Argomento: PROMOZIONE

  • 27 gennaio 2017

    Vino Nobile di Montepulciano DOP e sostenibilità: binomio per lo sviluppo

    "La sostenibilità del Vino Nobile di Montepulciano DOP" è il tema di un incontro, organizzato dal Consorzio di tutela del Vino Nobile di Montepulciano DOP per venerdì 27 gennaio alle 10 nella Sala del Cenacolo, complesso di Vicolo Valdina presso la Camera dei Deputati a Roma. Saranno presentati nell'occasione alcuni dati e sviluppi di un percorso che da ormai alcuni anni ha visto impegnati sul fronte della sostenibilità ambientale il Comune di Montepulciano e il Consorzio del Vino Nobile, in collaborazione con l'Università Guglielmo Marconi di Roma. Il programma della mattinata prevede gli interventi dell'onorevole Oreste Pastorelli, deputato della Repubblica italiana, membro dell'VIII commissione, Andrea Rossi sindaco di Montepulciano, che parlerà di "Le politiche di sostenibilità del Comune di Montepulciano", Andrea Natalini, presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano DOP su "Il Vino Nobile e la carbon foot print", Francesco Avallone, rettore dell'U...
  • 26 gennaio 2017

    Chef televisivo e degustazioni per la promozione del Valtellina Casera DOP

    Bresciano, giovane, spigliato questo l'identikit di uno chef che, tra la Prova del Cuoco e «Tra due fuochi», è sempre riuscito a interpretare con estro e simpatia le eccellenze della cucina italiana. E il Consorzio Tutela Valtellina Casera e Bitto DOP non poteva scegliere testimonial più accattivante per rilanciare il Valtellina Casera DOP grazie allo slogan con il quale già aveva fatto notizia quasi un decennio fa, il malizioso «In Valtellina... lo facciamo tutti i giorni!». Le origini del Valtellina Casera DOP, circa 180mila forme prodotte ogni anno nei caseifici di fondovalle, risalgono al 1500, quando più allevatori univano il loro latte per effettuare una lavorazione collettiva nelle latterie turnarie e sociali, una realtà di «filiera» che sopravvive ancora oggi perché degli oltre 150 soci aderenti al Consorzio la maggioranza assoluta sono allevatori che producono il latte che 12 aziende casearie trasformano. E lo chef Andrea Mainardi lo valorizza per una ...
  • 20 gennaio 2017

    Wine&Siena, in “mostra” le eccellenze del vino italiano DOP IGP

    Siena capitale del vino italiano DOP IGP: è questo l'obiettivo del Wine&Siena, la manifestazione dedicata al gusto e ai tesori storico-artistici della città. Alla sua seconda edizione, la due giorni consacrata alla vitivinicoltura porta a Siena una selezione dei migliori produttori d'Italia, dai rossi corposi del sud alle bollicine della regione del Franciacorta DOP. L'idea nasce da Gourmet's International, già creatori del Merano Wine Festival con Helmuth Kocher, ed è organizzato dal comune di Siena in collaborazione, tra gli altri, di Banca e Fondazione Mps. «Un evento importante per la città - osserva Davide Usai, direttore generale della Fondazione Mps che ben corrisponde alle nuove linee strategiche della nostra attività istituzionale. Una felice unione fra cultura e sistema agroalimentare, due dei capisaldi per lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione del territorio». Sabato 21 e domenica 22 l'appuntamento è in centro, con 200 produttori di vino DOP ...
  • 19 gennaio 2017

    Il Pecorino Toscano DOP fra i protagonisti del Winter Fancy Food Show a San Francisco

    Il Pecorino Toscano DOP vola ancora una volta a San Francisco, per essere fra i protagonisti dell’edizione 2017 del Winter Fancy Food Show. La kermesse dedicata all'enogastronomia mondiale, fra le più importanti nel panorama internazionale, è in programma da domenica 22 a martedì 24 gennaio e coinvolgerà oltre 80 mila produttori, 19 mila buyers e 1.400 espositori. Il Consorzio di tutela del Pecorino Toscano DOP parteciperà alla manifestazione statunitense insieme ad altre eccellenze enogastronomiche italiane e sotto l’egida dell’Italian Trade Commission (ICE), l’agenzia per la promozione all'estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che curerà anche l’incoming di operatori americani. “Il mercato statunitense - afferma Andrea Righini, direttore del Consorzio di tutela del Pecorino Toscano DOP - è uno dei più importanti per il nostro formaggio, in costante crescita dopo quello europeo e primo importatore per i prodotti di qualità delle ...
  • 18 gennaio 2017

    Anteprima Montefalco Sagrantino DOP: preparativi per i 25 anni della D.O.

    Il 20 e 21 febbraio, a Montefalco, avrà luogo il terzo appuntamento con Anteprima Montefalco Sagrantino DOP, evento del Consorzio tutela vini Montefalco rivolto a stampa e operatori del settore chiamati a misurarsi con l'annata 2013 del Montefalco Sagrantino DOP. Un'edizione celebrativa che segna i 25 anni dal riconoscimento della DOP Montefalco Sagrantino e introduce la mappatura della denominazione: territorio, zone, vigneti visti e raccontati da Alessandro Masnaghetti per la collana "I Cru di Enogea". Ad Anteprima Sagrantino DOP 2013 spazio alle etichette delle 31 cantine aderenti al Consorzio di tutela e di tutti i vini del territorio, alla proclamazione delle stelle assegnate alla vendemmia 2016 e anche all'arte e alla cultura con i tre concorsi indetti dal Consorzio: "Etichetta d'Autore 2013'", "Sagrantino nel piatto" e "Gran Premio del Sagrantino". "Etichetta d'Autore 2013" si rivolge a fumettisti che abbiano compiuto il 18esimo anno di età e operino su tutto il ...
  • 17 gennaio 2017

    Consorzio Primitivo di Manduria DOP: on line il video “Rosso Mediterraneo”

    "Rosso Mediterraneo", in un calice di Primitivo di Manduria DOP la semplicità della bellezza made in Puglia. Questo è il concept della nuova campagna del Consorzio di tutela del Primitivo di Manduria DOP ispirato al legame tra il grande vino pugliese e il suo territorio, le sue origini, la qualità, ma anche la sua gente e i suoi valori. Un viaggio che racconta la poesia di un uomo mentre attraversa con emozione il fascino dei luoghi e incontra maestranze, panorami mozzafiato, vecchi vigneti, prodotti tipici e saperi  per poi ritrovarsi, appagato e arricchito, a brindare con una bottiglia di buon Primitivo di Manduria DOP insieme alla sua famiglia. Un video che rappresenta in maniera chiara il terroir da cui ha origine il Primitivo di Manduria DOP, terroir così suggestivo e ricco di cultura. Il filmato nasce dall'intenzione di celebrare la magia del vigneto Puglia e di tutto ciò che esso contiene a partire dalle monumentali masserie, imbiancate a latte di calce, i ...
  • 17 gennaio 2017

    Parmigiano Reggiano DOP: premiati oggi i caseifici vincitori al World Cheese Awards 2016

    Cinque caseifici aderenti a Confcooperative Modena sono rientrati trai 42 caseifici che vengono premiati oggi a Reggio Emilia per aver fatto parte della Nazionale del Parmigiano Reggiano DOP che ha partecipato al World Cheese Awards 2016, svoltosi a San Sebastian in Spagna nel novembre scorso. Oggi nella sala del Tricolore a Reggio il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano DOP consegna attestati di riconoscimento ai caseifici e ai casari che hanno tenuto alto il nome del nostro formaggio in una competizione internazionale molto seguita anche dal mondo della distribuzione e della ristorazione. I caseifici hanno partecipato alla gara formaggi DOP provenienti da tutto il mondo categoria da 18-21 mesi, 22-24 mesi e oltre 30 mesi. Il Parmigiano Reggiano DOP, che si è aggiudicato 38 medaglie e tre "Supergold", è risultato il formaggio più premiato. Tra le sei medaglie modenesi segnaliamo gli argenti del caseificio Dismano di Montese e 4 Madonne di Lesignana di Modena ...
  • 12 gennaio 2017

    Parmigiano Reggiano DOP e Grana Padano DOP più sostenibili entro il 2021 con “Life DOP”

    C'è anche il consorzio pegognaghese Gourm.it tra i soggetti che fanno parte del progetto Life DOP appena partito (tra gli altri l'Associazione Mantovana Allevatori, e la Cooperativa Agricola San Lorenzo; capofila le Latterie Virgilio): un progetto ambizioso che punta a costruire, entro il 2021, un modello di produzione maggiormente sostenibile per Parmigiano Reggiano DOP e Grana Padano DOP; per questo sarà necessario intervenire con azioni di misurazione e ottimizzazione in ogni punto della filiera di produzione. Si parte dai campi, applicando una gestione virtuosa della produzione dei foraggi che comprende la lotta integrata ai parassiti e una minima lavorazione in campo, grazie anche a tecnologie innovative come i droni. Si passa poi alla stalla. Nel concetto di economia circolare le deiezioni animali diventano una risorsa energetica per gli impianti di biogas, con un doppio guadagno: energia pulita, minore impatto e migliore gestione dei nutrienti. Si passa infine al ...
  • 11 gennaio 2017

    Tra gli sparkling il Prosecco DOP ha trainato le festività straniere e in casa

    Stagionalità e festività tornano a incidere in modo significativo sui consumi di spumanti in Italia. Nei giorni delle feste appena passate sono state stappate 58,5 milioni di bottiglie, di cui 2,9 estere con i picchi di consumo di 10,5 milioni per Natale, circa 34 milioni l'ultima notte dell'anno e 3,5 milioni per la Befana. Ovvero in poco più di dieci giorni si è raggiunto il 40% dei consumi dell'intero anno. Sono i dati di Ovse, l'Osservatorio Economico dei Vini Effervescenti diretto da Giampiero Comolli. Il brindisi delle festività ha avuto un giro di affari di 510 milioni di euro, 440 milioni per le sole bollicine italiane dove a dettare legge sono stati il Franciacorta DOP, il Trento DOP e il Prosecco DOP. Secondo Ovse, la novità assoluta è stata «la tendenza al consumo di vini dal sapore più secco e meno alcolico sia fra le bollicine metodo tradizionale che di metodo italiano», mentre si assiste a un «calo ancora significativo per l'Asti DOP e per tutti gli ...
  • 9 gennaio 2017

    Finocchiona IGP nella Guida de L’Espresso “I salumi d’Italia 2017”

    La Porchetta cotta a legna e la Finocchiona IGP riconosciute dalla Guida "I salumi d'Italia 2017" de L'Espresso. A ritirare i due premi per le Eccellenze italiane (5 Spilli), con grande orgoglio, la Salumeria di Monte San Savino, con il titolare Alessandro lacomoni. La guida è uscita a fine 2016 con un'edizione rinnovata dopo il 2013 e propone un viaggio nella tradizione italiana di eccellenza legata al mondo dei salumi con 63 tipologie, da quelle più note ad altre dimenticate, 175 produttori e oltre 3.000 schede di valutazione. «La porchetta di Monte San Savino - svela la Salumeria - è un prodotto tipico e rinomato della zona. Suino intero in crosta, cotto al forno, viene apprezzato come prodotto freddo e distribuito a porzionamento su incarto. La caratteristica che contraddistingue la preparazione è la sua miscela di insaporimento: un pesto di sale e erbe aromatiche che nel caso della porchetta savinese include la spezia del finocchio selvatico». Specialità del made ...
  • 23 dicembre 2016

    Vernaccia di San Gimignano DOP: per i 50 anni un Centro per la comunicazione internazionale

    «Vernaccia di San Gimignano. Vino Territorio, Memoria» è il libro sui primi 50 anni della Vernaccia di San Gimignano DOP,  a firma del giornalista e scrittore Armando Castagno, docente Ais: pagine di storia, cultura, testimonianze e immagini dagli scatti sulla città e sul territorio della denominazione del fotografo senese Bruno Bruchi. «Sono convinta che l'ottenimento della DOP abbia avuto un ruolo fondamentale nella crescita dell'intera comunità di San Gimignano - afferma Letizia Cesani presidente del Consorzio della Denominazione San Gimignano - e iniziato così il percorso che ha condotto i produttori a diventare una vera comunità che condivide obiettivi, identità, progetti e sogni». Il futuro parte dal progetto della Rocca di Montestaffoli, ex sede del Museo del Vino passata in gestione al Consorzio firmato dall'architetto Piero Guicciardini che, insieme al Consorzio, «ha pensato ad un Centro per la comunicazione internazionale della Vernaccia di San ...
  • 22 dicembre 2016

    Pane Toscano DOP: sfornato il primo prodotto certificato

    Nasce a Pontedera il primo pane della provincia interamente toscano. E quello prodotto dalla Casa del Pane di Francesco Gori, il primo panificio del territorio pisano a potersi fregiare della nuova denominazione di Pane Toscano DOP. Una certificazione che Bruxelles ha riconosciuto solo lo scorso marzo, al termine di un percorso lungo 15 anni, che adesso mette nelle mani del sistema enogastronomico regionale uno strumento di valorizzazione e tutela del classico pane sciocco della cucina regionale. La Casa del Pane, con i suoi tre punti vendita, reduce dal riconoscimento del miglior panettone artigianale toscano, è la prima attività a fare da apripista in provincia. Un'attività che ha creduto fin dall'inizio nel progetto del marchio DOP, portato avanti da un apposito comitato con il sostegno della Cna regionale. Un marchio di cui è titolare il Consorzio di tutela del Pane Toscano DOP, presente ieri mattina alla Cna di Pontedera, con il direttore Roberto Pardini, per celebr...
  • 22 dicembre 2016

    Pecorino delle Balze Volterrane DOP: addio associazione, ecco il Consorzio

    Per la imprese a produzione certificata dell'Alta Valdicecina parte la sfida al futuro: si è costituito proprio ieri il Consorzio di tutela del Pecorino delle Balze volterrane DOP, un marchio che si affianca ad altre eccellenze made in Italy a Indicazione Geografica DOP e IGP. «Da semplice associazione, ora diventiamo un vero e proprio consorzio - commenta sulla pagina Facebook dell'organizzazione l'allevatore Giovanni Cannas - un passo storico, che lega già 14 imprenditori del territorio, e che valorizza l'impegno degli allevatori e dei caseifici con lo scopo di valorizzare e salvaguardare il settore agroalimentare di tutta la Valdicecina». Pronto anche il primo progetto da affrontare: proprio in questi giorni il neonato consorzio presenterà alla Regione Toscana un progetto hi-tech: una App che consentirà di seguire, dal telefonino, tutto il processo di tracciabilità del prodotto (certificato DOP, bio, e senza Ogm), e di informare i consumatori sugli eventi legati al ...
  • 22 dicembre 2016

    Barbera d’Asti DOP, il bilancio 2016 è pieno di soddisfazioni

    Settanta anni e non sentirli. È questo lo slogan che racchiude il 2016 della Barbera d’Asti DOP, trasferitasi nelle prestigiose sale del Castello di Costigliole d’Asti per tornare al centro della filiera, da sostenere con una crescente attività di promozione e tutela. Un nuovo ciclo dimostrato innanzitutto dall’aumento delle aziende associate, oggi 235, grazie ai 28 produttori che hanno deciso di dare fiducia alla struttura. È nei confronti di queste, tra cui ci sono anche importanti Cantine Sociali che ampliano la base produttiva, che il Consorzio di tutela indirizza il suo sforzo. Innanzitutto tramite le attività di ricerca e studio, necessarie a una crescita qualitativa finalizzata all’affermazione della Barbera d’Asti DOP. Interflavi, Curve di maturazione, WildWine, sono solo alcuni dei progetti in essere, che dimostrano l’attenzione del Consorzio verso le necessità dei produttori. Il tutto in attesa della Zonazione della Barbera d’Asti DOP, essenziale ...
  • 22 dicembre 2016

    Il Riso del Delta del Po IGP all’assalto dei mercati

    «Il Riso del Delta del Po IGP è tra i migliori al mondo, il nostro problema principale è quello di farlo sapere al consumatore». Adriano Zanella, 72 anni, veneto di Noventa Vicentina, titolare di uno studio di architettura, urbanistica e ingegneria, che possiede un'azienda agricola in Comune di Jolanda di Savoia è il presidente del Consorzio di tutela del Riso del Delta del Po IGP: costituito il 20 dicembre del 2012 conta 25 soci suddivisi nelle province di Ferrara e Rovigo, seminati a riso 10 mila, il Consorzio si estende su 167 mila ettari, e una produzione che nel 2015 è stata di oltre 34 mila quintali, si è partiti da quota 8.100, ne fanno parte nove comuni in provincia di Ferrara e 8 in quella di Rovigo. Zanella è stato eletto presidente nel giugno 2015, subentrando a Bolognesi, e rimarà in carica fino al 2019. «Negli ultimi due anni il mercato è aumentato del +434%. Quest'ano aumenteremo del +30% e inseriremo varianti delle qualità Arborio, Baldo e ...
  • 19 dicembre 2016

    Pomodoro di Pachino IGP: conoscere le sfide del mercato per affrontarle

    Un momento di dibattito ampio e articolato il convegno svoltosi giovedì pomeriggio presso il Castello Tafuri Charming Suites organizzato dal Consorzio del Pomodoro di Pachino IGP in occasione dell’ “Igp Day”: le nuove sfide del mercato, ma anche le opportunità che i cambiamenti di scenario che si aprono a chi sa approfittarne. Attorno al tavolo, oltre che i vertici del Consorzio, esperti del settore che hanno dibattuto su “Le prospettive del Pomodoro di Pachino IGP in un mercato sempre più complesso” .A stimolare il dibattito, inoltre, la novità dell’introduzione delle tipologie plum e miniplum (oblungo e datterino) nel marchio IGP. “Quest’ulteriore riconoscimento - ha detto il Presidente del Consorzio Sebastiano Fortunato- rappresenta per noi un’opportunità molto importante, che va colta incentivando la collaborazione e costruendo una rete più forte”. Nella stessa direzione l’intervento di Luciano Trentini, consulente esperto del settore ortofr...
'