Argomento: CONTROLLI

  • 24 maggio 2017

    Contraffazione: vini toscani taroccati, denunciato un altro falsario di vino

    Una vera e propria centrale di vini contraffatti, compresi Chianti Riserva DOP, Vernaccia di San Gimignano DOP e Brunello di Montalcino DOP. L'ennesimo giro di vini toscani taroccati è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Siena durante gli accertamenti sul titolare di una azienda agricola di Montepulciano. Secondo gli investigatori - le indagini sono state coordinate dal pubblico ministero Aldo Natalini - l'uomo aveva organizzato una doppia frode: una usando senza titolo uno storico marchio, registrato da una azienda vinicola di San Gimignano, l'altro attraverso "la contraffazione delle certificazioni di origine qualitativa". Alla fine, sulla base del materiale raccolto, per lui è scattata una denuncia con l'accusa di contraffazione, alterazione o uso di marchi e contraffazione di indicazioni geografiche e denominazioni di origine di prodotti alimentari. Le indagini dei finanzieri sono partite durante una semplice visita fiscale, durante la quale sono saltate fuori ...
  • 16 maggio 2017

    Sicurezza agroalimentare, NAC: sequestrate oltre 36 tonnellate di prodotti evocanti BIO e DOP

    I Nuclei Antifrodi Carabinieri, a seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, hanno sequestrato 31 tonnellate di concentrato, polpa e pelati di pomodoro e 9.806 vasetti di conserva di pomodoro fraudolentemente dichiarati come DOP e provenienti da agricoltura biologica, per un valore commerciale pari a  130mila euro. Venivano denunciate 2 persone per frode in commercio, aggravata per l’uso di denominazioni protette (artt.515 e 517 bis c.p.). Nell’ambito dei controlli preordinati finalizzati al contrasto delle frodi alimentari venivano sottoposti a sequestro anche 66 kg di alimenti congelati vari (carne, pesce e dolci), per cattivo stato di conservazione, e 50 kg di formaggio fresco a pasta filata evocante indebitamente la “Mozzarella di Bufala Campana DOP”. Nel corso di tali azioni di tutela del comparto agroalimentare, sia a favore degli operatori che dei consumatori, venivano elevate sanzioni per 6mila euro. Fonte: Comando Carabinieri politiche ...
  • 10 maggio 2017

    NAC: sequestrati 4 quintali di alimenti senza tracciabilità con evocazione DOP e BIO

    Intensificati i controlli sulla tracciabilità finalizzati al contrasto alle frodi alimentari effettuati dal comando Carabinieri politiche agricole e alimentari - Nuclei Antifrodi Carabinieri -  nel campo agroalimentare a tutela dei comparti del biologico e dei marchi di tutela. I Nuclei Antifrodi Carabinieri, a seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, hanno sequestrato circa 4 quintali di alimenti privi di tracciabilità, 55 confezioni di prodotti alimentari vari (yogurt, frutta fresca, prodotti da forno, legumi) e 70 kg di prodotti ortofrutticoli dichiarati come biologici, 145 kg insaccati e 83.800 etichette evocanti prodotti a Denominazione di Origine Protetta. Nell’ambito dei controlli preordinati finalizzati al contrasto delle frodi alimentari, eseguiti con  l’I.C.Q.R.F. di Napoli, sono stati sottoposti a sequestro  239 barattoli  di miele dichiarato biologico. Venivano riscontrate violazioni alle normative in materia di tracciabilità e ...
  • 28 aprile 2017

    Made in: maxi sequestro di Europol-Interpol di alimenti contraffatti da 230 milioni di euro

    Quanto vale il falso Made in e il cibo contraffatto? Tanto, tantissimo, cifre da capogiro. Europol e Interpol hanno sequestrato alimenti alterati per un valore complessivo di 230 milioni di euro, e in soli quattro mesi. Opson VI, la vasta operazione condotta dall’1 dicembre 2016 al 31 marzo 2017, ha portato alla confisca di 9.800 tonnellate e oltre 26,4 milioni di litri di cibi e bevande “potenzialmente nocive” per la salute umana. Alcolici, acqua minerale, dadi, sughi già pronti, olio d’oliva, frutti di mare, e persino prodotti di lusso come il caviale: non c’è categoria di cibo che si salvi dalle contraffazioni. La maxi-operazione è stata condotta in 61 Paesi, 21 dei quali Ue, per operazioni a tappetto che ha visto più di 50mila perquisizioni e controlli in negozi, mercati, porti, aeroporti, siti industriali. “Opson VI ha confermato la minaccia rappresentata dalla frode alimentare, che riguarda tutti i tipi di prodotti in tutte le regioni del mondo”, ...
  • 28 aprile 2017

    Esame del Dna sui maiali per il Prosciutto di San Daniele DOP

    Si sta allargando a macchia d'olio l'indagine dei carabinieri del Nas sugli allevamenti e stabilimenti di produzione del Prosciutto San Daniele DOP. Mentre sale il numero degli indagati nella Marca, l'attività degli allevamenti, finiti nel mirino del Nas di Udine, è praticamente bloccata. I verri (maiali maschi da riproduzione), oggetto dell'indagine, sono stati posti sotto sequestro ed è stato disposto l'esame del Dna su un campione di "suinetti" di ciascun allevamento finito nelle maglie dei controlli per capire se sono stati riprodotti dai verri ammessi alla filiera DOP e, dunque, se è stata rispettata la filiera del prosciutto a Denominazione d'origine protetta. Il sospetto degli investigatori è, infatti, quello che la produzione del prosciutto San Daniele DOP  sia stata contaminata da verri da riproduzione non ammessi al DOP. In particolare verri danesi, la cui carne è sanissima ma senza le caratteristiche di qualità e tipicità richieste per produrre prosciutti ...
  • 18 aprile 2017

    TrustYourWine, l’app istituzionale per verificare l’autenticità dei vini DOP

    Stampa di sicurezza, sistema di gestione integrata degli ordini e tracciatura/tracciabilità: questi gli elementi chiave che caratterizzano da sempre i contrassegni vini DOP dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, al servizio dello Stato e del cittadino attraverso prodotti e servizi anticontraffazione a elevato valore aggiunto. Ma da oggi l’autenticità del contrassegno potrà essere verificata anche online grazie a un altro efficace strumento nella lotta alla contraffazione: l’app TrustYourWine. L'importante novità è stata presentata a Vinitaly, presso lo stand del Prosecco DOC che ha ospitato il convegno "Il contrassegno di Stato come servizio a valore aggiunto". "Con TrustYourWine si potrà riscontare l’autenticità dei dati riportati sul contrassegno di Stato delle bottiglie DOCG e DOC e l’effettiva provenienza del vino", ha spiegato l'Amministratore delegato di IPZS Paolo Aielli . Un ulteriore e immediato strumento, questo, a tutela sia del produttore ...
  • 13 aprile 2017

    NAC: sequestri e sanzioni su tutto il territorio

    A seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, sono stati sequestrati dai NAC  - Nuclei Antifrode Carabinieri - circa 5,14 quintali di prodotti alimentari (carne, ortofrutta, mozzarelle e formaggi) immessi sul mercato e 92.060 uova .  Nel corso delle operazioni mirate al controllo delle macellerie, condotte con il Gruppo Carabinieri della Forestale di Campobasso,  denunciata una persona per frode aggravata nell’esercizio del commercio (artt. 515 e 517bis c.p.), per  vendita di carne ovina francese e ungherese spacciandola come italiana . Nell’ambito dei controlli preordinati finalizzati al contrasto delle frodi alimentari, eseguiti con  il Gruppo Carabinieri della Forestale di Avellino, sono stati  sequestrati   25 ettolitri di vino dei quali non era possibile  rintracciarne la provenienza, per mancanza della documentazione giustificativa. Riscontrate difformità e violazioni alle normative in materia di tracciabilità e contestate sanzioni per ...
  • 11 aprile 2017

    Controlli anti-contraffazioni: alleanza Consorzio Sicilia DOP e Prosecco DOP

    Un'alleanza sull'asse Sicilia-Veneto tra il Consorzio di Tutela vini Sicilia DOP e il Consorzio Prosecco DOP. I due Consorzi hanno firmato al Vinitaly di Verona una convenzione per potenziare i controlli di qualità su tutto il territorio italiano e all'estero, e per contrastare con maggiore forza le contraffazioni ai danni dei vini a marchio Sicilia DOP e Prosecco DOP. L'accordo è stato firmato oggi al Vinitaly negli spazi del Mipaaf, alla presenza del capo Dipartimento del ministero delle Politiche Agricole Luca Bianchi, dai vertici delle due DOP: il presidente del Consorzio Prosecco DOP, Stefano Zanette con il direttore Luca Giavi; il presidente del Consorzio di Tutela vini Sicilia DOP, Antonio Rallo con il suo direttore Maurizio Lunetta. Grazie a questa sinergia gli agenti vigilatori dei due Consorzi aumenteranno il numero di controlli che sarà esteso, di fatto, a tutte le regioni italiane, all'estero e sui siti di e-commerce. "E' un giorno importante per il Co‎n...
  • 4 aprile 2017

    NAC, Sicurezza agroalimentare: sequestrati circa 3,5 quintali di prodotti

    Controlli sulla tracciabilità degli alimenti effettuati dal Comando Carabinieri politiche agricole e alimentari - Nuclei Antifrode Carabinieri - a tutela della  sicurezza agroalimentare, del consumatore e degli operatori di settore. I Nuclei Antifrode Carabinieri, a seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, sequestravano  circa 3,5 quintali di formaggi e salumi destinati ad essere immessi sul mercato.  Venivano riscontrate difformità e violazioni alle normative in materia di tracciabilità e contestate sanzioni per 3.000 euro, in quanto i prodotti risultavano carenti degli elementi utili atti ad individuare la provenienza degli stessi e le relative materie prime, potendosi rilevare potenzialmente pericolosi alla salute. Tale azione è volta a tutelare  il comparto agroalimentare, gli operatori di settore e i consumatori. Fonte: Comando Carabinieri politiche agricole e alimentari - Nuclei Antifrode Carabinieri SCARICA IL COMUNICATO STAMPA COMPLE...
  • 3 aprile 2017

    Mozzarella di Bufala Campana DOP i dettagli del nuovo disciplinare

    Cambio di passo per la Mozzarella di Bufala Campana DOP (500 mln di fatturato) un prodotto che si qualifica come eccellenza del sud, ma anche emblema dell’agroalimentare Made in Italy. E’ stato infatti annunciato il nuovo disciplinare che obbliga all’ingresso negli stabilimenti solo di latte di bufala DOP, ma che prevede maggior flessibilità nella logistica, per consentire al prodotto, particolarmente gettonato sui mercati esteri,(il 30% della produzione viene esportata) di raggiungere più agevolmente anche Paesi molto lontani. Le novità prevedono anche il prodotto finito congelato, o l’eliminazione dell’acqua per alleggerire le confezioni di mozzarella da destinare alla cottura e comunque riguardano solo il canale Horeca. Resta ferma la tutela della qualità e la rintracciabilità. Le nuove regole, approvate dal cda, e che presto saranno presentate all’assemblea dei soci, sono statte illustrate dal direttore del consorzio, Pier Maria Saccani, alla presentaz...
  • 22 marzo 2017

    Agroalimentare: ammontano a circa 3 miliardi i furti in Italia

    Una volta c'erano i ladri di polli, adesso nelle nostre campagne scorrazzano bande super organizzate, gente pronta a razziare ogni cosa, dai trattori a interi raccolti di arance, e poi olive, Nocciola del Piemonte IGP, Limone Costa di'Amalfi IGP e prodotti ancora più pregiati come formaggi e vini. Nel Salernitano e in Puglia sono all'ordine del giorno furti di ingenti quantitativi di olio extravergine. In provincia di Barletta per prevenire i furti di olive sono arrivati ad organizzare ronde notturne e a ingaggiare vigilantes. Nel Lazio e nel Cuneese, grossi furti di nocciole sono all'ordine del giorno. Preoccupante anche l'aumento di furti di Limoni IGP in Costiera amalfitana, mentre nel Catanese sono spariti centinaia di migliaia di chili di arance. E del resto anche al dettaglio vini, liquori e formaggi sono tra i preferiti dai ladruncoli di tutti i giorni che dagli scaffali dei supermercati arrivano a sottrarre in un anno quasi 3 miliardi di euro di prodotti agroaliment...
  • 22 marzo 2017

    Consorzio Tutela Radicchio Rosso di Treviso IGP alle aziende: «Massima vigilanza»

    La legalità comincia dal campo per arrivare alla tavola. Il Consorzio Tutela Radicchio Rosso di Treviso IGP e Variegato di Castelfranco IGP sta pensando di inviare un'informativa a tutte le sue 120 aziende agricole associate per ribadire l'importanza di una condotta trasparente come ulteriore punto di forza nella promozione del prodotto che, oltre ad essere buono, deve anche essere etico. «Abbiamo a cuore il tema della legalità», sottolinea Paolo Manzan, presidente del Consorzio, «fino ad oggi nelle nostre aziende non sono state riscontrate grosse mancanze, ma è importante tenere sempre una buona condotta, sollecitando tutti gli imprenditori che sono iscritti al nostro Consorzio. La trasparenza nell'assunzione e nella gestione della manodopera è fondamentale anche per l'immagine del nostro radicchio». Una coltura che riesce meglio di altre a tenere il prezzo e a garantire un discreto guadagno agli agricoltori. Ma non va sempre così. «Purtroppo ci sono altre colture ...
  • 15 marzo 2017

    Mozzarella di Bufala Campana DOP, intesa con il Consorzio tutela Provolone Valpadana DOP: raddoppiano i controlli sul prodotto

    I controlli sull'autenticità della Mozzarella di Bufala Campana DOP raggiungeranno quota 3 mila. Sul mercato domestico sfioreranno 12.600 grazie a un accordo stipulato dal Consorzio di tutela campano col suo omologo del Provolone Valpadana DOP, che s'aggiunge a un altro patto col consorzio del Prosecco DOP. Agenti dell'ente di tutela cremonese effettueranno campionamenti di Mozzarella di Bufala Campana DOP nei negozi lombardi, piemontesi, valdostani, liguri ed emiliano romagnoli sulla messa in commercio, l'etichettatura e le indicazioni commerciali. Monitoreranno inoltre la presenza di prodotti imitativi, evocativi e usurpativi della DOP. Peri controlli all'estero il consorzio campano ha stretto accordi con gli omologhi di Parmigiano-Reggiano DOP, Grana Padano DOP, Aceto Balsamico di Modena IGP e Prosciutto di Parma DOP. "A conferma di una collaborazione che da sempre contraddistingue il Consorzio Tutela Provolone Valpadana - dichiara il presidente, Libero Stradiotti - ...
  • 13 marzo 2017

    Contraffazione DOP IGP: il successo dei controlli web-oriented

    Oltre 48mila controlli nel 2016 e 470 sequestri per un valore economico di oltre 13 milioni di euro. II report ICQRF raffigura per singolo settore merceologico i numeri e gli indicatori dell'attività di controllo ma anche l'effetto delle regole introdotte dal DL 'Campolibero'. Dalla lettura dei dati il settore vitivinicolo rimane il più controllato (13.340 audit) seguito da quello oleario (5.518) e lattiero-caseario (4.048), ma al di là dell'attività ispettiva 'in campo', cioè direttamente presso gli operatori di filiera, a dare nell'occhio sono i controlli sul web, che ogni anno rastrellano dalla rete centinaia di prodotti agroalimentari e vini falsamente pubblicizzati con i marchi DOP e IGP. WEB - Anche attraverso la collaborazione dei principali player mondiali dell'e-commerce (Ebay, Alibaba e Amazon) nel 2016 I'ICQRF ha bloccato la vendita di 971 referenze, prodotti e vini che evocavano o usurpavano nomi registrati DOP e IGP. Negli ultimi tre anni sono ...
  • 13 marzo 2017

    Mozzarella di Bufala Campana DOP, intesa con il Consorzio Provolone Valpadana DOP: raddoppiano i controlli sul prodotto

    Il Consorzio di tutela raddoppia l’attività di vigilanza sulla Mozzarella di Bufala Campana DOP. Dopo l’intesa con il Consorzio di tutela del Prosecco DOP sull’avvio di controlli congiunti, l’organismo di tutela ha siglato un nuovo patto di collaborazione, stavolta con il Consorzio Tutela Provolone Valpadana. La convenzione prevede azioni di vigilanza e monitoraggio nazionale. In particolare gli agenti vigilatori del Consorzio Tutela Provolone Valpadana effettueranno, per conto del Consorzio mozzarella, campionamenti ufficiali per tutto il 2017 nei punti vendita, in particolare in Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria ed Emilia Romagna. Saranno verificate la regolare messa in commercio del prodotto a marchio DOP, l’etichettatura e le corrette indicazioni commerciali previste dalle leggi. Inoltre, sarà monitorata la presenza di prodotti imitativi, evocativi e usurpativi della DOP. "A conferma di una collaborazione che da sempre contraddistingue il Consor...
  • 28 febbraio 2017

    Inchiesta falso Prosciutto di San Daniele DOP, analizzati oltre 400 suini

    Nell'ambito dell’inchiesta sui falsi prosciutti DOP, coordinata dalla procura di Pordenone, sono stati prelevati oltre 400 campioni di sangue da altrettanti capi suini in una ventina di aziende fra le province di Udine e Pordenone. Ora bisognerà attendere gli esiti dei test del DNA per capire se gli allevatori sono in regola o se qualcuno non ha rispettato il disciplinare di produzione del Prosciutto di San Daniele DOP. L’accusa è di aver utilizzato materiale genetico di razze non conformi alla DOP per inseminare le scrofe, e il reato ipotizzato è associazione per delinquere finalizzata alla frode in commercio aggravata. “Abbiamo riscontrato carenze” precisa al Messaggero Veneto Gianluca Fregolent, direttore dell’Ispettorato repressione frodi del Triveneto, “nella tracciabilità dei suini. Non era chiaro se gli allevamenti rispettassero le prescrizioni imposte dal disciplinare di produzione della DOP”. Fonte: Alimentando.info