizzazione di campagne, eventi, fiere e collaborazioni con diversi altri organismi istituzionali per lo sviluppo di progetti mirati alla conoscenza e alla diffusione del formaggio Gorgonzola DOP sia in ambito nazionale che estero. Si comincia con la partecipazione a Gulfood, la fiera in programma a Dubai dal 26 febbraio al 2 marzo, nello stand AFIDOP, l’Associazione Formaggi Italiani DOP IGP. Numerosi gli showcooking e le degustazioni in programma organizzate insieme a Mozzarella di Bufala Campana DOP, Grana Padano DOP, Pecorino Toscano DOP, Parmigiano Reggiano DOP, Casciotta d’Urbino DOP e Pecorino Romano DOP. L’attività promozionale fieristica si sposterà a Milano per Tuttofood (8-11 maggio), come di consueto con cadenza biennale, a cui il Consorzio Gorgonzola parteciperà con un proprio stand interamente rinnovato per valorizzare al meglio gli showcooking del testimonial Antonino ...
  • 19 January 2017

    Il Pecorino Toscano DOP fra i protagonisti del Winter Fancy Food Show a San Francisco

    Il Pecorino Toscano DOP vola ancora una volta a San Francisco, per essere fra i protagonisti dell’edizione 2017 del Winter Fancy Food Show. La kermesse dedicata all'enogastronomia mondiale, fra le più importanti nel panorama internazionale, è in programma da domenica 22 a martedì 24 gennaio e coinvolgerà oltre 80 mila produttori, 19 mila buyers e 1.400 espositori. Il Consorzio di tutela del Pecorino Toscano DOP parteciperà alla manifestazione statunitense insieme ad altre eccellenze enogastronomiche italiane e sotto l’egida dell’Italian Trade Commission (ICE), l’agenzia per la promozione all'estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che curerà anche l’incoming di operatori americani. “Il mercato statunitense - afferma Andrea Righini, direttore del Consorzio di tutela del Pecorino Toscano DOP - è uno dei più importanti per il nostro formaggio, in costante crescita dopo quello europeo e primo importatore per i prodotti di qualità delle ...
  • 19 January 2017

    Produzione Gorgonzola DOP 2016: trend di crescita quadriennale

    Nel 2016 la produzione di formaggio Gorgonzola DOP cresce dell’1,78 % rispetto all'anno scorso confermando un trend in salita dal 2013. Nell’anno che si è appena concluso i 37 caseifici, collocati tra Piemonte e Lombardia, che rappresentano la totalità della produzione globale di Gorgonzola, hanno prodotto 4.581.155 forme, 79.918 in più rispetto al 2015, circa 138mila più del 2014 (+3,10 %) e con un aumento ancora più consistente, di oltre 400mila forme (+10% circa), rispetto al 2013. La tipologia “Piccante” continua a rappresentare una nicchia con 516.363 forme prodotte nel 2016 (11,27% sul totale), ma anch’essa è in costante crescita. Dal 2013, infatti, quando ha raggiunto il 9% del totale, la produzione di Gorgonzola Piccante è cresciuta all’incirca di un punto percentuale ogni anno. Il Presidente del Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola Renato Invernizzi commenta con entusiasmo i dati sulla produzione: "Siamo in presenza di una tendenza ...
  • 18 January 2017

    Prosciutto di Parma DOP: in attesa del riconoscimento della IG in Giappone

    Il sistema italiano ed europeo delle Indicazioni Geografiche fa il tifo per il Prosciutto di Parma DOP. E infatti, in attesa di sapere se a questa importante DOP italiana (8,7 milioni i prosciutti marchiati nel 2016, 9 milioni quelli messi a stagionare lo scorso anno, per un valore alla produzione di 770/780 milioni euro nel 2016 e un export che raggiunge un terzo della produzione) sarà riconosciuto in Giappone lo status di prodotto a IG. La decisione da parte del Ministero dell'Agricoltura giapponese è attesa per maggio prossimo, mentre il 7 marzo scadranno i termini per presentare eventuali opposizioni alla richiesta. «Per noi», spiega Stefano Fanti, direttore del Consorzio di tutela del Prosciutto di Parma DOP, «è ormai una prassi consolidata registrare il marchio Prosciutto di Parma DOP in un Paese straniero prima di esportarvi il nostro prodotto. Questo è il metodo più efficace per tutelarlo al di fuori della Comunità Europea. In Giappone, un mercato per noi ...
  • 16 January 2017

    Vino, si cercano soluzioni sui fondi Ocm

    Non cala la tensione sulla spesa dei fondi UE per la promozione del vino italiano all'estero. Dopo i 13 ricorsi al Tar sulla prima graduatoria nazionale e i tentativi del Ministero delle Politiche agricole di superare l'empasse, i 102 milioni restano bloccati. A settembre, in seguito alle prime contestazioni delle cantine escluse, il Mipaaf aveva rivisto la graduatoria degli assegnatari e a fine 2016 aveva inoltre lanciato un nuovo bando nel quale recuperare gli esclusi. Ma nonostante tutto ciò la matassa resta intricata. Oggetto dei ricorsi di ottobre era stata la definizione di «nuovo beneficiario» al quale garantire una priorità nell'accesso ai fondi, priorità che non sarebbe stata rispettata nella prima graduatoria predisposta dal Mipaaf. Da qui i ricorsi e la revisione della graduatoria in attesa del pronunciamento di merito del Tar atteso per il prossimo 21 marzo. Tuttavia, le aziende che hanno ricevuto i fondi non avviano gli investimenti per timore di una ...
  • 12 January 2017

    Internazionalizzazione, Chianti DOP: nel 2017 alla conquista dell’Asia

    Le nuove «conquiste» del vino Chianti DOP, di cui Montespertoli, con punte di oltre 160mila ettolitri all'anno, è la «capitale» di produzione: sono difatti Città del Messico, Hong Kong, Singapore e Seoul le tappe extra Unione Europea scelte dal Consorzio di tutela vino Chianti DOP per il nuovo programma di promozione 2017 finanziato con i contributi Ocm Vino della stessa Ue. La scelta è stata deliberata in occasione dell'ultimo comitato marketing del consorzio che ha deciso di confermare così i Paesi dove si era già registrata un'attività promozionale nel corso degli ultimi anni. L'Asia pesa ormai per oltre 116,5% nell'export vinicolo (contro il 4,6% di dieci anni fa) e costituisce un importante mercato di esportazione per i vini rossi della Toscana. La prima tappa in programma è comunque a Città del Messico, il 6 marzo prossimo, in cui si terrà un workshop con incontri tra aziende e importatori oltre ad un seminario rivolto a giornalisti e operatori del ...
  • 11 January 2017

    Tra gli sparkling il Prosecco DOP ha trainato le festività straniere e in casa

    Stagionalità e festività tornano a incidere in modo significativo sui consumi di spumanti in Italia. Nei giorni delle feste appena passate sono state stappate 58,5 milioni di bottiglie, di cui 2,9 estere con i picchi di consumo di 10,5 milioni per Natale, circa 34 milioni l'ultima notte dell'anno e 3,5 milioni per la Befana. Ovvero in poco più di dieci giorni si è raggiunto il 40% dei consumi dell'intero anno. Sono i dati di Ovse, l'Osservatorio Economico dei Vini Effervescenti diretto da Giampiero Comolli. Il brindisi delle festività ha avuto un giro di affari di 510 milioni di euro, 440 milioni per le sole bollicine italiane dove a dettare legge sono stati il Franciacorta DOP, il Trento DOP e il Prosecco DOP. Secondo Ovse, la novità assoluta è stata «la tendenza al consumo di vini dal sapore più secco e meno alcolico sia fra le bollicine metodo tradizionale che di metodo italiano», mentre si assiste a un «calo ancora significativo per l'Asti DOP e per tutti gli ...