Argomento: Marche

  • 6 novembre 2017

    Arriva il primo olio extravergine d’oliva certificato Marche IGP: attesa grande annata

    Quello del 2017 sarà il primo Olio delle Marche IGP con certificazione concessa dall’Unione Eurpea. L’aspettativa è per un olio di grande qualità, con un buon contenuto in polifenoli (antiossidanti naturali), dal gusto amaro e piccante, con le sostanze volatili tipiche di ciascuna varietà. Si stanno producendo, in questi giorni, i primi oli che avranno la certificazione Marche IGP, sia mono che plurivarietali. Dopo un percorso ventennale, le Marche hanno ottenuto l’Indicazione geografica protetta dell’Unione europea. La campagna oleicola in corso è l’occasione per fare il punto su un settore caratteristico dell’agricoltura marchigiana che coinvolge 25.458 aziende agricole (di cui 1.474 biologiche) su 44.866 totali, con una produzione media tra i 250 e i 350 mila quintali di olive e 35 e 50 mila quintali di olio: l’1 per cento della produzione nazionale, ma di grande qualità, dove eccellono il Cartoceto DOP e, ora, il Marche IGP; quest’ultima con una ...
  • 20 aprile 2017

    Registrate due IGP in Italia: salgono a 293 le IG Food nella penisola

    Si aggiungono due nuove Indicazioni Geografiche Food made in Italy nel registro europeo: nella Gazzetta ufficiale Europea del 20 aprile sono pubblicate le registrazioni  dei prodotti Marche IGP - Olio EVO - appartenente alla Classe 1.5.Oli e grassi - e  Vitelloni Piemontesi della Coscia IGP - appartenente alla Classe 1.1. Carni fresche - entrambi registrati dall'Italia.   EUROPA Con la registrazione dei nuovi prodotti, l’Europa raggiunge quota 1.369 IG Food – di cui 614 DOP, 700 IGP e 55 STG – ai quali si aggiungono i 23 prodotti nei paesi Extra-UE, per un totale di 1.392 denominazioni. Il comparto Food rappresenta una fetta pari al 41,6% delle IG complessive in EU (STATISTICHE UE >>).   ITALIA L’Italia ha in totale 816 denominazioni Food&Wine di cui 571 DOP, 243 IGP, 2 STG e 39 IG Spirits per un totale di 855 denominazioni. Comparto Food: conta 293 denominazioni di cui 166 DOP, 124 IGP e 2 STG. I prodotti registrati ...
  • 29 marzo 2017

    Il Verdicchio DOP ‘star’ tra i padiglioni del Vinitaly

    Il Vedicchio, nella doppia accezione delle Verdicchio dei Castelli di Jesi DOP e Verdicchio di Matelica DOP, è l'ambasciatore d'eccellenza della produzione enoica marchigiana in procinto di sbarcare al Vinitaly (Padiglione 7). Il celebre bianco è affiancato nella squadra dell'Imt (Istituto marchigiano tutela vini) dalle DOP Bianchello del Metauro, Colli maceratesi, Colli pesaresi, Esino, Lacrima di Morro d'Alba, Pergola, Rosso Conero, San Ginesio, Serrapetrona; e dalle DOP Conero e Vernaccia di Serrapetrona. Per il direttore dell'Imt, Alberto Mazzoni, "sarà un Vinitaly particolare: il vino dovrà essere uno dei testimoni della ripartenza della Regione, ne siamo convinti e sentiamo particolarmente questa responsabilità". A Verona saranno festeggiati i 50 anni delle DOP Rosso Conero e Verdicchio di Matelica, due chicche autoctone dell'enologia marchigiana in una degustazione guidata da Ian D'Agata (martedì 11 aprile, ore 9.30). Poi focus sul rapporto sempre più ...
  • 7 gennaio 2017

    Istituto Marchigiano di tutela vini, conferma incarico consorzio – GURI n. 5

    ITALIA - Conferma dell'incarico all'Istituto Marchigiano di tutela vini a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, commi 1 e 4, del dercreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, per le DOCG «Castelli di Jesi Verdicchio Riserva», «Conero», «Verdicchio di Matelica Riserva», «Vernaccia di Serrapetrona» e per le DOC «Bianchello del Metauro», «Colli Maceratesi», «Colli Pesaresi», «Esino», «Lacrima di Morro d'Alba», «Pergola», «Rosso Conero», «San Ginesio», «Serrapetrona», «Verdicchio dei Casteli di Jesi» e «Verdicchio di Matelica». Fonte: GURI n. 5 del 07/01/2017
  • 22 aprile 2015

    Patata Rossa di Colfiorito IGP – Italia

    Nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea L 103 del 22.04.2015 è stata registrata la denominazione Patata Rossa di Colfiorito IGP che è la numero 108 delle IGP italiane e la numero 272 nel totale delle denominazioni. La denominazione Patata Rossa di Colfiorito IGP designa i tuberi maturi della specie Solanum tuberosum (Solanum tuberosum L.; 2n = 4x = 48) della famiglia delle Solanacee, coltivati a partire da varietà delle sementi di base catalogate nei registri varietali nazionali degli Stati membri dell’Unione europea con caratteristica buccia di colore rosso e polpa di colore giallo-chiaro. La tipicità e la riconoscibilità dei tuberi sono determinate dalle seguenti caratteristiche: forma irregolare lungo-ovale, la buccia di tipico colore rosso, occhi superficiali e facilmente asportabili. La coltivazione della Patata Rossa di Colfiorito IGP è consentita ad una altitudine uguale o maggiore ai 470 m s.l.m. La zona ricade nell’area montana dell’Appennino ...
  • 13 novembre 2013

    Maccheroncini di Campofilone IGP – Italia

    Italia - Nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea GUUE L 302 del 13.11.2013 è stata registrata la denominazione Maccheroncini di Campofilone IGP che è la numero 101 delle IGP italiane e la numero 258 nel totale delle denominazioni.
  • 24 maggio 2013

    Agnello del Centro Italia IGP – Italia

    ITALIA - Nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea L138 del 24 maggio 2013 è stato registrato l'Agnello del Centro Italia IGP, che è il numero 96 delle IGP italiane e il 253 nel totale.