Argomento: vino

  • 24 settembre 2018

    Sistema dei controlli e vigilanza per i vini non DOP o IGP- GURI n. 220

    ITALIA - Sistema dei controlli e vigilanza per i vini che non vantano una denominazione di origine protetta o indicazione geografica protetta e sono designati con l'annata e il nome delle varieta' di vite, ai sensi dell'articolo 66, della legge 12 dicembre 2016, n. 238, recante la disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino. Fonte: GURI n. 220 del 21/09/2018
  • 18 settembre 2018

    Bene l’export vino italiano, +4,1% nel primo semestre 2018

    Superano i 2,92 miliardi di euro le esportazioni di vino italiano nel primo semestre del 2018 per una crescita in valore del +4,1% rispetto allo stesso periodo del 2017 (a fronte di un calo di oltre il -10% in quantità). Secondo le elaborazioni dell'Osservatorio Qualivita Wine su dati Istat, in termini di valore le esportazioni hanno segno positivo soprattutto nel mercato europeo (che assorbe il 60% del vino italiano esportato) con un +4,4%, ma sono buone le performance anche in quello americano (cui è destinato il 31% dell'export in valore) con un +3,1% e in quello asiatico (quota del 7%) con un +3,9%. Risultati positivi in termini di valore, rispetto al primo semestre del 2017, per quasi tutte le regioni italiane. Il Veneto (che assorbe il 35% delle esportazioni in valore) segna il +3,6%, il Piemonte e la Toscana (che rappresentano entrambe una quota del 16% dell'export in valore) registrano rispettivamente il +6,4% e il +1,9%. Crescite percentuali in doppia cifra ...
  • 18 settembre 2018

    Consorzio delle Venezie DOP, vendemmia del Pinot Grigio chiusa con un +20%

    Si chiude in questi giorni la seconda vendemmia del Consorzio Doc delle Venezie - e la prima a Doc integrale del Pinot grigio - che registra una qualità e una sanità molto buona delle uve e una crescita media dei volumi, tra le differenti aree viticole, che oscilla tra il +15 e il +20% sulla media delle ultime annate, in linea con la positiva tendenza nazionale, sfiorando in alcune zone il +30% sul 2017, coerente con il trend europeo. «È la nostra prima vendemmia di Pinot grigio solo Doc che celebriamo con una qualità media molto buona ed una gestione del potenziale produttivo da parte del Consorzio che ci fa guardare con grande fiducia e serenità ai mercati», commenta il Presidente del Consorzio Doc delle Venezie Albino Armani. IL METEO Un andamento climatico favorevole ha permesso ai vigneti di raggiungere un buono stato di salute, con una giusta gradazione zuccherina ed equilibrato stato di acidità delle uve. Il bel tempo che ha caratterizzato l'areale del ...
  • 14 settembre 2018

    Moscato d’Asti DOP. Una vendemmia all’insegna della qualità

    Uve sane con un quadro aromatico complesso e ricco di profumi, per una delle migliori vendemmie degli ultimi anni. Queste le principali indicazioni che giungono dalla vendemmia 2018 in pieno svolgimento, dopo che il Consorzio ha analizzato 200 campioni di uva prelevati presso i vignaioli. Ci sono dunque tutte le premesse per produrre un Asti, nelle versioni dolce e secco, ed un Moscato d’Asti Docg di assoluta qualità. Vini dotati di un profilo organolettico unico, capace di distinguerli da qualsiasi altro vino a base moscato, grazie alla fragranza ed all’intenso bouquet di profumi dell’uva appena raccolta che mettono in bottiglia. Sono 52 i comuni di produzione posti a cavallo delle province di Asti, Alessandria e Cuneo, per un totale di 9.700 ettari di Moscato, coltivato da quasi 4.000 viticultori. È proprio grazie a questo territorio che il Consorzio di tutela dell’Asti è salito in questi giorni agli onori della cronaca nazionale, con speciali sulla vendemmia ...
  • 12 settembre 2018

    Un riferimento unico per la tracciabilità

    Paolo Aielli, AD IPZS, spiega il valore dei contrassegni dei vini DOC e DOCG (DOP) per tutela e immagine nazionale Il valore del prodotto agroalimentare è nella specificità, nella qualità e nella riconoscibilità, sintesi della cultura, della cura, della tradizione ma anche dell’innovazione e della creatività. Ma non basta, il valore del prodotto agroalimentare italiano ha qualche ingrediente in più. Primo tra tutti l’impegno delle comunità, che si esprime in modo diretto ed efficace nel modello dei Consorzi di tutela. È il riflesso della specificità della storia italiana, costruita sulla vitalità delle tante tradizioni locali che continuano ad arricchire la cultura nazionale. C’è poi l’impegno dello Stato, che da decenni lavora al riconoscimento delle produzioni locali e che fornisce strumenti pubblici di governance con i quali costruire, difendere e diffondere il valore della qualità. Costruire il valore della qualità è la magia che gli operatori di ...
  • 11 settembre 2018

    OCM e promozione, il modello Emilia Romagna

    L’esperienza dell’Enoteca Regionale capace di attrarre risorse per progetti collettivi del territorio Unire le forze, fare rete, mettere a sistema azioni condivise e perseguire obiettivi comuni. In queste formule da tempo si individua la chiave per la crescita e lo sviluppo dei territori e dei settori produttivi, in particolare quelli legati all'agroalimentare italiano, per propria natura frammentato in molte piccole e micro realtà. E non a caso anche in ambito comunitario i programmi che negli ultimi anni hanno ben supportato la crescita di imprese del settore agricolo e vitivinicolo (come l’OCM Vino, il Reg. EU 1144 e i Piani di Sviluppo Rurale) hanno premiato sistemi a rete capaci di coniugare realtà diverse in progettualità coordinate di promozione collettiva. L’Enoteca Regionale Emilia Romagna rappresenta, in quest’ambito, una delle esperienze di maggiore successo, per la sua capacità di connettere e coordinare un’ampia varietà di soggetti in attività di ...
  • 31 agosto 2018

    Giovanni Manetti è il nuovo presidente del Consorzio Vino Chianti Classico

    Cinquantacinquenne, chiantigiano DOC, Giovanni Manetti è il nuovo presidente del Consorzio Vino Chianti Classico. La nomina è avvenuta oggi da parte del nuovo Consiglio di Amministrazione che ha affidato, all'unanimità, al proprietario della nota azienda chiantigiana Fontodi, il delicato compito di condurre il Consorzio attraverso le sfide di un mercato, come quello del vino, sempre più sempre più proiettato in una dimensione di concorrenza globale. La passione per il mondo del vino di Giovanni Manetti, che ama definirsi viticoltore-artigiano, lo ha portato a viverne molteplici aspetti, da tecnico, da imprenditore e da partecipante attivo alla vita della denominazione, come consigliere del CdA dal 1992 e poi, dal 2012, in veste di Vice Presidente del Consorzio Vino Chianti Classico. Questa esperienza varia e matura ha accolto il pieno consenso delle differenti categorie, rappresentate nel Consiglio di Amministrazione del Consorzio (viticoltori, vinificatori, ...
  • 30 agosto 2018

    Pantelleria Doc Festival

    Conto alla rovescia per il Pantelleria Doc Festival, promosso dal Consorzio Volontario per la tutela e la valorizzazione dei vini a DOC dell'Isola di Pantelleria  e dal Consorzio turistico Pantelleria Island: saranno dieci giorni (31 agosto - 9 settembre) di iniziative per svelare l'identità dell'isola giardino del Mediterraneo. Il programma coinvolgerà le diverse contrade, con iniziative culturali, percorsi benessere, pratiche sportive all'aria aperta, degustazioni di vino e cibo, approfondimenti tematici legati all'identità dell'isola. «Sperimentiamo un nuovo modello integrato di turismo - spiega Benedetto Renda, Presidente del Consorzio - che vede la filiera vitivinicola protagonista». SCARICA L'ARTICOLO COMPLETO
  • 30 agosto 2018

    Vendemmia 2018 ottimismo del settore, crescita prevista fra il +10% e il +15%

    La vendemmia del 2018 parte nel segno dell'ottimismo secondo le prime indicazioni di due delle principali organizzazioni agricole del Paese. Confagricoltura prevede un aumento dei raccolti in Emilia Romagna del +25%, in Veneto, Trentino e Umbria tra il +15% ed il +20%, in Lombardia e Marche tra il +5% ed il 10% ed in Puglia raccolti probabilmente nella media, nonostante le pesanti grandinate che hanno colpito i filari del Primitivo di Manduria. In alcuni areali del Lazio, invece, si annuncia un calo della produzione dovuta alla forte pressione di malattie fungine. Peronospora e mal dell’esca, dovuti alle piogge, hanno creato problemi in alcune zone d’Italia. Nel complesso, però, le piogge, spesso necessarie, delle ultime settimane non hanno provocato danni, e la qualità delle uve appare ottima, con acidità e gradazione nei giusti parametri. In Franciacorta, dove si è già al lavoro, si prospetta una vendemmia lunga e minuziosa, ed un ruolo sempre più centrale, ...
  • 29 agosto 2018

    L’export del vino cresce, USA e Germania i nostri clienti top

    Ottimi numeri per i vini italiani: secondo le statistiche dei primi 5 mesi del 2018 di Eurostat, le nostre esportazioni hanno toccato i 2,9 miliardi di dollari, + 18% sullo stesso periodo del 2017. Il mercato principale resta quello USA, che assorbe il 25% delle esportazioni italiane, con 744 milioni di dollari in valore, ed una crescita del 17%. Idem per la Germania, con una quota di 496 milioni di dollari, davanti al Regno Unito, che con un +6,9%, ha toccato i 332 milioni. L'export tricolore cresce nei primi 15 mercati. Dalla Svizzera, che ha fruttato 194 milioni di dollari (+28%), al Canada, a quota 150 milioni, con una crescita del 12%. Ma l'aumento più sostenuto in percentuale è quello della Svezia, che con il suo +33% ha importato vino per 94 milioni, davanti alla Francia, che ha fatto segnare un+27%, a 85,5 milioni. A completare la top 10 delle destinazioni del vino tricolore, ci sono il Giappone, il più importante dei mercati asiatici (+ 12%), la Danimarca (+ 11%) ...
  • 29 agosto 2018

    Chianti DOP, numeri in crescita per un vino a vocazione globale

    Chianti DOP in crescita: +4% delle vendite nel 2017 e i primi cinque mesi del 2018 confermano la tendenza al rialzo, con un aumento stimato del +2%. Il 70% del prodotto viene destinato all'estero, in particolare USA, Germania e Regno Unito. La tenuta dei prezzi poi, con una media di 150 curo per ettolitro, permette di coprire i costi sostenuti in tutta la fase produttiva. È questo il quadro economico che si delinea per la denominazione, come spiega il presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi. Che cosa si prevede per la fine dell'anno? La tendenza è sempre positiva, con numeri che confermano e rafforzano la denominazione sui mercati, soprattutto esteri. Siamo riusciti a superare il periodo delle piogge intense, che ha messo in difficoltà le imprese da un punto di vista fitosanitario. Quello che vedremo nel prossimo futuro sarà una riduzione di quantità rispetto al trend. La qualità invece sarà sempre buona, ma il livello potremo determinarlo dopo la ...
  • 28 agosto 2018

    Mantinia DOP, richiesta modifica discipinare – GUUE C 302

    GRECIA - Pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea di una domanda di modifica del disciplinare di una denominazione del settore vitivinicolo di cui all’articolo 105 del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio "Μαντινεία" Mantinia DOP - Classe 1. Vino e 5. Vino spumante di qualità Fonte: GUUE C 302 del 28/08/2018
  • 28 agosto 2018

    Monzinger Niederberg DOP, domanda di registrazione – GUUE C 302

    GERMANIA - Pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del documento unico di cui all’articolo 94, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio e del riferimento alla pubblicazione del disciplinare di produzione relativo a una denominazione nel settore vitivinicolo Monzinger Niederberg DOP - Classe 1. Vino Fonte: GUUE C 302 del 28/08/2018
  • 16 agosto 2018

    Etichettatura transitoria dei vini DOP e IGP, proroga del termine dell’entrata in vigore – GURI n. 189

    ITALIA - Proroga del termine di cui all'articolo 1 del decreto 23 dicembre 2015 concernente la data di entrata in vigore degli specifici decreti di autorizzazione all'etichettatura transitoria dei vini DOP e IGP, ai sensi dell'articolo 72 del reg. (CE) n. 607/2009 e dell'articolo 13 del decreto 7 novembre 2012, limitatamente alle produzioni derivanti dalla campagna vendemmiale 2018/2019. Fonte: GURI n. 189 del 16/08/2018
  • 13 agosto 2018

    Piave DOP, Lison-Pramaggiore DOP e Lison DOP, autorizzazione etichettatura transitoria – GURI n. 187

    ITALIA - Autorizzazione all'etichettatura transitoria per le proposte di modifica dei disciplinari di produzione dei vini Piave DOP, Lison-Pramaggiore DOP e Lison DOP Fonte: GURI n. 187 del 13/08/2018
  • 7 agosto 2018

    Uhlen Laubach DOP, pubblicazione disciplinare – GUUE C 277

    GERMANIA - Pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del documento unico di cui all’articolo 94, paragrafo 1, lettera d), del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio e del riferimento alla pubblicazione del disciplinare di produzione relativo a una denominazione nel settore vitivinicolo Uhlen Laubach DOP - Classe 1. Vino e 5. Vino spumante di qualità Fonte: GUUE C 277 DEL 07/08/2018