Argomento: Fondazione Qualivita

  • 2 luglio 2018

    La ricetta Treccani dedicata alle DOP

    Un viaggio alla scoperta delle origini, dal Bonarda dell'Oltrepò Pavese DOP all'Oltrepò Pavese Metodo Classico DOP, dall'Aceto Balsamico di Modena IGP al Parmigiano Reggiano DOP, dal Salame di Varzi DOP al Prosciutto di Parma DOP fino ad arrivare allo Zafferano dell'Aquila DOP: 821 voci dalla A alla Z, 526 riferite ai vini e 295 ad alimenti, dal Sud al Nord Italia che definiscono le produzioni ad Indicazione Geografica italiane riconosciute. È online su Treccani.it il "Dizionario dei prodotti DOP e IGP italiani", primo dizionario enciclopedico frutto della collaborazione fra Treccani e Fondazione Qualivita che punta a rendere accessibile a tutti il patrimonio agroalimentare e vinicolo nostrano contro la diffusione di informazioni false e conoscenze sbagliate, per valorizzare le eccellenze e contrastare ogni forma di contraffazione. Il nuovo strumento digitale è parte integrante del progetto Treccani Gusto, lanciato a gennaio 2018 per tutelare e promuovere la cultura ...
  • 23 marzo 2018

    Food indicazione geografica protetta, li usano 9 ristoranti su dieci

    Ben nove ristoranti su dieci oggi usano almeno un prodotto DOP IGP nei propri piatti. Ma solo in un ristorante su tre se ne utilizzano più di una decina. A dirlo è un’indagine Qualivita, che mostra come gli chef italiani puntino soprattutto sui formaggi di qualità, gli aceti balsamici, la carne e i buoni salumi. È un modo per dar valore alla cucina. Non si tratta, insomma, di una trovata per farsi pubblicità. Anzi, secondo i ricercatori appena quattro ristoratori su dieci pubblicizzano l’uso dei prodotti IGP nei menù o durante la presentazione del piatto. Se i ristoranti investono sulla qualità, gli italiani investono nei ristoranti. Dal Rapporto Fipe 2017 è emerso che i consumi delle famiglie per mangiare fuori casa sono in crescita (+3,5% dal 2006). Si spendono circa 81 miliardi, sui 227 della spesa alimentare totale, a fronte di un continuo calo di quella domestica (-10,5%). Soprattutto aumenta il numero delle attività di ristorazione veloce. Spuntano di ...
  • 16 novembre 2017

    UE, programma LIFE: Qualivita, enti di ricerca e Grana Padano per la sostenibilità dei formaggi DOP

    Si è svolto nei giorni scorsi presso il Politecnico di Milano il Kickoff del progetto europeo LIFE The Tough Get Going (LIFE TTGG), un programma a supporto dello sviluppo sostenibile del comparto dei formaggi DOP europei, realizzato in partnership da Politecnico di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Consorzio di tutela Grana Padano, Fondazione Qualivita, OriGIn, Enersem e l'organizzazione francese CNIEL. Il progetto LIFE TTGG ha una durata di 4 anni (2017-20121) e  si pone l'obiettivo di migliorare l'efficienza della catena di approvvigionamento di formaggi DOP europei, progettando e sviluppando un sistema di sostegno decisionale ambientale (EDSS) per valutare e ridurre l'impronta ambientale. Cofinanziato dalla Commissione Europea questo progetto rientra nel LIFE Programme 2014-2020 della Commissione Europea, lo strumento finanziario che favorisce progetti di azione ambientale, di conservazione della natura e di azione sul clima in tutta l'UE. Fon...
  • 8 novembre 2017

    Parmigiano Reggiano DOP, Bertinelli: “Nel top of mind del consumatore grazie alla qualità costante”

    Nato nel 1934, il Consorzio del Parmigiano Reggiano DOP - che riunisce tutti i caseifici produttori  -  è cresciuto negli anni portando avanti l’arte e la tradizione di un prodotto storico,  icona del Made in Italy alimentare. Oltre  alle attività di vigilanza e di  salvaguardia dell’altissimo livello qualitativo del prodotto, il Consorzio del Parmigiano Reggiano DOP  è molto attivo  nel mondo dei media e della comunicazione. Nicola Bertinelli è alla presidenza del Consorzio del Parmigiano Reggiano DOP dall’aprile 2017, è laureato in Scienze Agrarie e in Economia e Commercio, ha un master in Business Administration all'Università di Guelph (Canada). Presidente Bertinelli, il vostro Consorzio è da sempre molto impegnato nella tutela del prodotto. Quali sono i risultati più importanti ottenuti recentemente ? Ci sono due fronti. Sul lato della tutela legale internazionale, l'Accordo CETA con il Canada ha introdotto il divieto di presentare i prodotti ...
  • 3 novembre 2017

    Il Prosciutto di Parma DOP è il primo prodotto IG riconosciuto in Giappone

    Solo da pochi anni anche il Giappone si è dato un sistema per le Indicazioni Geografiche (Legge n°84 del 2014) come concretizzazione diun processo iniziato nel gennaio 2010 in Italia, a Siena, quando la Fondazione Qualivita ospitò una delegazione della divisione per la Proprietà Intellettuale del Ministero dell’Agricoltura, della Foresta e della Pesca del Giappone, MAFF, che aveva scelto la Fondazione per studiare direttamente i meccanismi che regolano le IG europee e valutare, anche dopo la visita di alcune realtà di produzione DOP IGP del territorio, la possibilità di introdurre un sistema di Indicazioni Geografiche unificato, equivalente al sistema europeo che classifica e tutela i prodotti agroalimentari di determinati territori e regioni. Fino a quel momento, in Giappone, esistevano solo varie forme di riconoscimento di origine per i prodotti tipici, ma non un sistema IG unificato di standard internazionale. La collaborazione tra Qualivita e MAFF, sia per ...
  • 11 ottobre 2017

    Presentato l’Atlante Qualivita Food, Wine & Spirits 2017

    È stata presentata a margine dell’iniziativa “G7GI Conference”, la IX edizione dell’Atlante Qualivita, l’unica opera interamente dedicata alle IG italiane, realizzata da Fondazione Qualivita con il patrocinio del Ministero politiche agricole e la collaborazione di Aicig, Federdoc e degli stessi Consorzi di tutela, per fornire informazioni tecnico-scientifiche e socio-economiche su tutti i prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani DOP, IGP, STG e sulle bevande spiritose IG. Cultura e informazione per promuovere DOP e IGP italiane nel mondo. Realizzato anche in inglese e in versione digitale sarà strumento nella difesa internazionale del made in Italy. Continua l’azione dei Consorzi di tutela e del sistema IG italiano per la valorizzazione delle Indicazioni Geografiche in Italia e nel mondo con un esclusivo strumento di promozione internazionale. Frutto di un costante lavoro di ricerca, l’Atlante Qualivita vuole essere un ulteriore elemento della ...
  • 21 giugno 2017

    Mozzarella DOP 4.0: nasce la Scuola Nazionale di Formazione Lattiero-casearia

    Mercoledì 21 giugno, presso la Cappella Palatina delle Reggia di Caserta, il direttore generale della Fondazione Qualivita, Mauro Rosati modererà l'incontro "Mozzarella 4.0" organizzato dal Consorzio di tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP nell'ambito dell'Assemblea Annuale dei produttori. Durante l'evento verrà presentata la nuova iniziativa del consorzio di tutela, la nascita della Scuola Nazionale di Formazione Lattiero-casearia. All'incontro interverranno, insieme al presidente del Consorzio di tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, Domenico Raimondo, il sindaco di Caserta, Carlo Marino, Luigi Polizzi - dirigente Mipaaf, Franco Alfieri - consigliere all'Agricoltura Regione Campania, Massimo Forini - direttore generale Assolatte, Chiara Marciani - ass. alla formazione Regione Campania. Le conclusione saranno affidate al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.   SCARICA L'INVITO
  • 16 giugno 2017

    QUALIVITA – Prospettive di crescita e valore economico delle produzioni di qualità DOP e IGP

    Una presentazione per il per la celebrazione dei “Venti anni di qualità” delle denominazioni salernitane olio extravergine d’oliva Colline Salernitane DOP e Nocciola di Giffoni IGP, con un intervento sulle prospettive di crescita e il valore economico delle produzioni di qualità DOP e IGP. L’appuntamento intende essere, allo stesso tempo, anche un momento di approfondimento degli sviluppi e del potenziale di penetrazione del mercato proprio dei prodotti tutelati dai marchi di qualità DOP e IGP. Evento organizzato dal Consorzio di tutela DOP Colline Salernitane e dal Consorzio di tutela Nocciola di Giffoni IGP. Presentazione-Salerno-Venti-anni-di-qualita  
  • 16 giugno 2017

    Qualivita al convegno sui venti anni di qualità delle DOP e IGP salernitane

    Venerdì 16 giugno, presso l'Azienda Improsta a Eboli, Salerno, il direttore generale della Fondazione Qualivita, Mauro Rosati parteciperà alla celebrazione dei "Venti anni di qualità" delle denominazioni salernitane olio extravergine d'oliva Colline Salernitane DOP e Nocciola di Giffoni IGP, con un intervento sulle prospettive di crescita e il valore economico delle produzioni di qualità DOP e IGP. L'appuntamento intende essere, allo stesso tempo, anche un momento di approfondimento degli sviluppi e del potenziale di penetrazione del mercato proprio dei prodotti tutelati dai marchi di qualità DOP e IGP. All'evento organizzato dal Consorzio di tutela DOP Colline Salernitane e dal Consorzio di tutela Nocciola di Giffoni IGP, ci saranno, insieme al presidente dei consorzi Gerardo Alfano, Luigi Polizzi - Mipaaf, Nicola Caputo - Comm. Agri. Parlamento europeo, Franco Alfieri, consigliere all'Agricoltura Regione Campania. Fonte: Fondazione Qualivita  
  • 13 giugno 2017

    Gli USA vogliono cancellare le eccellenze alimentari UE a Indicazione Geografica

    Paolo De Castro: "La posizione del Dipartimento USA sul commercio potrebbe portare dazi per i prodotti agroalimentari italiani ed UE" Alla luce della volontà del Presidente Trump di tornare a imporre politiche protezionistiche Fondazione Qualivita ha analizzato due documenti appena pubblicati dal Dipartimento USA per il commercio (USTR): “L’Agenda 2017 delle politiche del commercio USA e il rapporto annuale sul programma degli accordi commerciali” e, in particolare, il rapporto annuale sulla protezione della proprietà intellettuale “2017 Special 301 Report” Nel rapporto governativo “2017 Special 301 Report” si sottolinea il continuo impegno dell’amministrazione Trump a limitare i “danni creati dal riconoscimento delle Indicazioni Geografiche (IG) da parte dell’Unione europea”. La relazione evidenzia le minacce, tuttora in corso, per le aziende statunitensi che usano i nomi comuni dei prodotti agroalimentari, all’interno degli USA e nel commercio ...
  • 29 maggio 2017

    Cum Grano Salis: Qualivita al convegno sui diritti di Proprietà Intellettuale

    Mercoledì 31 maggio 2017, presso il prestigioso Salone degli Affreschi dell’Università degli studi di Bari, il direttore generale della Fondazione Qualivita Mauro Rosati, parteciperà con un intervento sul valore delle Indicazioni Geografiche nell'economia italiana, al convegno “Cum grano salis: Diritti di proprietà intellettuale nel settore food, wine & beverages”, organizzato dalla Barzanò & Zanardo in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.  Il convegno affronta l’attualissimo tema dei Diritti di Proprietà Intellettuale nel settore agroalimentare e vitivinicolo attraverso le testimonianze pratiche e tecniche di esperti del settore. La Barzanò & Zanardo e il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali completano così un ciclo di approfondimento iniziato con i convegni di novembre 2015 a Roma e giugno 2016 a Trento. Fonte: Eventbrite
  • 26 maggio 2017

    Le IG italiane come modello di sviluppo consolidato

    La Fondazione Qualivita pubblica una ricerca sul mondo delle DOP IGP Focus sull’Aceto Balsamico di Modena IGP per evidenziare le ricadute economiche, culturali e sociali delle Indicazioni Geografiche Pubblicato un nuovo studio di approfondimento sul settore delle DOP IGP a firma Qualivita, la Fondazione italiana che da 15 anni si occupa della protezione e della valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità, riconosciuta dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali come soggetto di elevata capacità tecnico scientifica. La ricerca “Il sistema europeo, il modello italiano e il caso dell’Aceto Balsamico di Modena IGP”, pubblicata anche in lingua inglese, offre una panoramica sintetica sul sistema delle Indicazioni Geografiche, evidenziandone il valore sia in termini economici, sia come modello di business capace di tutelare produttori, consumatori e territori di origine, all’interno di un contesto normativo che fornisce efficaci strume...
  • 16 maggio 2017

    Qualivita a “Cibiamoci” per promuovere la qualità certificata nello Street Food

    Il 16 maggio 2017, alle ore 12.00, Fondazione Qualivita interverrà a Pistoia durante seconda edizione di Cibiamoci Digital and Marketing Food Festival. I professionisti del mondo digital e quelli del mondo food allo stesso tavolo della formazione per una full immersion intensiva tra speech e workshop. Il direttore generale della Fondazione Mauro Rosati interverrà con una relazione sul tema "Street Food: tra innovazione digitale e certificazione" portando come contributo l'esperienza pluriennale nel settore della ristorazione informale italiana e individuando le potenzialità di sviluppo di un settore cresciuto molto rapidamente come alternativa alla ristorazione tradizionale. Al centro dello speech da una parte il progetto Street Food DOP - in progress dal 2012 con l'obiettivo di promuovere la qualità  a Indicazione Geografica verso le nuove generazioni - dall'altra la definizione delle nuove opportunità offerte da un nuovo standard di certificazione di settor...
  • 14 aprile 2017

    Vino&Social: il Chianti il più citato dai vini con un interesse che raggiunge il 9%

    Il mondo del vino si scopre sempre più social, e non potrebbe essere altrimenti, perché la comunicazione passa sempre più spesso per Facebook, Twitter ed Instagram, dove i wine lovers, specie i più giovani, ma non solo, condividono assaggi, visite in cantina, incontri. Un fenomeno che, nei giorni di Vinitaly, è stato analizzato a fondo da più di un ricercatore, per offrire uno spaccato il più preciso possibile sul livello di interazione tra eno appassionati e vino. Innanzitutto, gli hashtag ufficiali, #vinitaly e #vinitaly2017, hanno raggiunto, secondo i dati raccolti da Maxfone, società leader nell’analisi comportamentale sui social media, i 21.509 tweet, per 5,389 utenti unici e 23.545 foto condivise, di cui 16.009 su Instagram e 7.536 su Twitter. Sono dati ancora parziali, ma una tendenza c’è, Twitter segna un leggero calo sugli anni precedenti, mentre il social delle foto sta conquistando anche l’enosfera. Se c’è un vincitore è il Chianti, il più ...
  • 12 aprile 2017

    Fondazione Qualivita a Cibus Connect con Origo

    Oggi e domani, giovedì  13 aprile, alla  Fiera di Parma, Qualivita sarà presente con un suo spazio istituzionale all’interno di Origo Lounge, iniziativa realizzata  in collaborazione con Cibus Connect –  la fiera internazionale dell’alimentazione dedicata quest’anno alla  promozione di incontri B2B, per favorire le relazioni tra DOP e IGP europee ed extraeuropee e i top buyers internazionali presenti a Parma. Fondazione Qualivita è  a Parma nel ruolo di partner di Origo.2017, Geographical Indications’ Global Forum, il primo forum a livello europeo e internazionale dedicato alle sfide e alle opportunità globali del sistema delle Indicazioni Geografiche dell’Unione Europea, che ieri ha richiamato nella capitale della food valley italiana oltre 300 stakeholder italiani e stranieri per discutere sul ruolo delle Indicazioni Geografiche nella politica europea e del  presente e futuro delle DOP IGP . All’interno dello spazio  Qualivita nell...
  • 12 aprile 2017

    Origo Global Forum: DOP e IGP ricchiezza per i territori italiani

    DOP e IGP confermano il proprio ruolo strategico di traino dell'export del Made in Italy: +9,6%. I prodotti food e wine del sistema sono 814, con un valore alla produzione di 13, 8 miliardi Parma, Modena e Reggio le prime 3 province. L'Italia è leader mondiale per numero di DOP e IGP con 814 prodotti Food e Wine raggiunge 13,8 miliardi di euro di valore alla produzione nel 2015, per una crescita del +2,6% su base annua e un peso del 10% sul fatturato totale dell'industria agroalimentare nazionale. Lo rivela il XIV Rapporto sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole DOP e IGP (Fonte Ismea e Fondazione Qualivita). Le Indicazioni Geografiche continuano a rappresentare un fattore chiave della crescita del Made in Italy nel mondo, con un valore all'export di 7,8 miliardi di euro, pari al 21% delle esportazioni del settore agroalimentare e un trend positivo che sfiora la doppia cifra con un +9,6%. Il settore Food - composto da oltre 80mila operatori - vale 6,35 miliardi di ...