Argomento: MIPAAF

  • 13 aprile 2017

    Origo. 2017, Geographical Indications’ Global Forum

    Fondazione Qualivita, in qualità di partner, è lieta di invitarvi a Origo. 2017, Geographical Indications’ Global Forum, Il primo forum a livello europeo ed internazionale dedicato alle sfide e alle opportunità globali del sistema delle indicazioni geografiche dell’Unione Europea si terrà a Parma 11- 12-13 aprile 2017. La prima edizione del progetto Origo 2017 ORIGO 2017, promosso dal Governo italiano e dalla Regione Emilia Romagna in partnership con la Commissione europea, è realizzato in in sharing con Cibus Connect, l’importante fiera internazionale dell’alimentazione di Fiere di Parma, dedicata in particolare nel 2017 alla promozione di relazioni di business B2B con i principali top buyers internazionali. Nelle parole del Commissario europeo Hogan, "Origo rappresenta per gli operatori del settore IG una bellissima opportunità per incontrarsi, creare contatti e aumentare la visibilità delle IG con l'obiettivo di migliorarne la presenza sul mercato e gli ...
  • 23 marzo 2017

    Vino: per la campagna 2017/2018 pronti 336 milioni

    Per la campagna 2017/2018 del settore vitivinicolo a disposizione 336.997.000 euro. Così ripartiti: 101.997.000 euro per la promozione sui mercati esteri, 140 milioni di euro per la riconversione dei vigneti, 10 min di euro per la vendemmia verde, 20 min di euro per l'assicurazione sul raccolto, 45 min di euro per investimenti vari e 20 min di euro per la distillazione sottoprodotti. E col decreto del 20 marzo n. 1715 che il ministero delle politiche agricole ha operato la suddivisione delle risorse a sostegno del programma nazionale del settore vitivinicolo. L'Italia è ben posizionata anche in realtà emergenti dal punto di vista delle importazioni di vino. E infatti il primo o il secondo fornitore in quasi tutti i paesi dell'Est Europa, sia comunitario che non. Spingendo l'analisi in paesi più lontani, si evidenzia la terza posizione in Brasile, Messico, India e Corea del Sud, mentre è leader in Thailandia. Fonte: Italia Oggi SCARICA L'ARTICOLO STAMPA COMPLETO
  • 17 marzo 2017

    Nasce la banca delle terre agricole. Martina: primi 8 mila ettari con agevolazioni per i giovani

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che è stata presentata questa mattina la "Banca delle terre agricole". Si tratta di un progetto di mappatura delle terre previsto dal Collegato Agricolo e realizzato da Ismea, l'ente economico del Mipaaf, per consentire a chiunque - soprattutto ai giovani - di reperire su internet i terreni di natura pubblica in vendita. L'obiettivo è valorizzare il patrimonio fondiario pubblico e riportare all'agricoltura anche le aree incolte, incentivando soprattutto il ricambio generazionale nel settore. Per avere la mappa completa si può consultare il sito www.ismea.it. A illustrare l'iniziativa il Ministro Maurizio Martina, la senatrice Pd Maria Teresa Bertuzzi che ha presentato l'emendamento per l'istituzione della Banca, l'assessore all'agricoltura del Lazio in rappresentanza delle Regioni Carlo Hausmann, il presidente di Ismea Enrico Corali, il direttore generale di Ismea Raffaele Borriello e il direttore ...
  • 13 marzo 2017

    Contraffazione DOP IGP: il successo dei controlli web-oriented

    Oltre 48mila controlli nel 2016 e 470 sequestri per un valore economico di oltre 13 milioni di euro. II report ICQRF raffigura per singolo settore merceologico i numeri e gli indicatori dell'attività di controllo ma anche l'effetto delle regole introdotte dal DL 'Campolibero'. Dalla lettura dei dati il settore vitivinicolo rimane il più controllato (13.340 audit) seguito da quello oleario (5.518) e lattiero-caseario (4.048), ma al di là dell'attività ispettiva 'in campo', cioè direttamente presso gli operatori di filiera, a dare nell'occhio sono i controlli sul web, che ogni anno rastrellano dalla rete centinaia di prodotti agroalimentari e vini falsamente pubblicizzati con i marchi DOP e IGP. WEB - Anche attraverso la collaborazione dei principali player mondiali dell'e-commerce (Ebay, Alibaba e Amazon) nel 2016 I'ICQRF ha bloccato la vendita di 971 referenze, prodotti e vini che evocavano o usurpavano nomi registrati DOP e IGP. Negli ultimi tre anni sono ...
  • 13 marzo 2017

    Mipaaf, DOP e IGP: 730 mila € per valorizzare i prodotti

    Stanziati 729.311 euro per il 2017 per le iniziative volte a sviluppare azioni di informazione per la divulgazione dei prodotti agricoli e alimentari DOP e IGP. I finanziamenti saranno utilizzati, in particolare, per l'organizzazione di mostre, fiere, convegni e pubblicazioni finalizzate alla conoscenza dei prodotti DOP e IGP. Con un comunicato del 9 marzo scorso il ministero delle Politiche agricole ha sbloccato risorse volte a sviluppare azioni di informazione, per migliorare la conoscenza, favorire la divulgazione, garantire la salvaguardia e sostenere lo sviluppo dei prodotti agricoli ed alimentari contraddistinti da riconoscimento Ue (come da decreto Mipaaf del 1 ° marzo 2016, n. 15487, si veda Italia Oggi del 3 marzo 2016). Possono essere ammessi a presentare le agevolazioni gli organismi a carattere associativo dei consorzi di tutela riconosciuti ai sensi della legge 21 dicembre 1999 n. 256 e le associazioni temporanee d'impresa. Non possono presentare istanza di ...
  • 9 marzo 2017

    Origo. 2017, il Forum Globale delle Indicazioni Geografiche

    Fondazione Qualivita, in qualità di partner, è lieta di invitarvi a Origo. 2017, Geographical Indications’ Global Forum, Il primo forum a livello europeo ed internazionale dedicato alle sfide e alle opportunità globali del sistema delle indicazioni geografiche dell’Unione Europea si terrà a Parma 11- 12-13 aprile 2017. La prima edizione del progetto Origo 2017 ORIGO 2017, promosso dal Governo italiano e dalla Regione Emilia Romagna in partnership con la Commissione europea, è realizzato in sharing con Cibus Connect, l’importante fiera internazionale dell’alimentazione di Fiere di Parma, dedicata in particolare nel 2017 alla promozione di relazioni di business B2B con i principali top buyers internazionali. Nelle parole del Commissario europeo Hogan, "Origo rappresenta per gli operatori del settore IG una bellissima opportunità per incontrarsi, creare contatti e aumentare la visibilità delle IG con l'obiettivo di migliorarne la presenza sul mercato e gli ...
  • 28 febbraio 2017

    Puglia, il Pane di Altamura DOP nel 2016 a + 17,89%

    Nel 2016 la produzione del Pane di Altamura DOP ha superato i 440mila chilogrammi, con un aumento del +17,89% rispetto al 2015. I dati sono confermati da Bioagricert, organismo di certificazione riconosciuto dal Ministero delle Politiche agricole. "Dal 2003, anno del riconoscimento della DOP a livello comunitario, mai si erano toccati picchi di produzione così elevati" è scritto in una nota per la stampa del Consorzio di tutela del Pane di Altamura DOP. Considerato che il prezzo medio del Pane di Altamura DOP è di 3 euro al chilo, se ne deduce che il giro d'affari nel 2016 deve essersi attestato intorno ad 1 milione e 320mila euro; una prima buona affermazione per questo pane tipico prodotto con semola di grano duro rimacinato. Ma il valore aggiunto della DOP deve ancora dispiegare tutte le sue potenzialità. "Il 90% del pane attualmente prodotto ad Altamura non risponde al disciplinare perché non viene utilizzato il lievito madre e per via dell'impiego di semola rimacinata ...
  • 28 febbraio 2017

    Caso Nocciola del Piemonte IGP: “subiamo un danno quotidiano”

    “La Nocciola del Piemonte IGP subisce un danno quotidiano. In queste ore stanno vendendo in tutta Italia piantine di nocciole che potranno essere commercializzate come Tonda Gentile delle Langhe, anche se coltivate in Puglia. Non basta togliere il nome dalle fascette, è necessario eliminarlo dal Registro nazionale delle piante da frutto”. Bisognerà ancora pazientare fino al 4 aprile, data della prima udienza al Tar del Lazio dopo il  ricorso presentato da un centinaio di sindaci ,enti e associazioni locali, per avere aggiornamenti sul caso “nocciola”, scoppiato ormai alcuni mesi fa, dopo la registrazione della dicitura “Tonda gentile delle Langhe” nel Registro: un'iscrizione che di fatto ne autorizza l'uso in tutta Italia, tranne che nella regione d'origine dove il disciplinare della Nocciola Piemonte IGP prevede l'indicazione “Tonda gentile trilobata”. “L'ostinazione del Governo mi rammarica - commenta l'eurodeputato Alberto Cirio - se il mondo ...
  • 27 febbraio 2017

    Patata del Fucino IGP: il Consorzio è una realtà

    Il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ha riconosciuto le funzioni e le cariche del Consorzio di tutela IGP Patata del Fucino. Questo Consorzio, costituito nel dicembre scorso, dopo il riconoscimento dei marchi DOP e IGP delle patate, ha lo scopo di sviluppare le azioni di informazione per migliorare la conoscenza, favorire la divulgazione, tutelare il marchio, promuovere e valorizzare il prodotto marsicano. Il riconoscimento dato dal ministero dà la possibilità a tutti i partecipanti alla filiera di usufruire dei finanziamenti del bando Mipaaf per la promozione e la divulgazione del prodotto, tali da garantire nel breve termine la partecipazione a fiere e mostre, scambi internazionali e visite agricole, e azioni di salvaguardia e sostegno per lo sviluppo del prodotto. Soddisfazione è stata espressa dal direttore del Consorzio, Mario Nucci, e dal consiglio di amministrazione composto da Rodolfo Di Pasquale (presidente), Raffaele Torti (vice presidente). F...
  • 27 febbraio 2017

    Agrumi italiani, via libera in Cina

    Il Mipaaf ha ufficializzato il via libera del protocollo fitosanitario, firmato all'inizio del 2016, che consente alle aziende italiane di iniziare l'esportazione nel territorio cinese di tutte le specie di agrumi freschi, dalle arance ai limoni, dalle clementine ai mandarini ai pompelmi. Dopo i kiwi, anche per gli agrumi italiani si sblocca perciò finalmente l'ingresso sul mercato cinese. Il protocollo agrumi freschi, però, per il momento riguarda solo l'esportazione via mare. L'Italia ha chiesto l'estensione alle spedizioni aeree, ma ci vorrà ancora tempo per ottenere la modifica. Dalla raccolta dei frutti in Sicilia alla consegna nei supermercati dell'Estremo Oriente possono passare anche più di 40 giorni, troppi per garantire la totale assenza di problematiche qualitative nelle arance rosse. "La macchina amministrativa ha fatto la sua parte, adesso spetta alle aziende siciliane organizzare i flussi commerciali", il commento di Antonello Cracolici, assessore ...
  • 23 febbraio 2017

    Rapporto Ismea-Qualivita 2016: crescono i numeri dell’Italia agroalimentare “a denominazione”

    II nostro Paese sì conferma leader mondiale "a denominazione" per i prodotti DOP e IGP, vino compreso, che rappresentano un valore alla produzione di 13,8 miliardi di euro.Lo dice il quattordicesimo Rapporto Ismea-Qualivita sulle produzioni italiane agroalimentare e vitivinicole DOP, IGP e STG. Si tratta della foto ufficiale che ogni anno il Ministero delle politiche agricole, da cui dipendono i due enti preposti all'elaborazione dei dati, dirama per far conoscere la complessa realtà delle denominazioni, delle indicazioni e delle specialità tradizionali. L'Italia rimane leader mondiale per numero di DOP IGP, con 814 tra cibi e vini, il cui valore alla produzione, nel 2015, è stato di 13,8 miliardi di euro, con una crescita del 2,6% rispetto al 2014 e - puntualizza il Rapporto - un peso del 10% sul fatturato totale dell'industria agroalimentare nazionale. Secondo Ismea-Qualivita il valore delle esportazioni nel mondo delle sole indicazioni geografiche è stato nel 2015 di ...
  • 23 febbraio 2017

    Riconosciuto il Consorzio di tutela del Salame d’Oca di Mortara IGP

    Il Ministero delle politiche agricole ha riconosciuto con proprio atto del 18 gennaio 2017 il Consorzio di tutela del Salame d'Oca di Mortara IGP quale soggetto incaricato, per i prossimi tre anni, di svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e di cura generale degli interessi relativi all'indicazione, come previsto dalla legge 526/1999. Le attività in capo al Consorzio sono definite dalla normativa nazionale e comunitaria in rnateria di tutela delle DOP  e IGP riconosciute, riportate nel testo del decreto ministeriale, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 29 dello scorso 4 febbraio. Fonte: L'Informatore Agrario SCARICA L'ARTICOLO COMPLETO  
  • 23 febbraio 2017

    Martina consegna il decreto di riconoscimento al Consorzio Ricotta di Bufala Campana DOP

    Il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina ha consegnato questa mattina il decreto di riconoscimento da parte del Ministero del Consorzio di tutela della Ricotta di Bufala Campana DOP, costituito nel 2015. Martina è stato accolto nella sede delle Cavallerizze all’interno della Reggia di Caserta dal Presidente del Consorzio della Ricotta di Bufala DOP Benito La Vecchia e dal Presidente del Consorzio Mozzarella DOP Domenico Raimondo. “Qui è realizzato un esperimento di interesse nazionale – dichiara il ministro Martina - La Mozzarella di Bufala Campana DOP è regina del comparto ma guai ad accontentarsi. Bisogna insistere sulla strada di sviluppo tracciato e sul modello di sinergia con i beni culturali e le altre risorse del territorio  in un legame che rende tutti più forti.” Soddisfatto il presidente La Vecchia: “Siamo orgogliosi della visita del Ministro – dichiara - da oggi siamo il soggetto ufficialmente incaricato di tutelare e valorizzare ...
  • 22 febbraio 2017

    Consorzio Prosciutto di Parma DOP in prima linea con Mipaaf e ICQRF contro le frodi

    In riferimento alle perquisizioni dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi (ICQRF) effettuate oggi presso alcune aziende attive nel settore suinicolo, il Consorzio del Prosciutto di Parma DOP desidera ringraziare il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e tutte le forze di polizia che hanno portato alla luce l’illecito a tutela del Made in Italy e in particolare dei prosciutti DOP. Ribadisce inoltre che le aziende accusate di associazione per delinquere finalizzata alla frode in commercio aggravata hanno agito a totale insaputa dei produttori di Prosciutto di Parma. "Siamo parte lesa in questa situazione che danneggia enormemente il lavoro di tutto il comparto – ha dichiarato Vittorio Capanna, presidente del Consorzio. Allo stesso tempo siamo orgogliosi che il sistema di controllo che regola la qualità delle DOP funzioni, anche grazie alle attività incrociate tra i nostri ispettori e quelle delle forze dell’ordine". E’ bene inoltre ...
  • 22 febbraio 2017

    Mipaaf, Operazione ICQRF: scoperte imprese che producevano falsi Prosciutti DOP

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) rende noto che dall’alba di oggi l’Ispettorato Centrale Repressione Frodi (ICQRF), su delega della Procura della Repubblica di Torino, sta effettuando decine di perquisizioni in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto all’interno di imprese attive nel settore suinicolo e nella fornitura di materiale genetico agli allevamenti. L’operazione mira a tutelare le produzioni a denominazione di origine protetta Prosciutto di Parma DOP e Prosciutto di San Daniele DOP. Indagati oltre 30 titolari di imprese, accusati di associazione per delinquere finalizzata alla frode in commercio aggravata, che avrebbero utilizzato suini non ammessi dal disciplinare di produzione, vale a dire senza le caratteristiche di qualità e tipicità richieste per produrre prosciutti DOP. “Il Mipaaf – afferma il Ministro Maurizio Martina – conferma la massima attenzione nella tutela delle produzioni italiane di qualità ...
  • 17 febbraio 2017

    Asti DOP secco arriva il primo via libera del governo

    La commissione tecnica del ministero delle Politiche Agricole, con i funzionari della Regione Piemonte, ha approvato il disciplinare della nuova tipologia Asti DOP Secco. «E' un primo importante passo commenta l'assessore Giorgio Ferrero: - la nuova DOP rappresenterà un momento significativo dei rilancio dell'Asti DOP. Questo risultato è frutto di un lavoro di squadra che ha visto impegnati la Regione Piemonte, le rappresentanze agricole, il Consorzio dell'Asti, i produttori e i trasformatori. Stiamo facendo il possibile per difendere e ampliare gli spazi che l'Asti DOP, ma anche gli altri vini piemontesi, hanno sui mercati internazionali. Per Moreno Soster, il dirigente della Regione che con Elena Piva ha seguito l'iter «dopo questo primo sì della commissione tecnica, occorre attendere l'approvazione definitiva da parte del Comitato nazionale vini DOP». Fonte: La Stampa SCARICA L'ARTICOLO STAMPA COMPLETO