Argomento: QUALIVITA

  • 7 giugno 2018

    Il 7 giugno a Firenze workshop formativo sulle indicazioni geografiche

    Favorire una riflessione concreta e operativa sulle indicazione geografiche, quale formidabile strumento di sviluppo e valorizzazione del territorio, il cui riconoscimento, tuttavia, è ancora troppo spesso considerato il punto d'arrivo del percorso e non il vero punto di partenza. Con questo obiettivo, la Rete Rurale Nazionale, attraverso l'Ismea e il contributo della Fondazione Qualivita, ha organizzato un ciclo di tre workshop in tre diverse regioni italiane, che sono finanziati dal programma RRN 2014-2020 per il biennio 2017-2018. Il secondo appuntamento, "Le Indicazioni Geografiche come strumento di sviluppo del territorio: azioni per un possibile cambio di passo", è previsto per il prossimo 7 giugno a Firenze. Il workshop è rivolto in prima istanza ai Consorzi di tutela, ai loro soci e alle Regioni, cui spetta il compito di stimolare la costruzione di un "ecosistema" che favorisca lo sviluppo e il raggiungimento dei risultati per le  indicazioni geografich...
  • 11 maggio 2018

    TG2 EAT PARADE – Qualivita racconta il sistema delle DOP IGP italiane

    Il direttore generale della Fondazione Qualivita, Mauro Rosati, è stato ospite della trasmissione televisiva TG2 EAT PARADE, condotta da Bruno Gambacorta su Rai 2 per raccontare il valore e l'evoluzione del sistema delle Indicazioni Geografiche italiane.  
  • 11 maggio 2018

    OrIGo: concluso a Parma il secondo Forum Mondiale delle IG

    Martedì 8 maggio, Mauro Rosati - Direttore Generale di Fondazione Qualivita – è stato a Parma per coordinare il gruppo di lavoro: "Unire tradizione e innovazione:  bisogno di sfida o opportunità?" della seconda edizione di Origo, il Forum mondiale delle Indicazioni geografiche promosso dalla Regione Emilia-Romagna svoltosi in concomitanza con il Salone internazionale dell’alimentazione Cibus (7 – 10 maggio). Per il secondo Forum Mondiale sulle IG, Origo ha scelto  di nuovo Parma,  perché è la  capitale indiscussa della Food Valley emiliano-romagnola, insignita nel 2015 dall’Unesco del titolo di Città creativa per la gastronomia.  Un primato certificato anche dall’ultima indagine Ismea/Qualitiva, che ha collocato la provincia emiliana sul gradino più alto del podio nella classifica italiana per valore della produzione delle eccellenze DOP IGP nel segmento del food, per un totale di 1.415 milioni di euro, davanti ad un’altra città emiliana, Modena ...
  • 10 maggio 2018

    Al salone del Libro, una mela DOP per promuovere Treccani Gusto

    Al 31° Salone internazionale del libro - che si tiene  a Torino dal 10 al 14 maggio –  i visitatori del più grande evento italiano dedicato all’editoria, saranno accolti nello stand Treccani con un omaggio particolare, un cofanetto quadrato contenente una mela, che riporta il claim “La cultura non è peccato”.  L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Fondazione Qualivita e il Consorzio Melinda della Mela Val di Non DOP per promuovere l’iniziativa Treccani Gusto, è inserita nel 2018 Anno nazionale del cibo italiano - indetto dai ministeri dei Beni e delle attività culturali e del Turismo e delle Politiche agricole alimentari e forestali. Per valorizzare la cultura del cibo italiano nel mondo e ridefinire concretamente l'apporto culturale dei prodotti italiani a denominazione DOP e IGP, Treccani e Qualivita - fondazione impegnata insieme a Consorzi di Tutela e Istituzioni nella valorizzazione delle produzioni agroalimentari di qualità ...
  • 9 maggio 2018

    Grana Padano DOP, ricerca europea sulla sostenibilità con il PoliMI e Qualivita

    Baldrighi, presidente del Consorzio Grana Padano DOP: "Puntiamo ad un continuo miglioramento ambientale della filiera".  Il futuro dell’alimentazione e il suo rapporto con l’ambiente saranno al centro del Seed & Chips – Global Food International Summit, in programma dal 7 al 10 maggio prossimi al MICO – Milano Congressi nel capoluogo lombardo. Il Consorzio Tutela Grana Padano DOP parteciperà all’evento portando la propria esperienza nella sostenibilità ambientale, maturata in oltre un decennio di studi in grado di valutare l’impatto dell’intera filiera produttiva del formaggio a denominazione d’origine protetta più consumato nel mondo, che nel 2017 ha prodotto 4.942.054 forme, delle quali circa 1,8 milioni vendute all’estero. Il 10 maggio, alle 15,45, la sua attività sarà al centro dell’intervento del prof. Jacopo Famiglietti del Department of Energy del Politecnico di Milano, che parlerà di “Nuove basi per le produzioni di qualità – ...
  • 3 maggio 2018

    DOP IGP STG: i marchi a Tutela del made in Italy

    I DOSSIER DI FAMIGLIA CRISTIANA Luoghi incantevoli e buona cucina: da sempre questi due concetti riassumono il bello dell'Italia nell'immaginario collettivo. Pomodori maturati al sole di Pachino o di San Marzano sul Sarno, il Parmigiano Reggiano su un piatto di spaghetti, una pizza napoletana con mozzarella di bufala campana, il profumo dei limoni di Amalfi e del melone mantovano. E non si tratta di un cliché: il nostro Paese può realmente vantare il più alto numero di eccellenze alimentari connesse al territorio, tutelate, a livello legislativo, dai marchi Dop, Igp, Stg. Il sistema di certificazione europeo lega indissolubilmente i prodotti ai luoghi di origine: così facendo preserva l'ambiente, salvaguardando ecosistemi e biodiversità, sostiene la coesione sociale e le tradizioni locali, conferisce uno speciale valore al meglio del "made in Italy" nei Paesi esteri e, allo stesso tempo, dà maggiori garanzie ai consumatori, con un elevato livello di tracciabilità e di ...
  • 26 aprile 2018

    Il panino è d’autore, meglio se con DOP IGP

    ll panino,  cibo di strada per definizione, vive una stagione trionfale che lo porta a elevarsi tra le pietanze stellate. Con purea di capperi e veli di salmone, vegano, a km zero, o con tataki di tonno. Possibilmente firmato da uno chef stellato. Perché sia "giusto", il panino deve essere preparato sempre al momento e con pani rigorosamente artigianali. C'eravamo accorti che il caro vecchio protagonista di merende e morsi veloci stava cambiando connotati, ma forse non eravamo ancora pronti al salto di status accelerato che lo ha portato nell'empireo dei cibi gourmet. È gourmet il panino creativo, ripensato da un cuoco di alto profilo che tra quelle due fette di pane ha sguinzagliato una miriade di ingredienti più o meno preziosi, più o meno azzeccati. Mauro Rosati,  direttore generale della Fondazione Qualivita, che ha finanziato uno studio sul fenomeno della neo ristorazione osserva: "Gusto, qualità, origine. Sono le caratteristiche del nuovo cibo di strada, della ...
  • 20 aprile 2018

    Non solo Verona, #Vinitaly2018 in tutto il mondo – Osservatorio Qualivita Wine

    Vinitaly non è solo a Verona, ma in tutto il mondo: grazie ai social le distanze si annullano e, in questo caso, grazie ad un semplice hashtag. Le conversazioni attorno a #Vinitaly2018 infatti sono aumentate rispetto all’anno scorso e secondo l’analisi dell’Osservatorio Qualivita Wine sui dati di Waypress Media Monitoring, ben il 18% sono avvenute all’estero. Un dato che va di pari passo con quelli positivi dell’export di vino, arrivato al record storico di 6 miliardi di euro nel 2017, per una crescita del +6,4% su base annua e un trend del +142% dal 2000 (dati Ismea). Ma qual è stato il Paese più appassionato di Vinitaly, e che quindi ne ha parlato sui canali social? L’analisi delle conversazioni on-line con l’hashtag #Vinitaly2018 mostra un boom, promettente, di interesse in Cina, che da sola copre il 7% delle citazioni totali, dato ancor più significativo se si considera che nel 2017 erano quasi inesistenti. Anche negli USA si “cinguetta” tanto ...
  • 17 aprile 2018

    Qualivita ospite su Radio1Rai al Vinitaly

    Il direttore generale della Fondazione Qualivita, Mauro Rosati, è stato ospite della trasmissione radiofonica "Coltivando il futuro", condotta da Sandro Capitani su Radio1 Rai in occasione del Vinitaly 2018. Coltivando il futuro è la rubrica settimanale di Radio1 interamente dedicata al mondo della terra, ai protagonisti, ai suoi prodotti, alle storie di lavoro e passione. Con  particolare attenzione alla nuova agricoltura, all'innovazione e ai giovani che si avvicinano al settore con idee innovative e nuove prospettive. Ogni sabato racconta dalle singole storie agli approfondimenti sulle prospettive di un settore fra i più vitali del paese. Per Rosati è stata l'occasione di fare una riflessione sul  mondo del vino italiano e sul nostro modello delle IG,  con un approfondimento sui  vitigni autoctoni e la nuova attenzione verso la sostenibilità, con tante aziende che   scelgono di lavorare per un'ottima qualità dei prodotti e con il più basso impatto ...
  • 3 aprile 2018

    Lezione di DOP e IGP al Master in cultura del cibo della Ca’ Foscari

    Giovedi 5 aprile 2018 dalle ore 9.00 alle ore 13.00  a Venezia  si svolgerà la lezione del Direttore Generale della Fondazione Qualivita Mauro Rosati sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole DOP IGP al Master di alta formazione in Cultura del Cibo e del vino,  organizzato dalla Università Ca’Foscari Venezia  Challenge School. Il Master, con l’approfondimento della Fondazione Qualivita, si rivolge a laureati che intendano acquisire o arricchire conoscenze e competenze nel settore agroalimentare ed enogastronomico in un’ottica di valorizzazione e promozione dei prodotti, ma anche a professionisti del settore agroalimentare, enogastronomico, della ristorazione e turistico, che vogliano acquisire e perfezionare conoscenze specifiche legate alla cultura del cibo e del vino. La figura professionale formata dal Master è idonea a inserirsi in varie tipologie di aziende o enti pubblici/privati del sistema agroalimentare con funzione di: Addetto al ...
  • 3 aprile 2018

    McDonald’s campione delle DOP al ristorante

    Oltre 8 ristoranti italiani su 10 utilizzano in cucina prodotti DOP e IGP, ma solo 3 ne impiegano più di 10 per confezionare i cibi che servono. Un quantitativo assai limitato se si considera che gli ingredienti utilizzati da uno chef sono alcune centinaia. Il dato è contenuto in uno studio molto interessante della Fondazione Qualivita dedicato proprio al rapporto fra le Indicazioni Geografiche e le attività di ristorazione nel nostro Paese. È aumentata di molto, invece, l'incidenza degli esercizi dediti alla somministrazione di cibo che valorizzano nei menu DOP e IGP. Dichiara di farlo il 39% dei titolari. Questo non significa, però, che le loro carte siano infarcite di alimenti certificati. Ne basta uno perché il ristorante entri nel club delle indicazioni geografiche. Interessante la suddivisione per macrocategorie dei prodotti DOP e IGP di cui si servono gli chef. Ben 9 su 10 sono formaggi e 7 aceti balsamici. Seguono con il 65% i salumi e le preparazioni a ...
  • 1 aprile 2018

    Turismo enogastronomico e guide: come funzionano

    Grazie a un convegno organizzato dalla Delegazione di Rovereto dell’Accademia italiana della cucina e coordinato dalla giornalista e accademica Francesca Negri – le cinque più importanti guide gastronomiche italiane si siano trovate tutte assieme per parlare del valore che il loro lavoro ha per il territorio e per la cucina regionale. Il titolo dell’incontro era “Le guide gastronomiche nazionali e la cucina regionale italiana”: un tema ambizioso, che ha voluto puntare i riflettori sull’importanza delle guide per lo sviluppo culturale e turistico di un territorio, perché la cucina racchiude tutto questo, ovvero la storia, la cultura, le tradizioni e anche il lato leisure di un luogo. Non solo, il turismo enogastronomico è costantemente in crescita: i turisti enogastronomici sono saliti al 30% secondo il “Primo Rapporto sul turismo enogastronomico italiano”, presentato a gennaio di quest’anno e curato dall’Università degli studi di Bergamo e ...
  • 29 marzo 2018

    RAI-TG1: videochat con Mauro Rosati sui prodotti agroalimentari DOP e IGP

    DOP e IGP: un patrimonio tutto italiano la giornalista Anna Scafuri ne parla con con Mauro Rosati, Direttore Generale Qualivita, attraverso le domande dei consumatori.
  • 29 marzo 2018

    2018 Anno del Cibo Italiano: prima riunione del comitato tecnico

    Mercoledì 28 marzo, Mauro Rosati, direttore generale della Fondazione Qualivita, ha partecipato a Roma nella sede della  DG Turismo del MiBACT, alla  riunione di insediamento del comitato tecnico di coordinamento del 2018 Anno del Cibo Italiano,  che ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni coinvolte – MiBACT, MiPAF, MAECI, Ministero dell’Ambiente, ANCI con il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti, Comitato delle Regioni e quattordici esperti tra cui la chef Cristina Bowermann, il pizzaiuolo Enzo Coccia e l’antropologa Elisabetta Moro, direttrice del MedEatResearch dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. “Il food è al contempo un elemento caratterizzante dell’identità nazionale e un potente veicolo di attrazione turistica. Il 2018 Anno del Cibo Italiano –ha detto il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini  - valorizzerà le infinite realtà e eccellenze di questo mondo”.  Il ...
  • 29 marzo 2018

    20 anni di Olio Toscano IGP: l’attività di formazione del Consorzio per il rilancio della filiera

    Giovedì 29 marzo alle ore 16, Mauro Rosati - Direttore Generale di Fondazione Qualivita - sarà a presso la Tenuta Villa Rocchi a Torrita di Siena, per un altro importante incontro realizzato in Toscana dal  Consorzio di tutela dell'olio Toscano IGP, appuntamenti ideati per stimolare la conoscenza di questo olio.  Alla presentazione, coordinata dal giornalista Leonardo Romanelli, interverranno anche Cristina Rocchi, della tenuta Villa Rocchi, Angelo Bo, agronomo, Maurizio Servilli, della Facoltà di Scienze agrarie di Perugia e  Giampiero Cresti direttore OTA. L’olio extravergine di oliva Toscano IGP offre la massima certezza in fatto di autenticità. Il Consorzio garantisce ogni bottiglia con la sua firma, verificando tutta la filiera di produzione, rigorosamente realizzata in Toscana, dalla pianta al confezionamento. L’olio è inoltre sottoposto a esami chimici e sensoriali (assaggio da parte di commissioni riconosciute dal Ministero delle Politiche ...