Argomento: vino

  • 16 luglio 2018

    Falanghina del Sannio DOP: continua a crescere il profilo qualitativo

    Cresce senza sosta il livello qualitativo dei vini Falanghina del Sannio Dop. Ad attestarlo è il rating della vendemmia 2017 organizzato dal Sannio Consorzio Tutela Vini con il Circolo Viticoltori di Guardia Sanframondi (Comitato Vinalia), con il supporto della delegazione sannita dell'Assocaizione Italiana Sommelier. Il rating si è svolto 12 luglio scorso a Guardia Sanframondi, presso la struttura de 'La Guardiense'. Per il quinto anno consecutivo il Consorzio ha chiamato in causa Assoenologi - Sezione Campania al fine di valutare il profilo qualitativo dell'ultima vendemmia della Denominazione di Origine più importante del Sannio. Il tutto finalizzato a creare una banca dati tale da identificarne le specificità su base pluriennale, uno strumento ricco d’informazioni tecniche ed edonistiche a disposizione delle aziende che producono sul territorio e dei consumatori che hanno bisogno di conoscerlo. Nel compito della valutazione sono stati impegnati i professionisti di ...
  • 12 luglio 2018

    Orvieto DOP, conferma incarico al Consorzio – GURI n. 160

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio volontario per la tutela dei vini a denominazione di origine controllata «Orvieto» a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 41, comma 1 e 4, della legge 12 dicembre 2016, n. 238, per le DOC Orvieto DOP e Rosso Orvietano DOP o Orvietano Rosso. Fonte: GURI n. 160 del 12/07/2018
  • 11 luglio 2018

    Côtes de Montravel DOP, pubblicazione domanda di modifica disciplinare – GUUE C 243

    FRANCIA - Pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea della domanda di modifica del disciplinare di una denominazione del settore vitivinicolo a norma dell’articolo 105 del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio Côtes de Montravel DOP - Classe 1. Vino Fonte: GUUE C 243 del 11/07/2018
  • 10 luglio 2018

    Verso la “Pace dell’Amarone”: Consorzio e Famiglie non si sbilanciano, ma il lavoro continua

    Il tavolo di confronto per mettere fine alla querelle tra il Consorzio Tutela Vini Valpolicella e le Famiglie Storiche dell’Amarone sta lavorando, per il bene di uno dei territori del vino più importanti d’Italia e del mondo, ma è troppo presto per sapere come andranno le cose. La ricerca di una soluzione positiva per tutti è scattata all’indomani della sentenza del Tribunale di Venezia dell’inizio del novembre scorso che ha dato ragione al Consorzio e ha proibito alle Famiglie (13 storiche realtà dell’Amarone della Valpolicella DOP (Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Torre d’Orti, Venturini e Zenato), l’uso della dicitura “Famiglie dell’Amarone d’Arte”, imponendone la rimozione da sito internet, dalle bottiglie e da ogni altro materiale. Tuttavia se per la legge italiana nessun produttore, o nessuna associazione di produttori, può utilizzare la denominazione del vino e ...
  • 10 luglio 2018

    Rosé francese made in Spain: una truffa da 5 milioni di bottiglie

    La Francia sventa una maxi truffa “in rosa”. Due anni di indagini da parte della Direction générale de la concurrence, de la consommation et de la répression des fraudes (Dgccrf) hanno portato alla sconcertante scoperta di un giro d’affari di oltre 34 mila ettolitri di vino rosato importato sfuso, soprattutto dalla Spagna, e venduto poi come francese. Circa 17 mila bottiglie sono state già ritirate dallo scaffale di un rivenditore, ma la truffa riguarda oltre 34 mila ettolitri di vino (pari a oltre 4,5 milioni di bottiglie). Per queste attività commerciali fraudolente è prevista la massima pena di due anni di carcere e multe di 300 mila euro (incrementabili fino al 10% del giro d’affari annuo, considerando i benefici ricavati dall'attività illecita).   L'esito di due anni di indagini L’indagine è partita dagli importatori di vino, ma poi è stata estesa alle società di distribuzione, on trade e off trade. Nel corso delle indagini, ...
  • 6 luglio 2018

    Colli Berici DOP, autorizzazione etichettatura transitoria – GURI n. 155

    ITALIA - Autorizzazione di etichettatura transitoria per la proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini Colli Berici DOP. Fonte: GURI n. 155 del 06/07/2018
  • 6 luglio 2018

    Vicenza DOP, autorizzazione etichettatura transitoria – GURI n. 155

    ITALIA - Autorizzazione di etichettatura transitoria per la proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini Vicenza DOP. Fonte: GURI n. 155 del 06/07/2018
  • 5 luglio 2018

    In Giappone il Soave DOP è sempre più “by the glass”

    A 5 anni dalla sua partenza, Soave By the Glass, la campagna promozionale del Consorzio Tutela Vino Soave nel mercato giapponese, tira le somme e si proietta nei prossimi anni. Il progetto nato in collaborazione con Wellcom, ICE Italia e Shigeru Hayashi ha avuto una crescita esponenziale sia nel numero di ristoranti coinvolti (da 98 a 385) sia nel numero di bottiglie vendute (da 1.700 a oltre 12.000). Un successo oltre le aspettative che ha portato il Soave a essere il vino bianco italiano più conosciuto in Giappone e che crea un coinvolgimento di ristoranti di tutta la nazione. Una vera e propria competizione, dove i vari ristoratori generano anche contenuti creativi di promozione, dalle magliette ai gadget dedicati, alle serate a tema, creando un movimento importante intorno alla denominazione che viene poi riflesso sui social network. Una campagna pensata su più livelli e target, con un’azione mirata sia sugli importatori che sono sempre in prima linea per il buon ...
  • 5 luglio 2018

    Prosecco DOP vola negli USA. Nasce la prima “National Prosecco Week”

    Si è appena conclusa la prima edizione della National Prosecco Week negli USA con tappe nelle città di New York, Chicago, Miami, Denver e San Francisco: una settimana oltreoceano per l’Italian Genio che ha visto il Prosecco DOP protagonista di numerosi appuntamenti: Masterclass, Pizza Competition, eventi per i consumer, promozioni presso ristoranti, pizzerie e wineshop americani e soprattutto due partnership di rilievo con VinePair e Wine Awesomeness che hanno garantito all’evento e al Prosecco DOP ampia visibilità grazie a newsletter, articoli a tema e video su YouTube. Dedicate ai soli operatori specializzati e giornalisti di settore, le Masterclass si sono svolte in tutte 5 le città americane tra il 12 e il 13 giugno: noti sommelier ed esperti di vino statunitensi -del calibro di Sarah Tracey, Mary Ross e Lyn Farmer, solo per citarne alcuni- hanno condotto i seminari e presentato la storia e le caratteristiche del Prosecco DOP, dando risalto alla sua grande versat...
  • 5 luglio 2018

    Amarone della Valpolicella DOP, si tutela dalle frodi online

    Amarone della Valpolicella DOP, Valpolicella DOP, Valpolicella Ripasso DOP e Recioto della Valpolicella DOP,  saranno tutelati anche online con una nuova task force anticontraffazione. Lo prevede l'accordo siglato ieri tra il Consorzio tutela vini Valpolicella e l'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf), che fissa una serie di azioni di contrasto per ostacolare le vendite di bottiglie contraffatte sui canali ecommerce in Canada, Stati Uniti, Regno Unito, Irlanda, Danimarca e negli altri Paesi scandinavi a regime di monopolio, ossia i principali mercati di destinazione dei vini veronesi. Fonte: Il Sole 24 Ore SCARICA L'ARTICOLO STAMPA COMPLETO
  • 4 luglio 2018

    A Roma la sua DOP: 250 ettari di vigneti e 28 associati

    Anche Roma ha la sua DOP del vino. Nasce il consorzio di tutela dei prodotti in tutta la provincia di Roma, che conta 250 ettari di vigneti. Presidente del consorzio è stato eletto Tullio Galassini, classe 1977, enologo, produttore di uva presso l'azienda omonina. Con lui, sono stati eletti consiglieri: Felice Mergè, Francesca Romana Cappelli, Marco Cerqua, Felice Gasparini, Marcello Astolfi, Lorenzo Sbardella, Renato Brunetta, Massimiliano Merge, Adelaide Cosmi, Cristiano D'Annibale. Galassini, che è stato presidente dell'Associazione produttori Vino Doc Roma, nata nel 2011 proprio con l'obiettivo di tutelare e valorizzare questa grande denominazione, spiega a ItaliaOggi i motivi della scelta di Roma DOP.  «Lavoriamo su brand tra i primi al mondo, e Roma oltre che come città, è una parola tra le più conosciute sulla terra. La doc nasce proprio per questo, per comunicare e valorizzare i vini di questo territorio». Quante sono le aziende aderenti al Consorzi...
  • 3 luglio 2018

    Patrimonio e meno debiti l’agroalimentare è più forte

    Tra il 2011 e il 2016, anni attraversati dalla crisi economica, il settore agroalimentare italiano ha evidenziato la sua natura anticiclica con una redditività in crescita dal 7,8% all'8,6% «utilizzata per "mettere in sicurezza" le aziende, aumentando il grado di patrimonializzazione e riducendo i debiti». A inquadrare così il comparto è stato uno studio Nomisma per Agronetwork realizzato su un campione di oltre 5.400 bilanci di imprese di capitale del settore agricolo ed alimentare, «in grado di esprimere un fatturato cumulato di quasi 92 miliardi di euro». In base allo studio, pur a fronte di uno «scenario di mercato complicato», l'agroalimentare italiano ha visto crescere «l'export del 69% nel periodo 2007-2017, crescendo in termini di valore aggiunto di oltre il 10% contro un calo del 2% del totale manifatturiero». La redditività, misurata come rapporto tra margine operativo lordo e fatturato, è passata dal 7,8% del 2011 all'8,6% del 2016, «mantenendosi ...
  • 3 luglio 2018

    Vino, quel culto paziente del vitigno patrimonio italiano

    Nell'epoca del mordi e fuggi e delle fortune economiche che si creano (e distruggono) talvolta nell'arco di un mattino, ieri alla Luiss è stato celebrato il tempo che scorre lento. L'occasione, promossa dalla Fondazione Italiana Sommelier, è stato l'undicesimo Forum della cultura del vino, con la partecipazione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Più che di vitigni e terroir sì è parlato del «pensare artigiano» e dell'elemento più prezioso in agricoltura, il tempo. Produrre vino - ha spiegato il piemontese Angelo Gaja, sicuramente il più noto dei vignaioli italiani nel mondo - «richiede capacità di capire il senso del tempo. Servono dieci mesi di speranze, passione, emergenza per arrivare ogni anno alla vendemmia. E dopo la raccolta delle uve, l'affinamento in cantina dei rossi richiede almeno altri quattro anni per raggiungere la maturazione». Ma le preoccupazioni non mancano e se ne è fatto interprete il presidente Mattarella. «La ...
  • 2 luglio 2018

    La Strada del vino della Valle dei Templi: la rivincita del Nero d’Avola

    La Strada del vino della Valle dei Templi è stata attesa per anni ed è nata da meno di due settimane. Immersa nella Valle dei Templi e vicina alla via degli scrittori siciliani dedicata a Pirandello e Sciascia e ha già un record, attraversa più di venti comuni ed è lunga 250 km. L'associazione è nata meno di due settimane fa anche se del progetto si parla almeno da un paio di decenni, ora il debutto ufficiale. La strada del vino e dei sapori della Valle dei Templi si aggiunge alle altre 13 strade siciliane che percorrono come una trama fitta e sottile un territorio orgogliosamente definito "continente", dall'Etna alla Piana di Vittoria, dalla Valle del Belice a Noto, in un susseguirsi di paesaggi mozzafiato,  storia  e cultura. (...) "Ci interessa promuovere all'unisono vino gastronomia e tradizioni del territorio - spiega il presidente Carmelo Sgandurra - e valorizzare patrimoni unici". (...) L'epicentro della strada è ovviamente il Nero d'Avola, vitigno d'eccell...
  • 2 luglio 2018

    Franciacorta DOP la promozione all’estero è di sistema

    Importante comunicare all'estero l'immagine dell'intera denominazione oltre a quella delle singole cantine. È il punto di vista di un produttore come Cantine Berlucchi che, attraverso le parole del proprio ceo, sottolinea: "La zona non è conosciuta quanto quella del Prosecco: è importante organizzare gite e degustazioni in loco per far apprezzare le nostre bollicine". Questo il fulcro dell'intervento al Luxury Summit organizzato dal Sole 24 Ore a giugno, che trovano il pieno supporto di Scordamaglia, presidente di Federalimentare, sempre più impegnata nel far conoscere e apprezzare all'estero l'enogastronomia italiana. Fonte: Il Sole 24 Ore SCARICA L'ARTICOLO COMPLETO
  • 29 giugno 2018

    Asti DOP Secco, le bollicine ufficiali di collisioni 2018

    Prende il via questo fine settimana Collisioni, il grande festival delle suggestive colline dell’Unesco. Ad accompagnare il sound di grandi artisti internazionali sarà l’Asti Secco Docg, le bollicine ufficiali dell’edizione 2018, che celebra 10 anni di crescente successo. L’Asti Secco Docg è la nuova interpretazione della denominazione, in grado di esprimere l’autenticità “rural” di una terra unica, con il pizzico di “glam” che da sempre contraddistingue il mondo dell‘Asti Docg. Proprio come Collisioni, primo e unico festival dallo spirito agri & rock che, dal cuore del Piemonte, sta conquistando il mondo. Artisti italiani ed internazionali saranno i protagonisti della decima edizione, insieme alle bollicine dell’ASTI Secco DOCG, lo spumante secco a base di Moscato bianco, nato dalla grande tradizione piemontese nell’arte della vinificazione, che conserva in bottiglia tutti gli aromi e l’eleganza dei profumi che contraddistinguono l’uva ...