Argomento: CONTRAFFAZIONE

  • 20 giugno 2017

    NAC: sequestro di vino e olio potenzialmente pericolosi per la salute

    Controlli in materia  di etichettatura e tracciabilità effettuati da Carabinieri del Comando Politiche Agricole e Alimentari (organo ausiliario del Mipaaf dal 2009), Nucleo Antifrodi di Salerno  congiuntamente  all’ICQRF di Napoli a tutela del consumatore e degli operatori di settore. Nel corso di verifiche effettuate nella provincia di Napoli, il Nucleo Antifrodi Carabinieri Salerno e l’ICQRF di Napoli, hanno sequestrato 300 ettolitri di vino bianco e 624 litri di olio extravergine di oliva confezionato, riscontrando violazioni in materia di rintracciabilità ed etichettatura. A seguito dell’operazione di controllo sono state  contestate sanzioni per 32.000 euro.  I prodotti oggetto della contestazione, a causa delle irregolarità delle etichette, avrebbero potuto generare confusione nei consumatori ma soprattutto, l’assenza di informazioni utili a individuare   la provenienza del prodotto, avrebbe potuto creare un potenziale pericolo per la salute ...
  • 8 giugno 2017

    False DOP IGP: sequestro e multe durante operazione dei NAC

    Nell'ambito delle operazioni di tutela dei consumatori e degli operatori di settore dei marchi DOP IGP svolte per il contrasto alle frodi agroalimentari effettuate dai NAC -Nuclei Antifrodi Carabinieri del  Comando Carabinieri politiche agricole e alimentari  a garanzia del comparto dei marchi di tutela, è stata denunciata una persona, sono state sequestrate oltre 8.000 etichette, numerose  confezioni e circa 5 quintali di prodotti alimentari falsamente dichiarati DOP IGP. I NAC - Nuclei Antifrodi Carabinieri, a seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, hanno sequestrato 476 chili di alimenti fraudolentemente dichiarati DOP IGP.  Nell’occasione sono state sequestrate anche 8.262 fra etichette e confezioni evocanti prodotti a marchi di tutela, pronte per essere utilizzate. Una persona è stata denunciata per frode in commercio, con l’aggravante per l’uso di denominazioni protette (art. 515 e 517 bis c.p.). Nel corsi di tali operazioni di tutela del ...
  • 25 maggio 2017

    Consorzio Vino Nobile di Montepulciano DOP: “Difenderemo il nostro vino”

    Dopo la notizia delle false etichettature di vini pregiati, da parte del titolare di un'azienda vinicola di Montepulciano, nel capoluogo poliziano non si parla d'altro. Si fanno congetture su chi potrebbe essere la persona che, pur non coinvolgendo il Vino Nobile di Montepulciano DOP e altri vini pregiati del comune, ha imbottigliato,etichettato e distribuito migliaia di bottiglie di vino comune dandogli nomi di grande pregio come Brunello, Chianti e Vernaccia. Sulla questione è immediatamente intervenuto il presidente del Consorzio del Vino Nobile Andrea Natalini, il quale ha precisato, che al momento non si conosce il nome dell'azienda e del suo titolare ma che con grande probabilità il nome Montepulciano è saltato fuori dall'indagine "E' importante - ha sostenuto il presidente dell'ente di tutela del Nobile - che nessun vino del territorio di Montepulciano sia risultato falsificato, il nostro compito è quello di valorizzare questo prodotto, controllandone l'intera ...
  • 24 maggio 2017

    Contraffazione: vini toscani taroccati, denunciato un altro falsario di vino

    Una vera e propria centrale di vini contraffatti, compresi Chianti Riserva DOP, Vernaccia di San Gimignano DOP e Brunello di Montalcino DOP. L'ennesimo giro di vini toscani taroccati è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Siena durante gli accertamenti sul titolare di una azienda agricola di Montepulciano. Secondo gli investigatori - le indagini sono state coordinate dal pubblico ministero Aldo Natalini - l'uomo aveva organizzato una doppia frode: una usando senza titolo uno storico marchio, registrato da una azienda vinicola di San Gimignano, l'altro attraverso "la contraffazione delle certificazioni di origine qualitativa". Alla fine, sulla base del materiale raccolto, per lui è scattata una denuncia con l'accusa di contraffazione, alterazione o uso di marchi e contraffazione di indicazioni geografiche e denominazioni di origine di prodotti alimentari. Le indagini dei finanzieri sono partite durante una semplice visita fiscale, durante la quale sono saltate fuori ...
  • 17 maggio 2017

    Contraffazione, sequestri boom di false IG

    In cima alla lista dei prodotti falsi più contraffatti online ci sono il Prosecco DOP e il Parmigiano Reggiano DOP. Seguiti dai "kit" per farsi in casa, con dubbie polverine, una bottiglia di "Barollo" o "Montecino". Ma tutto il 2016 è stato un anno record nel monitoraggio dell'agropirateria online. Ad illustrarlo, ieri, l'Ispettorato centrale Tutela qualità e Repressione Frodi (Icqrf) del Ministero delle Politiche Agricole, in una conferenza stampa alla Camera dei deputati. Da giugno 2014, infatti, su un totale di 1562 interventi di monitoraggio antifrodi, effettuati fuori Italia e sul web, 971 si sono svolti solo nel 2o16. Segno che il fenomeno è in forte crescita. «L'Italia - ha sottolineato Stefano Vaccari, capo dipartimento Icqrf  ha ottenuto dalle piattaforme web i maggiori casi di "pulizia" e non solo con Alibaba e eBay, con cui abbiamo sottoscritto un memorandum di collaborazione, ma anche con Amazon. Una volta segnalati-ha proseguito Vaccari - i prodotti ...
  • 16 maggio 2017

    Sicurezza agroalimentare, NAC: sequestrate oltre 36 tonnellate di prodotti evocanti BIO e DOP

    I Nuclei Antifrodi Carabinieri, a seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, hanno sequestrato 31 tonnellate di concentrato, polpa e pelati di pomodoro e 9.806 vasetti di conserva di pomodoro fraudolentemente dichiarati come DOP e provenienti da agricoltura biologica, per un valore commerciale pari a  130mila euro. Venivano denunciate 2 persone per frode in commercio, aggravata per l’uso di denominazioni protette (artt.515 e 517 bis c.p.). Nell’ambito dei controlli preordinati finalizzati al contrasto delle frodi alimentari venivano sottoposti a sequestro anche 66 kg di alimenti congelati vari (carne, pesce e dolci), per cattivo stato di conservazione, e 50 kg di formaggio fresco a pasta filata evocante indebitamente la “Mozzarella di Bufala Campana DOP”. Nel corso di tali azioni di tutela del comparto agroalimentare, sia a favore degli operatori che dei consumatori, venivano elevate sanzioni per 6mila euro. Fonte: Comando Carabinieri politiche ...
  • 10 maggio 2017

    NAC: sequestrati 4 quintali di alimenti senza tracciabilità con evocazione DOP e BIO

    Intensificati i controlli sulla tracciabilità finalizzati al contrasto alle frodi alimentari effettuati dal comando Carabinieri politiche agricole e alimentari - Nuclei Antifrodi Carabinieri -  nel campo agroalimentare a tutela dei comparti del biologico e dei marchi di tutela. I Nuclei Antifrodi Carabinieri, a seguito di accertamenti svolti sul territorio nazionale, hanno sequestrato circa 4 quintali di alimenti privi di tracciabilità, 55 confezioni di prodotti alimentari vari (yogurt, frutta fresca, prodotti da forno, legumi) e 70 kg di prodotti ortofrutticoli dichiarati come biologici, 145 kg insaccati e 83.800 etichette evocanti prodotti a Denominazione di Origine Protetta. Nell’ambito dei controlli preordinati finalizzati al contrasto delle frodi alimentari, eseguiti con  l’I.C.Q.R.F. di Napoli, sono stati sottoposti a sequestro  239 barattoli  di miele dichiarato biologico. Venivano riscontrate violazioni alle normative in materia di tracciabilità e ...
  • 10 maggio 2017

    Obama. Grana Padano DOP: agropirateria, per noi danno da un miliardo di euro

    “La lotta e il contrasto all’agropirateria deve diventare una battaglia comune e di carattere internazionale. Un’azione mirata innanzitutto a salvaguardare la salute del consumatore e a tutelare la qualità di eccellenze uniche e ineguagliabili come la nostra. Solo per quanto riguarda il Grana Padano DOP, il danno provocato da falsi, imitazioni e scimmiottature è quantificabile in circa un miliardo di euro l'anno, 700 milioni dei quali riguarda il mercato estero”. Lo afferma Nicola Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio di tutela del prodotto a denominazione più consumato del mondo con oltre 4 milioni e 860 mila forme annue, nel giorno in cui l’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha svolto a Milano la sua conferenza sui temi del cibo e dell’alimentazione. “Bene dunque – prosegue il presidente del Consorzio presente all’incontro – hanno fatto i rappresentanti del Governo italiano, di Regione Lombardia e il sindaco di Milano, a sottol...
  • 2 maggio 2017

    Grana Padano DOP: quel semaforo della Ue attacca un mercato da 1,5 mld di euro l’anno

    Cambiare tutto per restare uguale a se stesso. È così che il Grana Padano DOP continua a essere il prodotto di denominazione di origine protetta più venduto al mondo. E infatti il Consorzio di tutela che ne gestisce la marchiatura e l'intera filiera si da un gran da fare tra pubblicità, ricerche, lotta alla contraffazione per preservare intatta una ricetta unica: 282 caseifici (di cui 129 produttori e gli altri stagionatori) che producono Grana per un valore di 1,5 miliardi di euro. Il sistema Grana Padano DOP impiega 40 mila persone e dà lavoro a 5 mila stalle. Un business enorme e in crescita: «Nell'assemblea di fine aprile abbiamo tracciato le linee guida per i prossimi mesi. Due le priorità: comunicazione ed export», dice Nicola Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio e capo della Cooperativa Plac, il quarto più grande caseificio del Consorzio Grana Padano DOP che rappresenta 92 allevatori di Cremona «Il 70% dell' attività del Consorzio è promozione, ...
  • 28 aprile 2017

    Made in: maxi sequestro di Europol-Interpol di alimenti contraffatti da 230 milioni di euro

    Quanto vale il falso Made in e il cibo contraffatto? Tanto, tantissimo, cifre da capogiro. Europol e Interpol hanno sequestrato alimenti alterati per un valore complessivo di 230 milioni di euro, e in soli quattro mesi. Opson VI, la vasta operazione condotta dall’1 dicembre 2016 al 31 marzo 2017, ha portato alla confisca di 9.800 tonnellate e oltre 26,4 milioni di litri di cibi e bevande “potenzialmente nocive” per la salute umana. Alcolici, acqua minerale, dadi, sughi già pronti, olio d’oliva, frutti di mare, e persino prodotti di lusso come il caviale: non c’è categoria di cibo che si salvi dalle contraffazioni. La maxi-operazione è stata condotta in 61 Paesi, 21 dei quali Ue, per operazioni a tappetto che ha visto più di 50mila perquisizioni e controlli in negozi, mercati, porti, aeroporti, siti industriali. “Opson VI ha confermato la minaccia rappresentata dalla frode alimentare, che riguarda tutti i tipi di prodotti in tutte le regioni del mondo”, ...
  • 21 aprile 2017

    La Comunità Europea riprende la Moldavia: stop al falso Prosecco DOP

    La Ue insorge contro la Moldavia affinché tuteli il Prosecco DOP come prevedono gli accordi internazionali. La questione riguarda la vicenda – ben nota al Consorzio Prosecco DOP - del "Prosecco Pronto", prodotto in Moldavia dalla Bulgari Winery azienda alla quale il tribunale locale aveva dato un preoccupante parere favorevole. La notizia, lanciata dalla sede di Bruxelles dell’ANSA viene commentata da Stefano Zanette, presidente del Consorzio di tutela Prosecco DOP in virtù del quale siede al vertice di Sistema Prosecco scarl, società che accorpa le tre denominazioni Conegliano Valdobbiadene DOP, Asolo Prosecco DOPe Prosecco DOP sul fronte della tutela: “E’ una presa di posizione importante che conferma quanto sia indispensabile fare squadra per fronteggiare gli innumerevoli casi di contraffazione che minano ogni giorno la serietà dei nostri produttori impegnati nel rispetto delle tante regole imposte dai propri disciplinari di produzione oltre che dalle norme ...
  • 18 aprile 2017

    TrustYourWine, l’app istituzionale per verificare l’autenticità dei vini DOP

    Stampa di sicurezza, sistema di gestione integrata degli ordini e tracciatura/tracciabilità: questi gli elementi chiave che caratterizzano da sempre i contrassegni vini DOP dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, al servizio dello Stato e del cittadino attraverso prodotti e servizi anticontraffazione a elevato valore aggiunto. Ma da oggi l’autenticità del contrassegno potrà essere verificata anche online grazie a un altro efficace strumento nella lotta alla contraffazione: l’app TrustYourWine. L'importante novità è stata presentata a Vinitaly, presso lo stand del Prosecco DOC che ha ospitato il convegno "Il contrassegno di Stato come servizio a valore aggiunto". "Con TrustYourWine si potrà riscontare l’autenticità dei dati riportati sul contrassegno di Stato delle bottiglie DOCG e DOC e l’effettiva provenienza del vino", ha spiegato l'Amministratore delegato di IPZS Paolo Aielli . Un ulteriore e immediato strumento, questo, a tutela sia del produttore ...
  • 13 aprile 2017

    Seminario su “La tecnologia della tracciabilità nella lotta alla contraffazione”

    Giovedì 13 aprile, ore 9.30, Seminario su “La tecnologia della tracciabilità nella lotta alla contraffazione” promosso dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria commerciale e del commercio abusivo, presso la Sala del Mappamondo in Palazzo Montecitorio a Roma. I) Apertura dei lavori: il ruolo della tracciabilità nella lotta alla contraffazione. Interverranno Mario Catania, Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo, Carlo Maria Medaglia, direttore del Dipartimento di Ricerca della Link Campus University di Roma, Massimiliano Sala, direttore del Laboratorio di matematica Industriale e crittografia presso l’Università degli studi di Trento e Matteo Taglienti, responsabile della Business Unit Anticontraffazione e Tracciabilità di IPZS. II) I cases study di aziende operanti nel settore della ...
  • 11 aprile 2017

    Controlli anti-contraffazioni: alleanza Consorzio Sicilia DOP e Prosecco DOP

    Un'alleanza sull'asse Sicilia-Veneto tra il Consorzio di Tutela vini Sicilia DOP e il Consorzio Prosecco DOP. I due Consorzi hanno firmato al Vinitaly di Verona una convenzione per potenziare i controlli di qualità su tutto il territorio italiano e all'estero, e per contrastare con maggiore forza le contraffazioni ai danni dei vini a marchio Sicilia DOP e Prosecco DOP. L'accordo è stato firmato oggi al Vinitaly negli spazi del Mipaaf, alla presenza del capo Dipartimento del ministero delle Politiche Agricole Luca Bianchi, dai vertici delle due DOP: il presidente del Consorzio Prosecco DOP, Stefano Zanette con il direttore Luca Giavi; il presidente del Consorzio di Tutela vini Sicilia DOP, Antonio Rallo con il suo direttore Maurizio Lunetta. Grazie a questa sinergia gli agenti vigilatori dei due Consorzi aumenteranno il numero di controlli che sarà esteso, di fatto, a tutte le regioni italiane, all'estero e sui siti di e-commerce. "E' un giorno importante per il Co‎n...
  • 22 marzo 2017

    L’Asiago DOP blocca in Messico i truffatori nordamericani

    L'Asiago DOP affronta la battaglia commerciale sui mercati esteri con una doppia arma: da una parte l'azione promozionale che va incontro a culture diverse, capace ad esempio di far capire ai cinesi le proprietà salutistiche del formaggio per combattere l'osteoporosi molto diffusa, o in grado di abbinare il formaggio a ricette tradizionali asiatiche o sudamericane; dall'altra l'azione politica e legale per far riconoscere il marchio "Asiago" anche fuori dall'Europa con azioni di tutela. «In Messico sono 4 anni che facciamo azioni preparatorie - testimonia Flavio Innocenzi direttore del Consorzio tutela formaggio Asiago - e abbiamo ottenuto di cambiare la classe doganale: si è passati dal 120% di tasse al 45%, e contiamo di giungere al 20%. Secondo: abbiamo ottenuto il riconoscimento della denominazione come Indicazione geografica, grazie al fatto che il Messico aderisce al trattato multilaterale di Lisbona dell'Organizzazione della proprietà intellettuale (WIPO). ...
  • 16 marzo 2017

    Europa, stretta alle frodi del cibo

    Frodi del cibo, controlli delle autorità nazionali e della Commissione Europea su tutte le imprese e i settori della filiera alimentare, dalle sementi ai prodotti alimentari , dal benessere animale alle aziende del biologico anche a sorpresa e anche in paesi terzi . Queste, insieme all'approccio «basato sul rischio» (meno controlli ai settori più virtuosi) e al principio che gli operatori della filiera, fatta eccezione per quelli di piccola scala, dovranno contribuire finanziariamente per i controlli, sono gli elementi principali del regolamento approvato ieri dall'Europarlamento riunito in seduta plenaria a Strasburgo . Il provvedimento stabilisce anche una collaborazione rafforzata tra i diversi paesi sulla tracciabilità e invita ad armonizzare le penalità tra diversi paesi in caso di irregolarità riscontrata. Con il provvedimento l'UE cerca di recuperare la fiducia dei consumatori messa a dura prova dall'aumento delle frodi alimentari. Il culmine era stato raggiu...