Argomento: MIPAAF

  • 15 dicembre 2017

    Vino, la promozione prova a ripartire

    Prove di ripartenza per la promozione del vino sui mercati esteri. Pubblicata nei giorni scorsi la graduatoria relativa alla dotazione nazionale per l'annualità 2017-18. Il budget è di 14,3 milioni di euro (la dotazione annuale è di 30,5 milioni) perché parte delle risorse è assorbita da programmi pluriennali approvati lo scorso anno. Ripartono quindi i progetti promozionali della dotazione nazionale anche se resta la spada di Damocle delle sentenze Tar che potrebbero mettere in discussione posizioni in graduatoria ed entità dei contributi. Fonte: Agrisole - Il Sole 24 Ore SCARICA L'ARTICOLO STAMPA COMPLETO
  • 7 dicembre 2017

    UNESCO, Mipaaf: l’arte del pizzaiuolo napoletano patrimonio dell’umanità

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il comitato per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco ha iscritto “L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano” nella lista degli elementi dichiarati Patrimonio dell’umanità. La candidatura è stata avviata dal Mipaaf nel marzo 2009 ed è stata condotta da una specifica task force di esperti guidata dal professor Pier Luigi Petrillo. “Il Made in Italy ottiene un altro grande successo – afferma il Ministro Maurizio Martina – È la prima volta che l’Unesco riconosce quale patrimonio dell’umanità un mestiere legato ad una delle più importanti produzioni alimentari, confermando come questa sia una delle più alte espressioni culturali del nostro Paese. È un’ottima notizia che lancia il 2018 come anno del Cibo. L’arte del pizzaiuolo napoletano racchiude in sé il saper fare italiano costituito da esperienze, gesti e, soprattutto, conoscenze ...
  • 28 novembre 2017

    Formazione IG, Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP con Luiss e Ismea

    Enorme successo per la prima giornata del corso «Servizio di formazione e tutoraggio rivolto a consorzi di Tutela», promosso dal Mipaaf, organizzato dall’Ismea e realizzato con il supporto della LUISS Business School in collaborazione con il Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP. Il corso, articolato in tre giornate la cui ultima sarà a dicembre, si svolge a Catania all’interno del MAAS (Mercato AgroAlimentare Sicilia) ed è aperto alle aziende del settore agrumicolo al fine di creare rete con il Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP e fornire gli strumenti per di marketing, internazionalizzazione e innovazione. La prima giornata, introdotta da Fabio Del Bravo dell’ISMEA, ha visto numerosi partecipanti che entusiasti hanno seguito la lezione di Marco Francesco Mazzù, docente di marketing alla LUISS. Il corso rappresenta una risposta concreta a quanto già emerso in occasione del workshop sulle strategie di sviluppo del sistema delle Indicazi...
  • 27 novembre 2017

    Silvae.it, la nuova edizione della testata ambientale dell’Arma dei Carabinieri

    Il prossimo 27 novembre, alle ore 10,30, presso il Comando Generale, avrà luogo alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. CA Tullio Del Sette, la presentazione della nuova edizione della rivista “Silvae.it”. Si tratta di una rivista professionale e tecnico-scientifica,  istituita per aggiornare la preparazione specifica del personale dell’Arma dei Carabinieri offrendo loro argomenti originali su evoluzioni normative e tematiche ambientali, agroalimentari e forestali che più interessano il servizio d’Istituto. La collaborazione alla rivista è aperta a tutti. La Direzione è lieta di ricevere articoli o studi su argomenti di interesse, riservandosi il diritto di decidere la loro pubblicazione. In tale occasione sarà presentato anche il primo numero de “I Quaderni” di Silvae, pubblicazione di approfondimento tematico della rivista dal titolo “Verso la Low Carbon Society: le plastiche biodegradabili e compostabili opportunità ...
  • 22 novembre 2017

    Formazione, Qualivita porta le IG alla “Settimana della cucina italiana nel mondo” a Teheran

    Mercoledì 22 novembre, a Teheran in Iran, in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo "The Extraordinary Italian Taste", Mauro Rosati, Direttore Generale della Fondazione Qualivita, interverrà all'incontro Iran – Italia: Hospitality e ristorazione, relazioni, scambi ed opportunità. L'iniziativa, organizzata da Desita e da I-pars e patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri, ICE - Istituto Commercio Estero e Ambasciata d’Italia a Teheran si pone l’obiettivo di presentare ed illustrare alcune importanti opportunità e occasioni di scambio culturale, ma anche commerciale e di business. Rosati porterà all'attenzione delle rappresentanze internazionali una relazione dal titolo "IG un valore prezioso per l’agricoltura, la grande distribuzione, la ristorazione e la politica dei territori". L'evento ricade all'interno della seconda edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo, il programma per la valorizzazione all'estero ...
  • 21 novembre 2017

    Entra nel vivo la seconda edizione della settimana della cucina italiana nel mondo

    E' iniziata ieri la seconda edizione della 'Settimana della cucina italiana nel mondo', promossa dal Mipaaf e dal Ministero degli Affari Esteri. Il progetto rientra nel piano del Governo per la promozione straordinaria del Made in italy per potenziare la distribuzione e la presenza commerciale dei prodotti del vero agroalimentare italiano e nel piano strategico del turismo 2017-2022 per dare rilievo ai territori meno conosciuti. Oltre mille le iniziative previste quest'anno presso le 296 sedi diplomatico-consiliari gli Istituti italiani di cultura; dagli Stati Uniti d'America alla Cina, dal Brasile al Giappone, passando per il Canada, gli Emirati Arabi Uniti e la Russia. In programma seminari e conferenze, incontri con gli chef, degustazioni, eventi di promozione commerciale, corsi di cucina, proiezioni di film e documentari legati al cibo, convegni, concerti, corsi di lingua e mostre fotografiche. "Far conoscere la nostra distintivita' è un obiettivo cruciale ...
  • 8 novembre 2017

    Il Consorzio Pasta di Gragnano IGP cambia tutto e passa da promozione a tutela stanziando 800 mila euro

    Un consorzio, ed è notizia che conoscete, già esisteva. Ma non si poteva definire consorzio di tutela perché la norma richiede la rappresentatività richiesta dalla legge: il 66% della produzione (per il riconoscimento Mipaaf ndr). Che il consorzio, meglio, l’associazione di aziende che si era costituita intorno al marchio della spiga di grano da accompagnare obbligatoriamente con il logo dell’IGP, non aveva. Quindi, non poteva parlare a nome delle aziende che producono pasta di Gragnano e che pure si rifacevano a quello che stabilisce l’IGP. Se le parole sono importanti, nel caso del costituendo consorzio sono fondamentali. Lo strumento di promozione (ma non di tutela) della produzione tipica è stato affidato dal 2013, anno in cui è stata riconosciuta l’IGP, al Consorzio Gragnano Città della Pasta che ha un logo araldico turrito e richiami alle spighe di grano che compaiono anche in quello ufficiale dell’IGP. Adesso nuovi soggetti hanno arricchito la ...
  • 3 novembre 2017

    Grana Padano DOP: battaglia per l’indicazione sui menù

    Su lasagne, cannelloni e preparazioni gastronomiche "su 100 chili di formaggio vaccino grattugiato e utilizzato nelle cucine professionali non più di 56 sono di formaggi a denominazione, il resto proviene da produzioni casearie similari. Mentre nei consumi domestici i formaggi similari già grattugiati vengono acquistati in proporzioni nettamente inferiori, il 12% delle confezioni in busta. Questo vuol dire che le famiglie sono più propense a scegliere la qualità DOP rispetto al prezzo, negli esercizi invece il prezzo guida le forniture". Lo ha detto Stefano Berni, direttore generale del Consorzi di tutela Grana Padano, a margine dell'assemblea dell'Associazione italiana Consorzi Indicazioni Geografiche (Aicig). "Abbiamo chiesto al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali un decreto che impegni la ristorazione - ha annunciato Berni - a indicare quali carni, olio, e formaggi vengono utilizzati nelle preparazioni dei piatti in menu e quanti di questi ...
  • 17 ottobre 2017

    Non solo Prosecco DOP. Treviso diventa capitale mondiale della tutela IG

    Lunedì 16 ottobre alle 11.30 presso la sede del Consorzio di tutela Prosecco DOP in Piazza Filodrammatici, 3 a Treviso si terrà la conferenza "Verso il 2020. Agenda internazionale delle denominazioni geografiche". Si tratta di una tre giorni alla quale parteciperanno 160 delegati provenienti da 50 Paesi del mondo e si svolgerà per la prima volta a Treviso dal 17 al 19 ottobre grazie alla collaborazione nata tre anni fa tra il Consorzio Prosecco DOP e oriGIn (Organization for an International Geographical Indications Network), organismo con sede a Ginevra al quale aderiscono realtà e consorzi impegnati nella tutela delle più importanti e prestigiose Denominazioni del mondo. Vi parteciperanno alti rappresentanti della Commissione Europea, del Parlamento Europeo, della FAO, del Mipaaf, del Poligrafico Zecca di Stato, della Regione Friuli Venezia Giulia e della Regione Veneto e naturalmente numerosi soggetti appartenenti ad oriGIn, che rappresenta oltre 400 realtà tra ...
  • 13 ottobre 2017

    Mipaaf: dal G7 di Bergamo più trasparenza e risorse per le Indicazioni Geografiche

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che, in occasione della settimana di eventi collaterali al G7 dell’agricoltura di Bergamo, si è svolto la mattina di mercoledì 11 ottobre il “G7 delle Indicazioni Geografiche”, un momento di confronto fra le maggiori organizzazioni dei produttori delle IG in rappresentanza di oltre un milione d'imprese e operatori delle filiere agricole, vitivinicole e delle bevande spiritose di tutto il mondo. Al termine del vertice internazionale è stata sottoscritta la “Dichiarazione di Bergamo”, un documento strategico, presentato alle Istituzioni, che ha l’obiettivo di riconoscere il valore delle Indicazioni Geografiche in ambito agricolo, ambientale e commerciale, definendo anche gli strumenti per la lotta alla contraffazione, i piani per una produzione sostenibile e il rilancio dei negoziati per la tutela legale delle IG. Da Bergamo – ha affermato il ministro Maurizio Martina - rilanciamo ...
  • 13 ottobre 2017

    G7GI, Martina: “Rilanciamo la sfida sulla centralità del modello dei marchi geografici”

    Creare un sistema multilaterale per proteggere le Indicazioni Geografiche, per renderlo efficace, semplice e trasparente per i produttori e i consumatori; migliorare la trasparenza e la protezione delle IG su Internet, con la gestione da parte di ICANN del sistema di assegnazione dei nomi di dominio di primo e di secondo livello; approfondire le ricerche sul positivo contributo delle Indicazioni Geografiche alla sostenibilità economica e ambientale e al cambiamento climatico; dare più risorse finanziarie per la cooperazione internazionale destinate al rafforzamento delle IG. Il Mipaaf rende noto che, in occasione della settimana di eventi collaterali al G7 dell'agricoltura di Bergamo, si è svolto ieri mattina il "G7 delle Indicazioni Geografiche" ed è stata sottoscritta la "Dichiarazione di Bergamo", un documento strategico, presentato alle Istituzioni, che ha l'obiettivo di riconoscere il valore delle Indicazioni Geografiche in ambito agricolo, ambientale e commer...
  • 13 ottobre 2017

    G7 Agricoltura, Qualivita: le IG fanno reddito e possono frenare l’emigrazione

    Mettere la tutela delle produzioni ad Indicazione Geografica (IG) nell'agenda politica di ogni Paese per difenderle sia dalle imitazioni sia dalle fake news che circolano in rete. E' il messaggio che è stato lanciato mercoledì mattina da Bergamo in occasione del "G7 delle Indicazioni Geografiche" Food, Wine e Spirits dove è stato sottoscritto un documento sul valore delle IG. «Abbiamo voluto portare le politiche sulle IG all'attenzione delle agende politiche di tutti i Paesi. Le produzioni tutelate possono essere una magnifica occasione per i Paesi in via di sviluppo per produrre reddito e frenare l'emigrazione come potrebbe essere il caso del Nord Africa», commenta Mauro Rosati direttore generale della Fondazione Qualivita. Oltre al valore sociale, c'è una importante questione di tutela. «Dobbiamo restituire attenzione ai sistemi di protezione, devono essere trovati accordi bilaterali, non dobbiamo farci sorprendere da azioni come il protezionismo di Trump. ...
  • 11 ottobre 2017

    Intervento del Ministro Maurizio Martina alla G7GI Conference

    Intervento del Ministro delle politiche agricole al G7GI Conference - Il G7 delle Indicazioni Geografiche - che si è tenuto a Bergamo l'11 ottobre 2017 in occasione del G7 Agricoltura. L'iniziativa internazionale ha sancito l'approvazione da parte di oltre 25 rappresentanze della Bergamo Declaration, un documento strategico per la condivisione di politiche di tutela e sviluppo delle Indicazioni Geografiche. Fonte: Fondazione Qualivita
  • 11 ottobre 2017

    G7GI Conference – Incontro internazionale delle organizzazioni delle IG

    Fondazione Qualivita, mercoledì 11 ottobre, sarà presente in qualità di segreteria tecnica alla "Conferenza G7GI" di Bergamo, l'evento sul tema Indicazioni Geografiche organizzato nell'ambito G7 Italia 2017 dal Comune di Bergamo in collaborazione con  Aicig, Federdoc, Fondazione Qualivita, Isit, Afidop, Federdop, Assodistil, OriGIn e con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali. L'iniziativa voluta per un confronto fra le maggiori organizzazioni dei produttori delle IG dei settori Food, Wine e Spirits dei Paesi aderenti al G7 e di altre nazioni. Un vertice internazionale per delineare e condividere un documento strategico, da sottoporre a tutte le Istituzioni preposte con obiettivi legati al riconoscimento del valore delle Indicazioni Geografiche nell’ambito agricolo, ambientale e commerciale; strumenti per la lotta alla contraffazione, produzione sostenibile e rilancio dei negoziati internazionali per la tutela legale delle ...
  • 11 ottobre 2017

    G7GI Conference – GIs Organizations International Meeting

    On the occasion of the G7 meeting of the Ministers of the Agricultural Policies (Agri-G7) that will be held on October 14th-15th 2017 in Bergamo, a side event - the "G7 - Geographical Indications Conference” – will also take place. Its main objective is to confirm the importance of the GIs sector within the international policy plan. Delegations of producers’ organizations of the G7 Countries are invited to have a seat at the meeting, to discuss in front of other invited delegations about important topics involving the GI products. Thanks to the presence at the Agri-G7 of international Ministers and decision makers in agricultural policy, as well as Members of the EU Parliament involved in promotion and protection of Geographical Indications, the GIs meeting will be an affirmation - in front of organizations, political representatives and international media gathered at Agri-G7 – of the economic, social and cultural values represented by the model of Appellations of ...
  • 9 ottobre 2017

    G7 agricolo a difesa del reddito. Su dazi e IG posizioni lontane

    La presidenza italiana del G7 Agricoltura ha scelto Bergamo per ospitare il vertice dei ministri dell'Agricoltura dei sette Grandi. Due i temi principali dell'agenda politica. Il primo: tutela del reddito dei produttori di fronte alle crisi di mercato ma anche ma anche legate ai fenomeni naturali, come i terremoti, oppure ai cambiamenti climatici. Il secondo tema è strettamente legato al primo perché spesso quei fenomeni naturali hanno tra le conseguenze anche le migrazioni. E così i ministri dei Sette proveranno a trovare un punto di vista comune sul ruolo che può giocare la cooperazione agricola nella gestione di questi flussi. Secondo il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, il confronto si svilupperà «sulle sfide decisive del nostro tempo, prima fra tutte la sostenibilità dei modelli agricoli e alimentari». Modelli che invece di convergere sembrano allontanarsi perché per dirla ancora con Martina comportano «scelte di carattere sociale, ...